sabato 12 ottobre 2013

Spezzatino con le pere

Carissimi Amici, come dice sempre la mia amica Ornella il gusto deciso della birra scura si compone a meraviglia con la carne rossa. E non fa certo rimpiangere il vino. Quest' oggi ho voluto realizzare uno spezzatino agrodolce con le pere sostituendo il vino con un' ottima birra scusa, il risultato? Beh giudicatelo voi!
Eccovi la ricetta di oggi!
Ingredienti: per 4 persone
Un kg di polpa di manzo tagliata a dadi
33 cl di birra scura
2 grosse cipolle bianche
2 pere Williams belle sode
un mazzetto di erbe aromatiche timo, alloro prezzemolo
2 cucchiaini di senape
80 gr di burro
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaio raso di zucchero
sale Q.b.
Procedimento:
Mettiamo in una pentola 40 gr di burro e facciamolo fondere a fuoco dolce, sbucciamo le cipolle  affettiamole fini e facciamole appassire nel burro per circa 20 minuti, controllandole spesso e aggiungendo, se necessario un filo d' acqua calda  perchè non si brucino.
Quindi togliamole dal fuoco e se non vi piace la cipolla intera frullatela ( io l' ho tenuta così)
In una casseruola dal fondo spesso mettiamo il rimanente burro e facciamolo fondere, aggiungiamo la carne e rosoliamola bene.
Aggiungiamo le cipolle, il mazzetto aromatico, un cucchiaio si aceto di mele
La birra, copriamo e cuociamo a fuoco bassissimo per circa due ore, aggiungendo un po' d' acqua calda di tanto in tanto per evitare che il fondo di cottura si asciughi troppo.
Quando mancano 20 minuti alla fine della cottura laviamo le pere, sbucciamole, tagliamole a spicchi non troppo sottili
 e uniamole alla carne.
 Proseguiamo la cottura a fuoco basso, quindi eliminiamo il mazzetto aromatico, togliamo dalla casseruola la carne e le pere e teniamole in caldo.
 Incorporiamo al fondo di cottura la senape, regoliamo di sale e mescoliamo bene, rimettiamo la carne e le pere nella casseruola per far insaporire qualche istante uniamo l' aceto e lo zucchero, facciamo sfumare  e serviamo subito.
 Il piatto è pronto! 
 Che ne dite? vi piace?
 I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: grande piatto da vino rosso strutturato questo spezzatino; potete spaziare tra i grandi vini rossi italiani, più o meno famosi. Come al solito io vi propongo quelli meno famosi, ma non meno buoni. Uno di questi è un vino piemontese poco conosciuto ma di altissimo livello; mi riferisco al:

- Ghemme d.o.c.g.

cantine consigliate: Cantalupo - Dessilani - Cà Nova



Buona giornata a tutti!
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli