giovedì 29 novembre 2012

Pan brioches senza impasto morbidissimo

Buongiorno a tutti, avete dormito bene? Io questa mattina ho iniziato la mia giornata con due fettine di pan brioches e della marmellata di mele cotogne regalatami dalla mia amica Stefania. 
Il pan brioches che vado a proporvi oggi, è una delle cose più semplici e banali che io abbia fatto nella mia cucina e non sto scherzando credetemi. 
Giro spesso tra i blog dei miei amici per ammirare e commentare le loro creazioni, infatti la ricetta  di oggi proviene dal  blog della mia amica Mariabianca che stimo molto e che apprezzo per la sua cura e passione in cucina. Non servono grandi aiutanti come impastatrici e simili per ottenere questo pan brioches da "URLO", ma basta una semplice forchetta, una ciotola e....
eccovi la ricetta di oggi.
Ingredienti:
250 gr di farina manitoba
2 uova a temperatura ambiente
75 gr di acqua tiepida
100 gr di burro sciolto e freddo
50 gr di miele millefiori
12 gr di lievito di birra
un pizzico di sale
Per la finitura:
un tuorlo
Un po' di latte
granella di zucchero Q.b.
Procedimento:
Accendiamo l' abbattitore di temperatura "Fresco" e impostiamo la funzione lievitazione naturale a 26°.
Sciogliamo al microonde il burro a 350W  e facciamolo raffreddare.
Pesiamo in una ciotola di vetro la farina, uniamo le uova, il burro, il miele, e un pizzico di sale. 
In una ciotolina, sciogliamo il lievito nell' acqua tiepida e aggiungiamolo alla ciotola con gli altri ingredienti. Mescoliamo il tutto con una semplice forchetta fino ad ottenere un impasto senza grumi. 
Depositiamo l' impasto coperto con un telo bagnato nel fresco a 26° per 2 ore, poggiango sopra la griglia per non farlo volare.
Se non avete fresco con la funzione camera di lievitazione procedete così: accendete il forno a 250° per 3 minuti, poi spegnete e lasciate la luce accesa, infine inserite dentro l' impasto con una ciotolina di acqua calda e fate lievitare per due ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, togliete la ciotola dal fresco o dal forno, copritela con della pellicola per alimenti e riponetela in frigo a riposare dai 2 ai 5 giorni, io personalmente ho lasciato l' impasto in frigo a maturare per due giorni.
Imburriamo uno stampo da plum cake e foderiamo la base con della carta forno.
Togliamo l' impasto dal frigo, infariniamo il piano e rovesciamoci sopra l' impasto dandogli un paio di pieghe, dopo procediamo con la pirlatura o arrotondamento (consiste nel far roteare l' impasto sul piano infarinato per dargli la forma di una sfera) per dare forza all' impasto. 
Dividiamo l' impasto 12 palline grandi e 15 palline piccole e adagiamole nello stampo, 
infine depositiamo l' impasto così formato in fresco a lievitare usando la funzione camera di lievitazione per 2/3 ore circa fino a quando l' impasto non raggiunge il bordo. Se non avete fresco seguite le indicazioni per la lievitazione in forno che ho scritto sopra.
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 170° dopo, spennelliamo la superficie del pan brioches con il tuorlo leggermente sbattuto con un pizzico di latte e decoriamo con la granella di zucchero. 
Inforniamo a 170° per 25 minuti.
10 minuti prima della fine della cottura accendiamo fresco usando la funzione abbattimento rapido Sforniamo il pan brioches e passiamo a  raffreddare in Fresco per 1 ora togliendolo dallo stampo dopo 10 minuti di raffreddamento e lasciandolo sulla griglia.
Tagliate il pan brioches a fette regolari, io ho usato il taglia fette perfette (ringrazio Valeria per avermelo regalato) e portatelo in tavola!
Il pan brioches è pronto!
Spero vi piaccia
Buona colazione a tutti
Grazie Mariabianca!
Un abbraccio 
Francesco


martedì 27 novembre 2012

Coniglio alla mia maniera

Carissimi Amici, chi di voi mi segue da tempo, sà che le mie ricette nascono dalla necessità di dover smaltire qualche ingrediente presente nella mia dispensa. Oggi l' ingrediente primario della ricetta che vado a proporvi non si trovava in dispensa ma in freezer ed era del coniglio nostrano che mi era stato regalato qualche tempo fa, e che sapientemente avevo surgelato con fresco. Se notate dalle foto è rimasto perfetto sia nel colore che nell' aspetto, non so a voi ma a me quando capitava di dover mettere in freezer il coniglio, una volta scongelato cambiava proprio colore... con fresco questo non è successo!! ma veniamo alla ricetta di oggi...

Ingredienti: per 4 persone
1 coniglio già pulito e tagliato a pezzi
810 gr di pomodorini ciliegino sfiziosi sott' olio con capperi
1 spicchio d' aglio
200 gr di vino bianco secco
60 gr di olio EVO
1 rametto di rosmarino
peperoncino Q.b.
sale Q.b.
Basilico
Procedimento:
Laviamo il coniglio sotto l' acqua corrente, asciughiamolo e tagliamolo a pezzi. Facciamolo rosolare in maniera uniforme in una casseruola, insieme all' aglio sbucciato e lavato.
Quando il coniglio sarà ben dorato, sfumiamo con il vino, e facciamo cuocere a fiamma moderata per 6 minuti, 
dopo uniamo i pomodorini e il rosmarino. Insaporiamo con il sale e il peperoncino 
e facciamo cuocere a fuoco moderato e a recipiente coperto per 1 ora aggiungendo man mano che si asciuga poca acqua bollente.
Regoliamo di sale, disponiamolo in un piatto da portata e portiamolo in tavola ben caldo!
Il piatto è pronto!

I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni:


Alla prossima ricetta
Francesco

venerdì 23 novembre 2012

Pane in cassetta di Francesco Favorito

Ciao a tutti Amici, come state? dopo qualche giorno di pausa eccomi di nuovo qui a condividere con Voi quello che succede nella mia cucina. Da più di due anni ho la pasta madre, datami dal Maestro Francesco Favorito che ho avuto il piacere di conoscere, e che ammiro per la sua grande passione per i lievitati. Il pane in cassetta che vado a proporvi oggi è tratto da uno dei suoi libri. Non è la prima volta che faccio questo pane ma chissà perchè non l' avevo mai pubblicato. Oggi invece ho trovato il tempo per farlo e sono felicissimo! spero vi piaccia!
Eccovi la ricetta passo passo. 
Ingredienti:
660 gr di farina 00 W 350
100 gr di lievito madre rinfrescato almeno 3 volte a distanza di 3 ore uno dall' altro
7 gr di sale
330 gr di latte
7 gr di zucchero
100 gr di burro morbido a temperatura ambiente
totale impasto 1200 gr
Procedimento:
Accendiamo l' abbattitore di temperatura "Fresco" e impostiamo la funzione lievitazione naturale a 26°.
Pesiamo tutti gli ingredienti dell' impasto, inseriamoli nella ciotola del Kenwood e impastiamo 15 minuti vel 1 e altri 5 minuti a vel. 2. 
Una volta ottenuto un' impasto liscio, depositiamolo sul tavolo, diamogli la forma di una sfera e adagiamolo all' interno della ciotola copriamolo con della pellicola e mettiamolo a lievitare in Fresco usando la funzione camera di lievitazione a 26°. 
Mentre aspettiamo che l' impasto lieviti, ungiamo accuratamente con del burro morbido, l' interno dello stampo in lamiera laminata alluminata con coperchio, prestiamo particolare attenzione alle insetature della base dove non ci dovranno ne essere zone non unte e nemmeno accumuli di burro che farebbero attaccare ancora di più il prodotto.
Terminati i 40 minuti di lievitazione, tiriamo fuori l' impasto, il quale nel frattempo avrà iniziato a lievitare e formiamolo con il sistema della "pirlatura" o arrotondamento, facciamo riposare l' impasto coperto con della pellicola per circa 15 minuti.
Riprendiamo il panetto e schiacciamolo con il matterello, iniziamo a stenderlo in un lungo rettangolo largo quanto lo stampo e lungo il doppio o poco più. 
Arrotoliamo l' impasto su se stesso per ottenere un salsicciotto e sistemiamolo all' interno dello stampo unto in precedenza con la parte aperta rivolta verso il basso. 
Copriamo la cassa con il coperchio 
accendiamo il forno a 250° per 3 minuti, spegniamo e mettiamo la cassa  in forno a lievitare con la luce accesa per 3/4 ore o in ogni caso fino a quando non triplica di volume e tocca il coperchio. Insieme alla cassa mettiamo dentro al forno una ciotolina di acqua bollente che cambieremo ogni ora circa.
Passato il tempo di lievitazione togliamo la cassa dal forno e lasciamola 5 minuti a temperatura ambiente, nel mentre accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 160°. 
Quando il forno è caldo inforniamo e cuociamo a 160° ventilato per 50 minuti; apriamo la porta un paio di volte gli ultimi 10 minuti per far uscire l' umidità.
Sforniamo il pane, togliamo il coperchio, capovolgiamo lo stampo, sformiamo il pane su una gratella, rimettiamolo nella posizione originale e facciamolo raffreddare bene per almeno 10 ore.
Prendiamo il pane in cassetta utilizzando dei guanti in lattice, e mettiamolo in un sacchetto in polipropilene per alimenti all' interno del quale abbiamo in  precedenza nebulizzato dell' alcool buongusto a 95°. Il prodotto raffreddato correttamente e così confezionato, conservato in un ambiente asciutto e fresco, rimane inalterato e soffice per almeno 20 giorni.

Se avete fresco, potete tagliare il pane a fette, riporlo in uno stampo da pluncake e surgelarlo usando la funzione surgelamento rapido per 1,30 h, dopo riponete il pane in un sacchetto e conservatelo in freezer. Poco prima di consumarlo vi basterà tirare fuori la fettina che vi serve e lasciarla scongelare qualche minuto a temperatura ambiente, oppure passatela da surgelata direttamente nel tostapane per renderla ancora più golosa donandogli un velo di croccantezza in più per accompagnare i vostri spuntini!

Eccolo pronto da portare in tavola
 Che ne dite? 
 Trovo questo pane in cassetta fantastico!
 Vedete come è venuto bello? 
sembra quello comprato, ma molto molto più buono!! 
 Spero vi piaccia
Alla prossima ricetta lievitata.
Un abbraccio
Francesco



NB: questa ricetta è stata liberamente tratta dal libro "la pasta lievitata secondo l' Etoile" di Francesco Favorito che ho avuto il piacere di conoscere.
Editore Boscolo Etoile.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli