venerdì 15 ottobre 2021

Supplì di riso in teglia

Carissimi amici, amanti della buona cucina e dei sapori ricchi e decisi, dopo molte, anzi moltissime volte che realizzo questa ricetta, oggi mi sono deciso a fotografarla e pubblicarla... Magari non posto nulla di nuovo e indubbiamente molti di Voi conoscono già questo delizioso piatto, ma in ogni caso ci tenevo a pubblicarlo poichè merita davvero di essere fatto. Questo piatto può essere preparato anche il giorno prima ed infornato poco prima di mangiarlo, in più se realizzato in una teglia rettangolare può essere tranquillamente tagliato a quadrotti e servito dentro a dei simpaticissimi pirottini di carta per arricchire ulteriormente i Vostri buffet e cene...
A Voi la ricetta!! 
Ingredienti: per 6 persone teglia da 22 cm 
200 gr di riso 
200 gr di passata di pomodoro 
500 gr di brodo vegetale caldo ottenuto con il dado bimby 
140 gr di mozzarella a filetti 
100 gr di pangrattato 
1 spicchio d'aglio 
sale e pepe Q.b. 
30 gr di olio EVO 
Olio Evo Q.b. per inumidire il pangrattato.
Procedimento: 
Puliamo lo spicchietto d'aglio, versiamo nel boccale 30 gr di olio aggiungiamo lo spicchietto d'aglio e rosoliamo 3 min. 100° vel. 1 antiorario. Dopo di chè eliminiamolo.
Aggiungiamo la passata di pomodoro saliamo leggermente e insaporiamo 3 min. 100° vel. 1 antiorario,
Uniamo il riso e tostiamo 4 min. vel. soft antiorario. 
Uniamo il brodo bollente e cuociamo il riso 15 min. 100° vel. soft antiorario. 
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 220° Scaduto il tempo di cottura lasciamo intiepidire il riso direttamente nel boccale 5 min. avendo l'accortezza di mantecarlo con la spatola un paio di volte. Ungiamo una tortiera da 22 cm con un filo d'olio EVO, spolverizziamo con del pangrattato e togliamo via quello in eccesso. 
In un piattino a parte mettiamo i 100 gr di pangrattato, saliamo pepiamo e irroriamo con dell'olio d' oliva sufficiente a renderlo morbido. 
Versiamo uno strato sottile di riso nella tortiera, cospargiamo sopra la mozzarella a filetti, 
ricopriamo con il rimanente riso e livelliamo con il dorso di un cucchiaio.
Versiamo sopra il pangrattato e livelliamolo sempre con il dorso del cucchiaio. 
Inforniamo il nostro supplì a 220 per 20 min. Quando pronto sforniamolo e Passiamolo in abbattitore utilizzando la funzione abbattimento -> riso -> riso bollito per 10 min. circa prima di sformarlo. 
Questo passaggio è necessario affinchè il riso si compatti a dovere senza rompersi...
Il nostro supplì in teglia è pronto!!  
Buon appetito a tutti!! 
I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono: Considerazioni: Questo Piatto ha l'aria veramente appetitosa ed è fatto in modo da essere gustoso e leggero allo stesso tempo. Vedrei molto bene un vino rosso giovane fruttato con tannini appena presenti e finale asciutto; sto pensando ad un vino del sud della Toscana a base di Sangiovese, tra l'altro molto di moda in questi ultimi anni, che si chiama:
  • Morellino di Scansano d.o.c.g.
Cantine consigliate: Le Pupille - Moris Farms - Poggio Salvi
Francesco

martedì 12 ottobre 2021

Accartocciate Siciliane con Kenwood cooking chef

Carissimi bentornati nella mia cucina degli Angeli, sabato scorso ho fatto un cucinare insieme  sul gruppo Facebook Abbattitore di temperatura: consigli e ricette per realizzare assieme le accartocciate siciliane tipico street food della mia terra.
Per realizzare questa deliziosa ricetta ho utilizzato due degli strumenti  più validi e presenti nella mia cucina, l'impastatrice Kenwood cooking chef e l'abbattitore di temperatura Life. 
Vi consiglio di provare questa ricetta che mi è stata data da un pasticcere siciliano moltissimi anni fa, non ve ne pentirete!
Correte in dispensa e buona preparazione!
Ingredienti 
500 gr.di farina 00 
250 gr di acqua 
8 gr di lievito di birra 
5 gr di malto d'orzo 
50 gr di zucchero 
10 gr di sale 
50 gr di strutto (l'impiego dello strutto nell'impasto rende più friabile la massa del glutine presente nel prodotto, aumenta il volume dell'impasto rallentando le perdita di umidità e conferisce sapore e fragranza) 1 uovo per spennellare
Semi di sesamo per decorare (facoltativo) 
Procedimento 
Nella KKC montiamo il  gancio  e versiamo nella ciotola l'acqua, il lievito di birra,  il malto, lo zucchero e mescoliamo 1 min. 37° vel. 1
a questo punto aggiungiamo lo strutto e mescoliamo 1minuto a 37° vel. 1. 
Versiamo dentro la ciotola la farina e iniziamo ad impastare 5 minuti vel. 1 togliendo la temperatura successivamente uniamo il sale e impastiamo altri 5  min. vel 2. 
Rovesciamo l'impasto sulla spianatoia e iniziamo a lavorarla con le mani.
Dividiamo l'impasto in pezzature di 50 gr l'una, e otteniamo delle piccole  sfere, una volta fatte tutte e 17 palline passiamole a riposare in abbattitore usando la funzione lievitazione immediata per  20 minuti  a 26 gradi. 

Riprendiamo le palline dall'abbattitore  e  stendiamole formando un cerchio di 6/8 cm di diametro mettiamo al centro la farcia nel mio caso prosciutto, mozzarella, olive, wurstel ecc.. 
chiudiamo la nostra accarttocciata e adagiamola distanziata una dall'altra su una teglia foderata con carta da forno. 
Con qualche pallina ho fatto delle pizzette mettendo prima della lievitazione un cucchiaino di passata e poi una volta lievitate, prima di infornare ho messo nuovamente un po di passata e infornato per 5 minuti, poi aggiunto la su la mozzarella e fatto cuocere altri 5 minuti.
Altre accartocciate le ho farcite  con il prosciutto mozzarella e olive, una volta finite tutte, inseriamo le teglie nell'abbattitore di temperatura Life utilizzando la funzione lievitazione immediata per  3 ore a 26 o 28 gradi. 
Una volta finita la lievitazione accendiamo il forno a 200° ventilato spennelliamo con l'uovo sbattuto con un pizzico di sale decoriamo con il sesamo e quando il forno è bello caldo inforniamo e cuociamo 10-12 min. controllate sempre che siano cotte.
Sforniamo le nostra accartocciate e serviamo.
Queste accartocciate possono essere tranquillamente surgelate utilizzando la funzione surgelazione -> pizza farcita -> sonda al cuore.
 
Il risultato finale  vi lascerà a bocca aperta.
Super buone e leggerissime

Alla prossima sfornata Francesco

giovedì 7 ottobre 2021

Gnocchi alla romana di mare

Carissimi Amici, bentrovati nella mia cucina.
Quest' oggi voglio proporvi un piatto semplice ma allo stesso tempo ricco di gusto: Gli gnocchi alla romana. Di solito questo primo va servito con del semplice burro e formaggio,  ma io ho voluto arricchirlo con una dadolata di pesce e del porro fresco che lo rendono davvero un piatto unico nel suo genere.
Eccovi la ricetta.
Ingredienti: per 6 persone circa 42 pezzi 
450 gr di semolino
60 gr di burro
1 orata
200 gr di porri
2 tuorli
2 lt di latte intero
140 gr di grana grattugiato
50 gr di olio EVO
200 cl di vino bianco secco
2 cucchiaini di semi di cumino
sale e pepe Q.b.
Procedimento:
Montiamo nel KCC il gancio a mezzaluna versiamo il latte, saliamo, uniamo 30 gr di burro e portiamo a bollore inserendo il paraschizzi 15 minuti 110° velocità di mescolamento 1.
Versiamo a filo il semolino sempre a velocità 1, quindi facciamo cuocere 30 minuti 100° vel. di mescolamento 1 con il paraschizzi inserito.
Intanto sfilettiamo l' orata e tagliamo i due filetti a dadini e affettiamo sottilmento il porro.
In un mortaio  pestiamo i semi di cumino, oppure se volete potete polverizzarli usando il tritatutto
Finita la cottura del semolino incorporiamo a vel. di mescolamento 1 senza temperatura  i tuorli, il parmigiano, il cumino tritato, pepe e se necessario altro sale.
Pre-raffreddiamo  l' abbattitore di temperatura Life con l'apposita Funzione.
Bagniamo e strizziamo un foglio di carta forno e foderiamo una teglia. Versiamo dentro il composto e livelliamolo dello spessore di 2 cm. Passiamo in abbattitore usando la funzione abbattimento -> dolci -> creme
Una volta freddo l' impasto ritagliamo dei medaglioni di circa 4/5 cm di diametro usando un coppa pasta tondo
In una padella facciamo appassire il porro nell' olio per 10 minuti a fiamma bassa. Aggiungiamo la polpa dell' orata tagliata a dadini, il vino bianco e facciamo cuocere per 10 minuti a fiamma moderata
infine saliamo, pepiamo e teniamo da parte.
Imburriamo sei pirofile da forno individuali e sistemiamo all' interno gli gnocchi alla romana, versiamo sopra un cucchiaio di salsa di pesce
infine spolveriamo sopra una generosa manciata di grana e inforniamo sotto al grill fino a doratura (circa 15 minuti)
Sforniamo e portiamo in tavola gli gnocchi caldissimi.
Il piatto è pronto!


Buon appetito a tutti!

Alla prossima ricetta
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli