mercoledì 11 dicembre 2019

Ragù vegetariano di funghi e lenticchie

Carissimi amici,
bentornati nella mia cucina. Tra i vari aiutanti  presenti nel mio regno "forse" non vi ho ancora parlato della crok-pot o più comunemente conosciuta come slow cooker, questo lettrodomestico è una pentola elettrica ideata per le cotture lunghe.
Domenica ho avuto ospiti a pranzo e, non sapendo con cosa condire la pasta  ho voluto preparare questo ragù vegetariano realizzato naturalmente con questa pentola e, il risultato è stato fenomenale. Il vantaggio di questa pentola è lo stesso che si ha usando la funzione di cottura lenta a bassa temperatura dell'abbattitore di temperatura Fresco, gli alimenti non si seccano, non si attaccano, non si bruciano e mantengono tutte le proprietà organolettiche e nutritive.
Questo succulento ragù può essere usato per condire la pasta, oppure può essere servito come antipasto su una polentina calda, o servito come contorno accompagnato con delle fette di pane casereccio tostato al momento.
Questa ricetta è stata proposta da Vivian Scotto D'Antuono sul gruppo dedicato alla slow cocker e leggendola mi ha ispirato così tanto che ho voluto provarla. Grazie Vivian.

Ma veniamo alla ricetta:

Ingredienti: per 6 persone 
700 ml di passata Mutti
1/2 bicchiere di vino rosso corposo
200 gr di lenticchie secche
500 gr di champignon Freschi
2 cipollati rossi freschi
1 costa di sedano verde
1 carota
1 spicchiò d'aglio
1 peperoncino
4 gocce di salsa Worcester
5 cucchiai di olio EVO
sale  Q.b.
Procedimento:
Affettiamo sottilmente i cipollotti aiutandoci con una mandolina, versiamo un filo d'olio in padella e facciamo soffriggere a fiamma moderata per 4/5 minuti .
Nel frattempo tagliamo a cubetti il sedano e la carota uniamoli ai cipollotti e facciamo rosolare altri 5 minuti.
Intanto che aspettiamo, puliamo i funghi e tagliamoli in 4 lasciando attaccato il gambo.
Versiamo nella crok-pot la passata, poi le lenticchie, il soffritto di sedano, carota e cipolla
 i funghi, la salsa Worcester, il sale e il peperoncino. Mescoliamo il tutto con un cucchiaio.
Chiudiamo con  il coperchio e facciamo cuocere per 8 ore in modalità how.
Passato questo tempo la pentola manterrà il ragù in caldo. 
Qualora non ci servisse subito accendiamo l'abbattitore di temperatura Fresco impostando la funzione di raffreddamento, versiamo il ragù nella teglia Inox e  raffreddiamolo per 60 minuti mescolandolo un paio di volte. Una volta freddo possiamo conservarlo in frigorifero per 7 giorni.
PS: Questo ragù può anche essere surgelato, per fare questo ci basterà porzionarlo direttamente nei contenitori (io uso quelli da muffin in silicone) e surgelarlo per 90 minuti utilizzando la funzione di surgelazione. Per rigenerarlo possiamo versarlo direttamente in padella aggiungendo un dito d'acqua e  scongelarlo a fiamma moderata fino a che non è  caldo da servire.
Il nostro ragù di funghi e lenticchie è pronto!!
Buon appetito a tutti.
Alla prossima ricetta...
Francesco 

domenica 24 novembre 2019

Petto d'anatra alla melagrana con riduzione di porto e purea di broccolo romano


Carissimi Amici, 
oggi è stata una giornata piovosissima e come tutte le giornate piovose, non potendo uscire ho deciso di passare del  tempo in cucina.
La ricetta che vi propongo oggi è stata realizzata dalla mia amica nonché  maestra di cucina Renata Piai per un corso di cucina realizzato con l'abbattitore di temperatura Fresco di Irinox. Mi è piaciuta così tanto che ho voluto realizzarla e naturalmente condividerla con voi.
Questo piatto si presta benissimo per colori e ingredienti ad essere preparato come portata principale per un pranzo delle feste. 
Che ne dite? vi va di provarlo? A voi la ricetta!

Ingredienti: per 4/6 persone
800 gr di petto d’anatra
600 gr di broccoli
1 melagrana
1 bicchiere di porto
50 gr di granella di pistacchio (facoltativo, io non l'ho messo)
3 rametti di rosmarino 
olio evo 
sale e pepe Q.b.
1 cucchiaino di maizena
  
Preparazione:
Accendiamo l’abbattitore di temperatura Fresco e impostiamo la funzione di raffreddamento rapido.
Laviamoi i broccoli, dividiamoli in cimette, disponiamoli nel cestello della pentola a pressione e cuociamoli per 4 minuti. Io li ho cotti nel cookeo. 


Una volta finito il tempo di cottura frulliamoli con un filo di olio d’oliva sufficiente ad ottenere una purea morbida e un pizzico di sale, poi passiamoli a  raffreddare in Fresco per 10 minuti togliamo e teniamo da parte.


Accendiamo l’abbattitore di temperatura Fresco e impostiamo la funzione di cottura lenta a 75° per 2 ore.
Prendiamo il petto d'anatra e tagliamolo in due incidendo con un coltello bel affilato la pelle.


Mettiamo a scaldare una padella sul fuoco e quando sarà rovente facciamo scottare il petto d’anatra prima sul lato della pelle per 3/4 minuti con il rosmarino, eliminiamo il grasso in eccesso,  giriamo la carne e cuociamola  per altri 3/4 minuti nell’altro lato, 


sfumiamo con il porto e il succo della melagrana. 


Togliamo il petto d’anatra dal fuoco adagiamolo sulla teglia inox di Fresco e passiamolo in abbattitore  a cuocere fino a che al cuore non raggiunga i 60°, per fare questo vi basterà inserire la sonda al cuore.


Quando il petto d’anatra sarà cotto, scaldiamo la purea di broccoli in un pentolino aggiungendo se necessario pochissima acqua. In un altro pentolino versiamo il fondo di cottura dell'anatra, aggiungiamo un cucchiaino di maizena e mettiamo sul fuoco ad addensare.


Tagliamo  il petto d'anatra a fette e adagiamolo sui piatti, aiutandoci con due cucchiai da cucina facciamo due quenelle di purea di broccolo e, infine nappiamo la carne con la salsa, e decoriamo qualche chicco di melagrana.


Il piatto è pronto.


Buon appetito.


Alla prossima ricetta.
Francesco  

lunedì 18 novembre 2019

Torta Margherita un classico per la colazione


Carissimi amici,
dopo una lunghissima assenza dovuta ad un susseguirsi di eventi finalmente torno con voi e al mio amatissimo blog.
In questo anno in cui sono stato mancato sono successe molte cose. L'anno scorso avevo lasciato Irinox per fare una nuova esperienza lavorativa ma, dopo un anno esatto  l'amore viscerale per il mio Fresco mi ha nuovamente fatto tornare sui miei passi e, da Maggio di quest'anno sono nuovamente tornato a lavorare con Fresco con più entusiasmo e passione di prima.

Oggi voglio condividere con voi una ricetta semplice e conosciutissima "la torta Margherita".
E' una tradizionale torta delle feste preparata nel nord e centro Italia. Deve probabilmente il suo nome alla forma di margherita che assume quando viene tagliata a spicchi. Ogni fetta del dolce rappresenta un petalo per lo zucchero a velo spolverato in superficie e la colorazione gialla interna.Questa è una torta contadina che in origine veniva fatta con pochi ingredienti: farina, fecola, zucchero e uova. La preparazione ottenuta era simile ad un pan di Spagna ideale per essere inzuppato.Presso molte famiglia c'era il rito dello scambio della torta margherita che avveniva in particolari occasioni d'incontro: visite di cortesia, fidanzamenti, feste. Gli ospiti portavano il loro dolce per riceverne in cambio un'altro dai padroni di casa, la finalità del gesto era collegata al reciproco elogiare la sincerità di sentimenti e le virtù possedute.Oggi la ricetta della torta margherita prevede l'aggiunta  burro o olio, un segreto della sua bontà sta nella sofficità, ottenuta montando a neve fermissima gli albumi o come nel mio caso le uova intere.

Ingredienti: per una tortiera da 28 cm di diametro
200 gr di zucchero semolato
6 uova intere a temperatura ambiente 
un pizzico di sale
100 gr di farina 00
100 gr di fecola di patate 
200 gr di burro fuso freddo
un pizzico di vaniglia in polvere
4 gr di lievito per dolci
zucchero a velo Q.b. per decorare.

Procedimento:
Versiamo nella planetaria lo zucchero e le uova intere, un pizzico di sale e la vaniglia, con la frusta a filo montiamo il composto per 10 minuti alla massima velocità fino a renderlo soffice e spumoso.


Togliamo la ciotola dalla planetaria e aggiungiamo al composto di uova la fecola e la farina setacciati insieme al lievito, mescolando dal basso verso l'alto con una spatola.


Una volta incorporato al composto tutta la farina preleviamone 4 cucchiai e stemperiamoli nel burro fuso e freddo (questo accorgimento farà si che il nostro composto non si smonti).


Aggiungiamo il composto alla massa principale.


Imburriamo e infariniamo uno stampo da 28 cm di diametro, versiamo all'interno il composto facendolo cadere morbidamente all'interno.


Inforniamo la nostra torta margherita a forno caldo a 160° per 40 minuti. Finito questo tempo facciamo la prova stecchino per vedere se è pronta e se viene fuori asciutto la torta è perfetta.


Dieci minuti prima della fine della cottura accendiamo l' abbattitore di temperatura Fresco e impostiamolo sulla funzione abbattimento rapido. 


Quando la torta è  pronta sforniamola mettiamo lo stampo in Fresco e dopo dieci minuti capovolgiamola sulla griglia (questo farà si che non si formi umidità alla base e la torta si raffredda molto più velocemente) facciamola raffreddare in tutto  40 minuti.



Spolverizziamo la torta con dello zucchero a velo e serviamola.


PS:Se volessimo surgelare questa deliziosa torta intera per averla pronta per la colazione del mattino ci basterà usare direttamente la funzione di surgelazione delicata  per 90 minuti e una volta surgelata metterla in un  sacchetto da Freezer e conservarla in congelatore. Oppure se volessimo porzionarla passati i primi 20 minuti di raffreddamento possiamo sformarla, tagliarla a spicchi e far finire la funzione di surgelazione delicata.
Per scongelarla possiamo o usare la funzione di scongelamento rapido a 25° per 15 minuti oppure tirare fuori dal freezer le fette che ci servono e lasciarle a temperatura ambiente per 15/20 minuti ed averla nuovamente Fresca come appena fatta!

Alla prossima Ricetta 
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli