giovedì 29 novembre 2012

Pan brioches senza impasto morbidissimo

Buongiorno a tutti, avete dormito bene? Io questa mattina ho iniziato la mia giornata con due fettine di pan brioches e della marmellata di mele cotogne regalatami dalla mia amica Stefania. 
Il pan brioches che vado a proporvi oggi, è una delle cose più semplici e banali che io abbia fatto nella mia cucina e non sto scherzando credetemi. 
Giro spesso tra i blog dei miei amici per ammirare e commentare le loro creazioni, infatti la ricetta  di oggi proviene dal  blog della mia amica Mariabianca che stimo molto e che apprezzo per la sua cura e passione in cucina. Non servono grandi aiutanti come impastatrici e simili per ottenere questo pan brioches da "URLO", ma basta una semplice forchetta, una ciotola e....
eccovi la ricetta di oggi.
Ingredienti:
250 gr di farina manitoba
2 uova a temperatura ambiente
75 gr di acqua tiepida
100 gr di burro sciolto e freddo
50 gr di miele millefiori
12 gr di lievito di birra
un pizzico di sale
Per la finitura:
un tuorlo
Un po' di latte
granella di zucchero Q.b.
Procedimento:
Accendiamo l' abbattitore di temperatura "Fresco" e impostiamo la funzione lievitazione naturale a 26°.
Sciogliamo al microonde il burro a 350W  e facciamolo raffreddare.
Pesiamo in una ciotola di vetro la farina, uniamo le uova, il burro, il miele, e un pizzico di sale. 
In una ciotolina, sciogliamo il lievito nell' acqua tiepida e aggiungiamolo alla ciotola con gli altri ingredienti. Mescoliamo il tutto con una semplice forchetta fino ad ottenere un impasto senza grumi. 
Depositiamo l' impasto coperto con un telo bagnato nel fresco a 26° per 2 ore, poggiango sopra la griglia per non farlo volare.
Se non avete fresco con la funzione camera di lievitazione procedete così: accendete il forno a 250° per 3 minuti, poi spegnete e lasciate la luce accesa, infine inserite dentro l' impasto con una ciotolina di acqua calda e fate lievitare per due ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, togliete la ciotola dal fresco o dal forno, copritela con della pellicola per alimenti e riponetela in frigo a riposare dai 2 ai 5 giorni, io personalmente ho lasciato l' impasto in frigo a maturare per due giorni.
Imburriamo uno stampo da plum cake e foderiamo la base con della carta forno.
Togliamo l' impasto dal frigo, infariniamo il piano e rovesciamoci sopra l' impasto dandogli un paio di pieghe, dopo procediamo con la pirlatura o arrotondamento (consiste nel far roteare l' impasto sul piano infarinato per dargli la forma di una sfera) per dare forza all' impasto. 
Dividiamo l' impasto 12 palline grandi e 15 palline piccole e adagiamole nello stampo, 
infine depositiamo l' impasto così formato in fresco a lievitare usando la funzione camera di lievitazione per 2/3 ore circa fino a quando l' impasto non raggiunge il bordo. Se non avete fresco seguite le indicazioni per la lievitazione in forno che ho scritto sopra.
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 170° dopo, spennelliamo la superficie del pan brioches con il tuorlo leggermente sbattuto con un pizzico di latte e decoriamo con la granella di zucchero. 
Inforniamo a 170° per 25 minuti.
10 minuti prima della fine della cottura accendiamo fresco usando la funzione abbattimento rapido Sforniamo il pan brioches e passiamo a  raffreddare in Fresco per 1 ora togliendolo dallo stampo dopo 10 minuti di raffreddamento e lasciandolo sulla griglia.
Tagliate il pan brioches a fette regolari, io ho usato il taglia fette perfette (ringrazio Valeria per avermelo regalato) e portatelo in tavola!
Il pan brioches è pronto!
Spero vi piaccia
Buona colazione a tutti
Grazie Mariabianca!
Un abbraccio 
Francesco


64 commenti:

  1. e io che ho fatto la mia misera colazione con il latte e 3 fette biscottate integrali :(
    le giornate iniziano bene quanto a tavola ce una meraviglia del genere..
    sei bravissimo fra...
    un abbraccio ..
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lia, ma sei a dieta? dai anche le fette sono buone!
      Un abbraccio e grazie per essere passata a trovarmi
      Bacioni

      Elimina
  2. devo provarlo !!!! :) grazieee,clara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clara, provalo sentirai che bontà! se lo vuoi aromatizzare puoi farlo con un po' di buccia d' arancia o limone!
      Baci

      Elimina
  3. caro Francesco,
    quanto mi piace questo pan brioches...è perfetto!!
    buona giornata
    anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, provalo se ne hai modo! :)
      Un abbraccio
      Francesco

      Elimina
  4. invitantissimo questo pan brioche!!! mi segno la ricetta e poi lo provo....sento già il profumino per casa. un caro saluto, peppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beppe, sono felice che te la sei segnata!
      Aspetto news!
      Baci

      Elimina
  5. mamma che delizia mia caro....ottima realizzazione davvero!
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara! sempre gentilissima!
      baci

      Elimina
  6. Anche se i tempi di lievitazione sono davvero lunghi per una impaziente come me che vorrebbe vedere i risultati subito(forse anche prima di subito!!)ho deciso di provare a fare questa ricetta,se non altro per vedere se riesco ad ottenere gli stessi risultati senza tutta quella bella attrezzatura della quale tu disponi.Hai addirittura il tagliafette,per fare le fette precise e uguali....hai ragione almeno i tuoi commensali non possono dire che fai favoritismi!!!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carissima, anche io sono come te, a me piace avere tutto e subito! ma per questa meraviglia di pan brioches credimi che vale la pena di aspettare! :)
      Io sono un caso a parte, adesso mi sono messo in testa di acquistare la sfogliatrice professionale da banco ma costa 3200 euro...aiutooooo!!!
      Beh il tagliafette è una cosa strepitosa... ma in vendita non l' ho mai visto!
      Bacioni

      Elimina
  7. Se deciderò di fare il pan brioches, farò il tuo...ha un aspetto eccezionale!

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, grazie infinite!
      A presto

      Elimina
  8. Ma sai che lo avevo notato questo splendido PanBrioche! proprio da Mariabianca,l'ho messo nella mia lista di cose da fare....chissà quando! intanto mi gusto il tuo che è perfetto,baci caro alla prossima Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ketty, Mariabianca sforna sempre delle cose deliziose!! poi è anche molto brava, ma sai che io sono anche stato a casa sua a cena? è bravissima davvero e ha una grandissima passione per la cucina!!
      Grazie di essere venuta a trovarmi cara!
      Un abbraccio

      Elimina
  9. buonissimo, bella l'idea di dar la forma con tutte le palline!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh l' idea me l' ha data mariabianca e l' effetto che si crea è davvero bello!!
      Un abbraccio e buona giornata
      francesco

      Elimina
  10. Che bello che ti è venuto, ce l'ho in lista questo senza impasto, prima o poi mi cimenterò... il tuo è perfetto, sei troppo bravo Francesco! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, credo che noi tutti abbiamo una lista infinita di cose da provare bavero? riusciremo a farle tutte?
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Bellissimo brioche questa te la copio!
    Bravissima un bacione!

    RispondiElimina
  12. Bravo? Direi bravissimo mio caro Francesco.....hai fatto un meraviglioso pan brioche. E noi che,solitamente,stiamo ad impastare per bene a mano o con la planetaria per almeno 10 minuti. Ancora stento a credere come si ottengano questi risultati con una mescolata di forchetta.Non ho avuto tanto tempo di cucinare ultimamente ma devo rifarlo con l'uvetta....ci penso continuamente...è un chiodo fisso...ahahahah.
    Bellissimo il tuo taglia fetta ( quante ne inventano però).
    Grazie per la citazione,un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria cara, quella brava sei tu! io mi sono limitato a "copiare" ... anche io penso spesso alla tua proposta con l' uvetta, se lo fai avvisami perchè voglio provare anche quello!
      Il tagliafette è un regalo della mia amica Valeria...
      Un grande abbraccio anche a te amica mia!
      Bacioni

      Elimina
  13. Questa ricetta senza impasto mi.piace molto!!! Complimenti Francesco, un abbraccio e buona serata, proverò molto presto questo magnifico pane:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cinzia, grazie a te!
      Baci e buona giornata!
      Francesco

      Elimina
  14. Checco, questo pan brioches è perfetto: sembra finto da quanto ti è venuto bene! :)
    Non ho Fresco, perciò dovrò seguire l'altra procedura che suggerisci, ma voglio provare a farlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kety, grazie davvero!
      Prova a farlo con l' altra procedura...altrimenti...dimmelo che ti faccio avere Fresco! :)
      Baci

      Elimina
  15. bravissimo Francesco e Bravissima Maria Bianca!!! avevo già visto questa meraviglia!!!! vorrei tanto farla ma, siccome sono una persona impaziente, mi spaventa l'idea di dover attendere tanto tempo per poterlo infornare....cmq è una trovata strepitosa e, prima o poi, mi cimenterò anch'io....Fresco o non Fresco!!!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimma cara, credimi aspettare che questo impasto sia pronto vale davvero!
      Mimma! maria l' ha fatto senza "fresco" ma visto che io ho tutti questi aiutanti in casa è proprio il caso che li usi non credi?
      Un abbraccio

      Elimina
  16. E' davvero una meraviglia!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  17. ti è venuto favoloso, questa ricetta me la segno per provarla, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è un premio che ti aspetto nel mio blog, un abbraccio SILVIA

      Elimina
    2. Ciao Silvia, grazie per essere passata e per il premio!
      Baci

      Elimina
  18. Ciao Francesco. Bellissimo il tuo pan brioche...io l'ho fatto giusto due settimane fa...! Anche senza il Fresco di cui parli...che non ho! Se non ricordo male ho aggiunto dell'uvetta, e l'ho fatto "riposare" in frigo circa trenta ore. E' venuto molto buono, lo rifarò presto.
    Ciao. Mafi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mafi, grazie, dai hai aggiunto le uvette? come ti è venuto? hai fatto le foto?
      Voglio provarlo anche io!!
      Baci

      Elimina
  19. Brava a Stefania per la marmellata e bravissimo a te per il tuo splendido panbrioches, meraviglioso. Mi piace tantissimo l'attrezzino per affettarlo, molto comodo. Buona giornata.
    PS: ho fatto le camille, sono venute fantastiche, la mia amica le ha mangiate con molto piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna, l' affetta fette perfette è davvero mitico!! specialmente se uno poi vuole surgelare le fette per averle pronte singolarmente!
      Sono felice che le camille ti siano piaciute! le hai pubblicate sul tuo blog?
      Bacini

      Elimina
  20. Hola Francesco! ma che bella il taglia fetta!!! nn sapevo manco dell'esistenza!!! dove lo vendono!!!!????ahahah
    Bella la brioche.. e il fatto della lunga lievitazione mi piace tanto... questa estate ho preparato delle ciambelle tipo graffe(credo sai cosa siano), cioè l'impasto dei krafen,
    x intenderci, la ciambelline con il buco, fritte e passate nello zucchero.... mamma mai che buone. ho tenuto l'impasto x diversi gg in frigo.... e poi friggevo le ciambelle. mai mangiate '' graffe'' così buone!! ... mi sa che devo fare un post... eheheh
    la ricetta nn è mia ma di un altra blogger... è ottima davvero.
    ciao e scusa x il monologo
    Dany :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dany, il taglia fette io non l' ho mai visto in vendita da nessuna parte, a me l' ha regalato la mia amica valeria! conosco molto bene le ciambelle e i krapfen! e le graffe! in sicilia li trovi dappertutto! non ho dubbi che siano venute buonissime :)
      Beh se crei il post avvisami così magari le faccio anche io!
      Baci

      Elimina
  21. Ciao Francesco, una meraviglia questo panbrioches e pure senza alcun impasto! sofficioso e semplice nel sapore! complimenti, quasi quasi ci uniamo alla merenda!
    un bacione

    RispondiElimina
  22. sembra (e sicuramente lo è) sofficissimo e buonissimo ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo Fabiola sentirai...
      Un abbraccio

      Elimina
  23. questa briosciona è una favola Francesco, quanto è morbida e chissà che profumino, complimenti!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Speedy, per capire la morbidazza di questa brioches bisogna provarla! :)
      Baci cara e a presto
      Francesco

      Elimina
  24. Si vede che è soffice...

    P.S.
    bello lo sfondo Natalizio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Doretta, mi sa che in settimana lo rifaccio :)
      Grazie, sono felice che ti piaccia!!
      Baci

      Elimina
  25. si franci sono a dieta ...
    però quanto ce da sgarrare si sgarra *__^
    un abbraccio e buon fine settimana..
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lia cara e perchè mai? stai benissimo!!
      Un abbraccio e buon sabato!

      Elimina
  26. Ciao Francesco,c'è un premio-amicizia da ritirare x te
    Ciao Dany :-D

    RispondiElimina
  27. Sì Francesco, io ho messo anche l'uvetta ed era molto buono. Qualcuno,quando l'ha assaggiato, ha detto che ricordava un po' il panettone...e, no, non ho fatto le foto... Non ho fatto in tempo! Ma se lo faccio ancora...foto assicurate!! Ciao, Mafi.

    RispondiElimina
  28. Ma daiii..pensa che ce l'ho in frigo da ieri sera a maturare..mi sa che in questi giorni è una mania questa brioches...Forte il tuo metodo a palline...:-)
    Baci baci!

    RispondiElimina
  29. Tesoro: adoro questa ricetta, quando vado in Francia ne faccio gran scopracciate ma io non lo farò mai!!!
    Troppo macchinoso e lungo.
    Per questo motivo ti anmiro per il tuo lavoro e ti di un bel 10 e lode!

    RispondiElimina
  30. Ciao Francesco, mi sai dire se questo tipo di pane,lo posso fare come pan brioche per farcirlo salato per il Natale in un buffet,prima di farlo mi dai qualche suggerimento,dato che lo scorso Natale quello che ho fatto(panettone gastronomico)non ha avuto successo.Rispondi.Ciao Francesca da Catania.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, piacere di conoscerti, che tipo di panettone gastronomico hai fatto lo scorso Natale? se hai pazienza io l' ho fatto ieri e devo solo fare la foto finale.
      Per quanto riguarda questo pan brioches ha un sapore neutro credo proprio che tu possa farlo, ma io in tutta sincerità non l' ho mai provato con il salato!
      Grazie per avermi scritto
      Francesco

      Elimina
  31. Ciao Francesco, piacere di conoscerti anche da me grazie per la risposta, non ricordo bene dove ho preso la ricetta forse l'ho presa da Giallo Zafferano.Grazie aspetto domani ancora ho tempo per decidere.Ciao ti farò sapere e anche tu mi farai sapere,da Francesca da Catania.

    RispondiElimina
  32. Ciao Francesco,bellissimo il tuo panettone gastronomico,mi sto attrezzando per farlo,al posto del malto come posso sostituirlo e se non si ha l'abbattitore? Ciao FRancesca da Catania.Buon Natale.

    RispondiElimina
  33. Ciao Francesco....mi sono decisa: devo provare questa meraviglia....grazie

    RispondiElimina
  34. Ciao Francesco,volevo sapere se questo impasto lo posso fare per il panettone gastronomico(farcito con salumi,salse etc) mi puoi rispondere al più presto lo vorrei fare per il compleanno di mio figlio.Ciao Francesca da Catania.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, come panettone gastronomico questa brioches non c'è la vedo... il panettone gastronomico ha una consistenza diversa.
      Ti consiglio di provare a fare il panettone gastronomico che ho fatto per Natale, puoi trovarlo Qui: http://www.lacucinadegliangeli.net/2012/12/panettone-gastronomico.html

      grazie per avermi scritto
      A presto

      Elimina

Ciao, se sei arrivato fin qui vuol dire che il mio blog ti è piaciuto, lasciami pure un tuo pensiero, lo custodirò gelosamente nel mio angolo di paradiso...
Se Non hai un profilo e commenti come anonimo per favore firmati, sarò felice di poterti rispondere chiamandoti per nome!
Grazie
Francesco

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli