venerdì 28 giugno 2013

La brioches Siciliana quella "co tuppu"


Carissimi Amici della Cucina degli Angeli, dopo varie richieste di postare queste brioches, oggi mi son deciso a farle...
Sentire lo sprigionarsi del profumo che emanano in cottura mi ha riportato indietro di ben 23 anni, quando da bambino mio padre mi portava la Domenica al bar per mangiare a colazione la famosissima "brioscia 'ca granita".
Ogni Siciliano che si rispetti si vanta di questa meraviglia Siciliana, che di per sè non ha nulla di particolare ma rappresenta per i turisti una vera attrazione, da consumare rigorosamente al tavolino di un bar di paese...oppure in qualche lussuosissimo bar di via Etnea a Catania...
Ma veniamo alla ricetta...
Ingredienti: per 10 brioches
500 gr di farina manitoba
75 gr di zucchero semolato
75 gr di burro fuso freddo
2 uova
25 gr di lievito di birra fresco
10 gr di sale
175 gr di latte
50 gr di aroma spumadoro (sostituibile con della buccia d'arancia e limone grattugiata)
10 gr di miele
1 bustina di zafferano
Procedimento:
Nel boccale versiamo il latte, il lievito e il miele e mescoliamo 1 min. 37° vel. 3,
sbattiamo  leggermente le uova con  la bustina di zafferano
aggiungiamo nel boccale il burro fuso, lo zucchero, lo spumadoro, la farina
impastiamo 15 min. vel. spiga. quando l'impasto inizia ad assumere consistenza (dopo 2 min. circa) aggiungiamo il sale e continuiamo ad impastare.
Togliamo l'impasto dal boccale, lavoriamolo qualche minuto con la spatola, adagiamolo in una ciotola di vetro
e mettiamo a lievitare l' impasto coperto con della pellicola per 2 ore circa nel Fresco usando la funzione lievitazione naturale a 28°
In una ciotolina sbattiamo un tuorlo d'uovo con un pò di latte.
Passato il tempo di lievitazione sgonfiamo l'impasto con la spatola (risulterà un pò appiccicoso),
infariniamo bene il piano di lavoro e porzioniamo l'impasto in palline da 80 gr l'una,
più delle altre piccole da 15 gr. Adagiamo le palline di brioches sulla teglia foderata con carta forno,pratichiamo con il pollice una depressione al centro della pallina più grande spennelliamo con il tuorlo d'uovo mischiato al latte
 e adagiamo sopra il "tuppo" (la pallina più piccola) pigiamo un po' per farla aderire bene,ri-spennelliamo
e mettiamo a lievitare in fresco sempre usando la funzione lievitazione naturale per altre 2 ore a 28°
Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione accendiamo il forno impostando
la temperatura a 200°.
Allo scadere della lievitazione, ri-spennelliamo generosamente le brioches,
inforniamo e abbassiamo la temperatura a 180° cuociamo per 20 min.
Sforniamo le brioches e portiamo tiepide in tavola...

Se avete un ottima granita a fianco sarebbe il massimo altrimenti...
Buona colazione a tutti!!
Francesco

Spezzatino con piselli e patate


Carissimi amici, quest' oggi vista la temperatura fredda e visto anche che questo piatto ha ricevuto ben  16694 visite ho voluto rifarlo e per ringraziarvi ho aggiunto delle nuove foto con il passo passo.Pensate è una ricetta che ho pubblicato nel lontano 6 Ottobre 2009 e sapere che nonostante non avesse tutte le foto dei passaggi  è stata la più visita è una vera soddisfazione. Grazie!
Quello che vi propongo è lo spezzatino con le patate come lo fa la mia nonna...
Eccovi la ricetta!
Ingredienti: per 4 persone
500 gr di bocconcini di vitello (io avevo del filetto di manzo che ho tagliato a cubetti)
200 gr di pezzettoni di pomodoro
300 gr di piselli surgelati
100 gr di vino rosso
40 gr di olio EVO
1/2 cipolla
1 piccola gamba di sedano
1 carota
2 patate medie
1 pizzico di peperoncino (se gradite)
sale Q.B.
Farina Q.B. per infarinare i bocconcini
Procedimento
Laviamo e mondiamo il sedano la carota e la cipolla,
mettiamo il tutto nel boccale 2 sec. vel 7 e raccogliamo il trito con la spatola
Aggiungiamo l'olio e soffriggiamo 3 min. 100° vel 1.
Nel frattempo in un contenitore mettiamo due cucchiai di farina ci versiamo i bocconcini chiudiamo con il tappo e agitiamo (questo è un buon metoto per infarinare al meglio i bocconcini)
Aggiungiamoi bocconcini al soffritto insaporiamo 10 min temp varoma vel soft antiorario.
Versiamo il vino rosso e sfumiamo altri 5 min temp.varoma vel soft antiorario.
Aggiungiamo la polpa di pomodoro, saliamo mettiamo se ci piace il peperoncino e cuociamo 15 min 100° antiorario vel soft.
Passato questo tempo aggiungiamo i piselli surgelati e impostiamo altri 25 minuti sempre 100° antiorario vel soft.
Nella'attesa sbucciamo le patate e le tagliamo a quadrettoni.
Passati 25 min aggiungiamo le patate e completiamo la cottura per altri 15 minuti.
Aggiustiamo di sale e serviamo
Il piatto è pronto!
Buon appetito!!!
Alla prossima ricetta
Francesco

martedì 25 giugno 2013

Risotto dall' orto al mare "tutti cuochi per te la quarta sfida!"



Carissimi Amici, come sapete sto partecipando ad un' iniziativa lanciata dalla Ponti in collaborazione con Chiara Maci. Quella che vi propongo oggi è la quarta di sei prove da superare per poter partecipare dal vivo ad una sfida tra blogger direttamente in Tv.
Bene, la sfida continua e questa volta si chiama:
"Hey sono un cuoco 5 stelle!" 
Gli chef stellati sanno trasformare un piatto con ingredienti semplici e locali in un piatto da re, giocando tra abbinamenti gourmet e presentazioni spettacolari.
Con quale piatto conquisti la quinta stella? quale presentazione farà esclamare ai tuoi amici "sembra un piatto da ristorante"?

Realizzare un piatto a tema utilizzando i seguenti ingredienti

  • riso a scelta (ho usato il riso arborio perfetto per questo piatto)
  • Basilico (l' ho usato sia nel ripieno dei totani che nel condimento per dare quel tono profumato al piatto)
  • Un pesce / crostaceo ( da buon siciliano ho scelto di usare i totani, i gamberoni imperiali e le mazzancolle)
  • Almeno due prodotti ponti a scelta (ho scelto i peperoni peperlizia e il dolceagro condimento delicato Ponti)
Il tutto si svolgerà sulla pagina Facebook Cuoco di fulmine dove man mano all' interno di un album verranno inserite le ricette in gara e tutti possono dare il loro voto attraverso un like! cosa aspettate? correte subito sulla pagina facebook e se trovate la mia ricetta interessante mettete il vostro like mi fareste un grande regalo e mi aiutereste ad andare in televisone.
La ricetta è stata inserita nell' album di cuoco di fulmine per dare il vostro Like cliccate QUI

Ingredienti: per 4 persone
Per il risotto
280 gr di riso arborio
4 gamberoni imperiali
1/2 cipolla
1 spicchio d' aglio
12 cozze fresche sbollentate
100 gr di fave fresche sbollentate (io ho usato quelle surgelate)
1 confezione di peperoni peperlizia
1 litro di brodo vegetale
30 gr di olio EVO
1 bicchiere di vino bianco secco
1 cucchiaio di paprica dolce
Per i totani ripieni:
4 totani freschi
150 gr di macinato di vitello
150 gr di macinato di maiale
1 uovo sodo tagliato a dadini
2 tuorli d' uovo
un ciuffetto di basilico fresco
un ciuffetto di prezzemolo fresco
per la cottura dei totani:
1/2 cipolla
1 carota
10 pomodorini ciliegino
3 foglie di basilico
30 gr di dolceagro ponti
2 dl di brodo vegetale
sale e pepe Q.b.
Procedimento:
Tagliamo i pomodorini e la carota a cubetti;
 Tagliamo l' uovo sodo a dadini.
Prepariamo il ripieno per i totani; In una ciotola mettiamo la carne trita di vitello e maiale, aggiungiamo i tuorli d' uovo, il basilico e prezzemolo tritati, l' uovo sodo a cubetti saliamo pepiamo e amalgamiamo bene il tutto.
farciamo i totani e chiudiamo l' estremità con lo stuzzicadenti
infine passiamoli nella farina e teniamoli da parte.
In una padella soffriggiamo nell' olio la cipolla tagliata a dadini, la carota e le foglioline di basilico, aggiungiamo i totani ripieni e rosoliamoli per 3/4 minuti
sfumiamo con il dolceagro Ponti e facciamo evaporare, uniamo i pomodorini tagliati a cubetti e il brodo
 e cuociamo lentamente a recipiente coperto per 20 minuti 
In un pentolino versiamo un dito d' acqua, puliamo le cozze versiamole nella pentola e facciamole aprire 
 una volta cotte apriamole e teniamo solo la parte con il mollusco
Puliamo i gamberoni imperiali e le mazzancolle lasciando ai primi la testa e la coda (togliamo solo il carapace) e agli ultimi lasciamo solo la codina, laviamoli e teniamoli da parte.
 Ecco i totani dopo 20 minuti di cottura.
Nel frattempo sbianchiamo  le favette surgelate e quando sono pronte raffreddiamole rapidamente in Fresco ed eliminiamo la pellicina esterna.
 Lessiamo o cuociamo a vapore i gamberoni imperiali
Andiamo a preparare il risotto; mettiamo a bollire in una pentola il brodo, mentre in un' altra soffriggiamo nell' olio la cipolla e l' aglio
 Togliamo quest' ultimo, quindi uniamo il riso e tostiamolo leggermente.Aggiungiamo la paprika dolce e sfumiamo con il vino bianco
Uniamo poco per volta il brodo e cuociamo il riso per il tempo indicato sulla confezione, il mio ha cotto 16 minuti.
Intanto che aspettiamo tagliamo i peperoni peperlizia a rombi
Quando mancano 3 minuti alla fine della cottura  uniamo al riso le mazzancolle, le fave e una parte di peperoni tagliati e finiamo di cuocere. Infine aggiustiamo di sale e pepe.
 Intanto che aspettiamo affettiamo il totano ripieno.
 Andiamo ad allestire il piatto; disponiamo il riso nei piatti individuali o come ho fatto io in ciotoline di terracotta, guarniamo con i calamari tagliati a rondelle, le cozze, e i peperoni a rombi tenuti da parte.
Il piatto è pronto!
che ne dite?
Un particolare...


I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: per questo primo piatto ricco vedo bene, nonostante il pesce, un vino rosso giovane con buona acidità. Uno dei miei preferiti è il:
- Barbera d'Asti d.o.c.g.

cantine consigliate: Braida - Martinetti - La Spinetta




Alla prossima sfida...seguitemi mi raccomando!
Un abbraccio
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli