domenica 7 giugno 2015

Pollo al limone ed erbe aromatiche

Ciao a tutti amici, questa mattina mi sono alzato e non avevo voglia di sporcare il piano cottura,  e così visto che ieri avevo preso delle coscette di pollo e in casa avevo 3 limoni ho pensato di fare il pollo al limone aromatizzato alle erbe. Naturalmente per farlo ho usato il mio nuovo forno  Neff che ha la possibilità di cuocere usando l' ausilio del vapore. Naturalmente ero curioso di  vedere come veniva, beh devo proprio dirvi che è venuto succulento e morbido dentro e croccante fuori, un pollo davvero speciale proprio come il forno che mi sono regalato.
Ecco a voi la ricetta.
Ingredienti: per 4 persone
12 cosciente di pollo
3 limoni biologici non trattati
1 mazzetto di timo fresco
1 mazzetto di salvia fresca
2 bicchieri di vino bianco secco
6 spicchi d' aglio in camicia
Olio EVO Q.b.
sale e pepe
Procedimento:
Tritiamo salvia e timo fresco e teniamo da parte.
Massaggiamo le coscette di pollo con l' olio, sale, pepe e il trito di timo e salvia e disponiamole nella pirofila in un solo strato.
Tagliamo i limoni a fette, condiamoli con un filo d' olio 
e inseriamoli fra i pezzi di carne insieme agli spicchi d' aglio in camicia.
Versiamo sopra il pollo in vino bianco.
Veniamo alla cottura: Io con il mio forno ho cotto 60 minuti a 190° con la funzione termogrill e 
l' ausilio del vapore ad intesità media. 
Voi cuocete pure a 160° coperto con un foglio di alluminio per 1 ore e 45 minuti. Poi togliete l' alluminio, alzate la temperatura a 200° e cuocete ancora per 30 minuti fino a far rosolare perfettamente gli ingredienti.
Sfornate il pollo e se vi piace servitelo con del pane casereccio.
Il piatto è pronto!
Alla prossima ricetta
Francesco

mercoledì 3 giugno 2015

Plum-cake Variegato al cacao di Luca Montersino

Carissimi amici, bentornati nella mia cucina. Forse anche voi che mi state leggendo in questo momento, potete capire quanto entusiasmo si prova quando in casa arriva un elettrodomestico nuovo. E' come per un bambino avere tra le mani un giocattolo appena arrivato: non vede l' ora di provarlo!
Grazie al mio nuovo forno"parlante" Neff nasce subito l' ispirazione di pasticciare e provare il magnifico plum-cake del Maestro Luca Montersino.
Seguitemi nel passo passo.
Ingredienti: per uno stampo da muffin da 31x12
225 gr di burro a temperatura ambiente
225 gr di zucchero a velo
220 gr di uova intere
250 gr di farina (io ho usato le semole d' autore per dolci soffici)
7 gr di lievito per dolci
25 gr di rum bianco
1 punta di vaniglia bourbon polverizzata
15 gr di cacao amaro in polvere
5 gr di latte fresco intero
1 cucchiaino di olio essenziale all' arancio
Procedimento:
Versiamo nella ciotola del KCC lo zucchero a velo, il burro a temperatura ambiente e la vaniglia, montiamo la frusta a filo grosso e montiamo 5 minuti alla massima velocità fino ad ottenere una crema gonfia e bianca; 
a questo punto uniamo a filo le uova intere, facendole incorporare a velocità 5, per 5 minuti.
Poi togliamo la frusta a filo grosso e montiamo la spatola da pasticceria, versiamo sopra la montata di uova e burro la farina setacciata con il lievito e facciamola amalgamare azionando la macchina a velocità minima e infine uniamo il rum.
Separiamo 250 gr di impasto e a questo incorporiamo il cacao amaro, il latte e l' olio essenziale d' arancio.
Imburriamo e infariniamo lo stampo, riempiamolo con i due composti alternadoli, prima quello bianco poi quello al cacao, poi ancora bianco e infine cacao.
Passiamo lo stampo in forno a cuocere a 160° per 55 minuti. Dieci minuti prima della fine della preparazione accendiamo l' abbattitore di temperatura Fresco e impostiamo la funzione abbattimento rapido.
Sforniamo 
e passiamo subito in Fresco a raffreddare per 15 minuti usando la funzione abbattimento rapido, poi sformiamolo poggiamolo sulla griglia e continuiamolo a raffreddare per 50 minuti.
Ps: Volendo possiamo una volta raffreddato il dolce tagliarlo a fette e surgelarlo distendendo le fette sulle griglie foderate di carta forno per 90 minuti. Poi possiamo metterle in un sacchetto da freezer e conservarle. All' occorrenza ci basterà passarle a scongelare in Fresco usando la funzione scongelamento controllato per 10/15 minuti a 22°.
Il dolce e pronto!
Spero vi piaccia!
Alla prossima ricetta
Francesco

mercoledì 27 maggio 2015

Torta Margerita con l' ingrediente che non ti aspetti.




Carissimi amici, bentrovati nella mia cucina. Quest' oggi avevo voglia di fare un dolce per la colazione di domani, ma purtroppo mi mancava il latte.Volevo un dolce soffice, che fosse buono e che in qualche modo mi riportasse a quando ero bambino. Come molti di voi ormai sanno spesso frugo nella mia dispensa alla ricerca di qualcosa da finire o di qualche ingrediente dimenticato. E' proprio quello che è successo oggi; nella mia dispensa avevo un barattolo di latte condensato che avevo completamente scordato e che veramente mi ha riportato alla mia infanzia.Ricordo ancora quando lo spalmavo sul pane dorato e croccante o quando ne gustavo a cucchiaiate. Ecco, questo barattolo è diventato l' ingrediente che non ti aspetti per la realizzazione in un dolce davvero buonissimo: la torta margherita.
Ecco a Voi la ricetta.
Ingredienti: per una tortiera da 26 cm di diametro
397 gr di latte condensato
60 gr di burro
4 uova intere
Il succo di un limone
130 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci vanigliato
Procedimento:
Versiamo il burro a pezzetti nella ciotola del KCC, impostiamo la temperatura a 80° e sciogliamolo senza nessuna frusta per 3 minuti vel. di mescolamento 3. Togliamo la ciotola dal KCC e facciamo raffreddare.
In un' altra ciotola, rompiamo le uova, aggiungiamo un pizzico di sale, montiamo la frusta a filo grosso e montiamo 10 minuti alla massima velocità. Togliamo la ciotola e teniamo in parte.
Rimettiamo nel KCC la ciotola dove avevamo sciolto il burro, uniamo il latte condensato e il succo del limone, montiamo la spatola da pasticceria e amalgamiamo il tutto 1 minuto a velocità 4
Con la spatola in movimento a vel. 1 aggiungiamo la farina e facciamo amalgamare qualche minuto.
Uniamo adesso le uova montate e facciamo incorporare sempre con la spatola da pasticceria a vel. 1 per 3 minuti.
Versiamo il composto ottenuto nella tortiera imburrata e cuociamo in forno statico a 170° per 40 minuti.
10 minuti prima della fine della cottura accendiamo l' abbattitore di temperatura Fresco Irinox impostando la funzione abbattimento rapido per 60 minuti.
Una volta sfornata la torta margherita, passiamola in Fresco a raffreddare rapidamente e passati i primi 15 minuti sformiamola e poggiamola sulla griglia fino a completo raffreddamento (40 minuti)

PS: se vogliamo possiamo anche surgelare l' intera torta con Fresco usando la funzione surgelazione rapida per 120 minuti, ma, se volete potete già porzionarla e surgelarla a fette in maniera da non avere sprechi e di mangiare la fettina che vi fa voglia. 
Per decongelarla potete usare sempre Fresco usando la funzione scongelamento controllato a 22° per 15/20 minuti se è la fetta e 40 minuti se è la torta intera.
La nostra torta è pronta!
Spero vi piaccia!
Alla prossima ricetta
Francesco

domenica 5 aprile 2015

Buona Pasqua!

Carissimi amici,
con sincero affetto auguro a Voi e alle Vostre famiglie una serena Pasqua.
Francesco

domenica 25 gennaio 2015

Spezzatino di Vitello al limone e zafferano

Carissimi amici, con la ricetta di oggi voglio sottoporre la Vostra attenzione ad una delle 7 funzioni di Fresco, l' unico abbattitore al mondo  che all' interno della stessa cella fa freddo veloce e caldo lento.
La cottura lenta a bassa temperatura è una tecnica economica di cottura con radici antichissime, riscoperta negli ultimi tempi per i vantaggi e i benefici che apporta in cucina. Come già sapete molti chef la utilizzano per ottenere piatti particolari per mantenere le qualità organolettiche, la morbidezza e ottenere un punto di cottura ottimale. Cuocere a bassa temperatura alimenti come la carne o il pesce è più semplice di quanto si possa pensare, basta improntare la preparazione prima sul fuoco e poi passarla in Fresco e il gioco è fatto, il vantaggio è anche quello che oltre ad avere una carne morbidissima e gustosissima non si corre più il rischio di bruciarla ne quello di doverla necessariamente mescolare in continuazione. 
Per farvi riflettere su quelli che possono essere veramente i vantaggi di avere una macchina come Fresco che vi permette questo tipo di cottura ho deciso di elencarvi quelli che sono per me più importanti e fondamentali:
  • Garanzia di riuscita perfetta della cottura di carni e pesci
  • semplicità della metodologia di cottura
  • la cottura lenta a bassa temperatura garantisce la massima qualità dei prodotti
  • non c'è nessuna perdita di peso degli alimenti. Ciò permette di risparmiare enormemente
  • economia di tempo e di energia
  • il forno rimane pulito

Detto questo, spero di avervi fatto capire perché da quando ho Fresco in casa preferisco cuocere le mie pietanze con il suo aiuto.
Eccovi la ricetta di oggi.
Ingredienti: per 6 persone
1 kg di spalla di vitello a pezzi 
1 cipolla
2 scalogni
2 limoni
una bustina di zafferano
un cucchiaio di semi di cumino
100 gr di pancetta affumicata
Olio EVO
sale e pepe Q.b.
Procedimento:
Versiamo in una padella la pancetta e facciamola rosolare a fuoco medio senza nessun condimento finche risulta dorata.
Togliamola e mettiamola da parte.
Sbucciamo la cipolla e gli scaloni e tritiamoli finemente. Spremiamo i limoni 
Questi che vedete in foto sono dei cubetti di spalla di vitello che avevo surgelato con Fresco e fatto decongelare in frigo, che ve ne pare? sembrano appena comprati vero? rimango sempre senza parole nonostante ormai dovrei essere abituato a questo risultato perfetto.
Nella padella dove abbiamo rosolato la pancetta mettiamo un filo d' olio e facciamo rosolare la carne a fuoco alto per 5 minuti girandola di tanto in tanto. Togliamola e mettiamola da parte.
Nello stesso tegame aggiungiamo ancora un filo d' olio e rosoliamo la cipolla e lo scalogno precedentemente tritati per 5 minuti, mescolando.
Aggiungiamo la carne, la pancetta, il cumino, il succo di limone, aggiustiamo di sale e pepe, copriamo a filo con acqua calda e facciamo sobbollire qualche minuto. 
Togliamo il tutto dalla casseruola e passiamolo nella teglia del Fresco e cuociamo 3,5 ore a 75° mescolando di tanto in tanto.
Quando manca qualche minuto alla fine della preparazione stemperiamo lo zafferano in una tazzina di acqua calda e aggiungiamolo alla carne, 
mescoliamo bene e serviamo subito nei piatti.
Ps: questo piatto può essere preparato con largo anticipo e se non lo consumate subito una volta cotto potete raffreddarlo rapidamente passando dalla funzione cottura lenta alla funzione raffreddamento rapido per 90 minuti. Una volta freddo potete conservarlo in frigo per 7 giorni. Per rigenerarlo e mantenerne tutta l' umidità e morbidezza potete usare la funzione piatto pronto e rigenerarla per 60 minuti a 75°
Ecco il piatto finito.
Che ne dite?
Buon appetito a tutti...
...alla prossima ricetta
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli