mercoledì 27 novembre 2013

Sachertorte!

Carissimi amici, ben trovati nella mia cucina. Come state? tutto bene? io come mio solito sommerso da vari impegni, ma oggi mi sono concesso un attimo per dedicarmi a voi e al mio Blog. La ricetta che vi posto oggi è la Sachertorte, famosissima torta dell' hotel Sacher. La ricetta originale nessuno la conosce ed è in cassaforte, protetta come un tesoro. Quella che vi presento, preparata da me passo passo è una variante semplificata ma se eseguita correttamente, regala una torta molto simile, nel sapore alla vera "Sacher".
Eccovi la ricetta…
Ingredienti: per uno stampo da 22-24 cm di diametro
140 gr di burro a temperatura ambiente
110 gr di zucchero a velo
1/2 baccello di vaniglia aperto e raschiato
6 tuorli d' uovo
6 chiare d' uovo
130 gr di cioccolato fondente
110 gr di zucchero
140 gr di farina 00
250 gr di marmellata di albicocche
burro e farina per lo stampo
Panna montata per guarnire Q.b.
Per la glassa:
200 gr di zucchero
125 gr acqua
150 gr di cioccolato
Procedimento:
Versiamo nella ciotola del KCC munito di frusta il burro a temperatura ambiente, lo zucchero a velo e la vaniglia raschiata e montiamo a vel. 5 per 5 minuti fino ad ottenere un impasto cremoso.
Incorporiamo a vel. 4 1 tuorlo alla volta, una volta messi tutti montiamo alla massima velocità per 2 minuti.
Sciogliamo il cioccolato in un pentolino sul fuoco a fiamma bassissima
e uniamolo alla montata di tuorli sempre a vel.4 fino a quando non è stato tutto assorbito dall' impasto, se necessario apriamo e spatoliamo i bordi.
In un' altra ciotola montiamo le chiare a neve ferma e lucida per 10 minuti alla massima velocità, versando a pioggia lo zucchero a velo.
Aggiungiamo le chiare montate con lo zucchero all' impasto, setacciamo sopra la farina e amalgamiamo il tutto con una spatola mescolando dal basso verso l' alto.
Tagliamo a misura un cerchio di carta forno del diametro della base della nostra tortiera.Imburriamo e infariniamo i bordi togliendo la farina in eccesso
Versiamo l' impasto ottenuto nella tortiera 
e inforniamo a 170° per 55/60 minuti. Durante i primi 10-15 minuti lasciamo lo sportello del forno leggermente aperto, poi chiudiamolo fino al completamento della cottura: la torta avrà raggiunto il giusto stadio di cottura quando. a una leggera pressione del dito, risulterà bella soffice.
10 minuti prima della fine della cottura accendiamo l' abbattitore di temperatura Fresco e impostiamo la funzione abbattimento rapido, a questo punto sforniamo la torta e passiamola in fresco per 15 minuti. 
Quindi capovolgiamola leviamo la carta , rigiriamola nella posizione originale in modo da uniformare le imperfezioni della superficie.e rimettiamola in fresco a raffreddare completamente per altri 60 minuti 
Ecco la torta pronta per essere farcita.
Togliamo la torta dallo stampo e tagliamola orizzontalmente a metà con un coltello affilato.
Riscaldiamo leggermente la marmellata di albicocche e amalgamiamola bene
Stendiamone uno strato sui due dischi della torta e sovrapponiamoli di nuovo poggiando la torta su una gratella con alla base una teglia pulita per raccogliere la glassa.
Prepariamo la glassa; facciamo bollire a fuoco vivo lo zucchero e l' acqua per 6 minuti, quindi lasciamo intiepidire. Nel mentre sciogliamo in un altro pentolino il cioccolato a fiamma bassissima 
Incorporiamo adesso il cioccolato alla miscela di acqua e zucchero e mescoliamo rapidamente in modo tale da avere una glassa densa e liscia
Versiamo la glassa tiepida sulla torta in una sola volta, con un unico rapido movimento, e facciamola colare sui bordi
Facciamola asciugare qualche minuto e infine con l' aiuto di un connetto decoriamola scrivendo sopra
Passiamo la torta in fresco a rassodare per 30 minuti infine passiamola in frigo fino al momento del servizio.
PS: se volete potete preparare la base della Sacher e una volta raffreddata potete surgelarla rapidamente con fresco usando la funzione surgelazione rapida per 2 ore e mezza, quando avete voglia di finirla vi basterà farla scongelare usando la funzione scongelamento controllato per 40 minuti a 22° poi tagliarla  e finirla come da ricetta. 
La sacher è pronta!
Spero vi piaccia...
Ecco la fetta!
Buona giornata a tutti e alla prossima ricetta…
Francesco

sabato 12 ottobre 2013

Spezzatino con le pere

Carissimi Amici, come dice sempre la mia amica Ornella il gusto deciso della birra scura si compone a meraviglia con la carne rossa. E non fa certo rimpiangere il vino. Quest' oggi ho voluto realizzare uno spezzatino agrodolce con le pere sostituendo il vino con un' ottima birra scusa, il risultato? Beh giudicatelo voi!
Eccovi la ricetta di oggi!
Ingredienti: per 4 persone
Un kg di polpa di manzo tagliata a dadi
33 cl di birra scura
2 grosse cipolle bianche
2 pere Williams belle sode
un mazzetto di erbe aromatiche timo, alloro prezzemolo
2 cucchiaini di senape
80 gr di burro
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaio raso di zucchero
sale Q.b.
Procedimento:
Mettiamo in una pentola 40 gr di burro e facciamolo fondere a fuoco dolce, sbucciamo le cipolle  affettiamole fini e facciamole appassire nel burro per circa 20 minuti, controllandole spesso e aggiungendo, se necessario un filo d' acqua calda  perchè non si brucino.
Quindi togliamole dal fuoco e se non vi piace la cipolla intera frullatela ( io l' ho tenuta così)
In una casseruola dal fondo spesso mettiamo il rimanente burro e facciamolo fondere, aggiungiamo la carne e rosoliamola bene.
Aggiungiamo le cipolle, il mazzetto aromatico, un cucchiaio si aceto di mele
La birra, copriamo e cuociamo a fuoco bassissimo per circa due ore, aggiungendo un po' d' acqua calda di tanto in tanto per evitare che il fondo di cottura si asciughi troppo.
Quando mancano 20 minuti alla fine della cottura laviamo le pere, sbucciamole, tagliamole a spicchi non troppo sottili
 e uniamole alla carne.
 Proseguiamo la cottura a fuoco basso, quindi eliminiamo il mazzetto aromatico, togliamo dalla casseruola la carne e le pere e teniamole in caldo.
 Incorporiamo al fondo di cottura la senape, regoliamo di sale e mescoliamo bene, rimettiamo la carne e le pere nella casseruola per far insaporire qualche istante uniamo l' aceto e lo zucchero, facciamo sfumare  e serviamo subito.
 Il piatto è pronto! 
 Che ne dite? vi piace?
 I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: grande piatto da vino rosso strutturato questo spezzatino; potete spaziare tra i grandi vini rossi italiani, più o meno famosi. Come al solito io vi propongo quelli meno famosi, ma non meno buoni. Uno di questi è un vino piemontese poco conosciuto ma di altissimo livello; mi riferisco al:

- Ghemme d.o.c.g.

cantine consigliate: Cantalupo - Dessilani - Cà Nova



Buona giornata a tutti!
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli