martedì 30 aprile 2013

Caserecce fredde con verdurine ed erbe aromatiche



Ciao Amici, come state? spero bene, come vi raccontavo qualche post fa mi sono finalmente preso il torchio e con esso una serie di trafile tutte da provare come quella delle caserecce che vado a proporvi oggi. Questo tipo di pasta mi riporta un po' alla mia infanzia, a casa mia non mancavano mai, mia mamma le faceva sempre e poi le condiva con il ragù o con il sugo delle costine...una vera delizia!
Il condimento che ho scelto per queste caserecce è molto facile da fare, gustoso e sopratutto fresco, lo si può realizzare in anticipo ed è un' ottima variante al solito riso freddo che facciamo in estate. 
Spero che la ricetta sia di vostro gradimento...
Ingredienti:per 4 persone
2 carote medie
1 zucchina grande 
150 gr di mozzarelline ciliegia
120 gr di piselli freschi o surgelati
4 rametti di timo
qualche foglia di prezzzemolo
Il succo di un limone
Olio Q.b.
sale e pepe Q.b.
un pizzico di bicarbonato
Procedimento:
Prepariamo le caserecce come spiego nel mio post Qui.
Accendiamo l' abbattitore di temperatura Fresco e impostiamo la funzione abbattimento rapido.
Tagliamo a cubetti la zucchine e le carote e tagliamo le mozzarelline in 4
Mettiamo a bollire una pentola l'acqua con un pizzico di sale e la punta di un cucchiaino di bicarbonato. Appena inizia a bollire lessiamo tutte le verdure insieme per 5 minuti 
e una volta cotte, passiamole rapidamente in fresco a raffreddare (questo passaggio bloccherà la cottura, l' evaporazione e l' ossidazione e manterrà le verdure del suo colore brillante e acceso)
 Mentre aspettiamo, tritiamo il prezzemolo e spremiamo il limone.
In una ciotola versiamo il succo del limone spremuto, il prezzemolo, le foglioline di timo, il sale e il pepe, aggiungiamo le verdure fredde,
uniamo le mozzarelline e mescoliamo.
 Mettiamo sul fuoco una pentola d' acqua saliamo e appena raggiunge il bollore lessiamo le caserecce per qualche minuto dal bollore. 
 Scoliamo la pasta e passiamola in fresco a raffreddare rapidamente per 15 minuti
Condiamoli con la salsa di verdure e mozzarella 
 Disponiamo le caserecce nei piatti e serviamo 
 Il piatto è pronto!

I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: questo bel primo piatto leggero e sfizioso richiede l'abbinamento ad un vino bianco semplice ed informale. In Veneto abbiamo tanti vini bianchi con queste caratteristiche; mi viene in mente ad esempio il:

- Lugana d.o.c.

cantine consigliate: Le Morette - Zenato - Ottella


Alla prossima ricetta
Buon appetito a tutti e buona settimana!
Francesco

lunedì 29 aprile 2013

Caserecce trafilate al torchio


Carissimi Amici, come state? 
Qualche post fa vi avevo raccontato del mio nuovo acquisto il torchio per fare la pasta, dopo aver provato i maccheroncini rigati, oggi finalmente ho trovato un' oretta per poterlo sperimentare nuovamente, questa volta con un' altra trafila quella delle caserecce.In questo mio post vi faccio vedere la realizzazione di questo formato eccezionale nel prossimo post vi farò vedere con che sugo l' ho condita.
Eccovi la ricetta delle caserecce trafilate al torchio
Ingredienti: per 4/6 persone
100 gr di farina di semola rimacinata di grano duro
400 gr di farina tipo 0
190/195 gr di acqua
Procedimento:
Montiamo il gancio a K e versiamo nella ciotola del KCC le farine impostiamo la velocità minima e versiamo in due o più riprese l' acqua in tutto impastiamo 40 secondi.
Solleviamo il braccio, stacchiamo l' impasto dal gancio, richiudiamo, inseriamo il para schizzi e azioniamo il KCC per 1 minuto a velocità graduale dalla 1 alla 5 in maniera tale da ottenere un' impasto a briciole come nella foto qui sotto.
 Adesso togliamo il gancio e la ciotola e montiamo il torchio nella parte frontale del KCC.
Spolveriamo la tramoggia e il piatto con della semola di grano duro versiamo l' impasto e facciamone cadere un po' nella tramoggia, (non versatene tanto altrimenti farà fatica a trafilare).
 Avviamo il torchio a velocità 1 e cominciamo a trafilare tagliando i maccheroncini alla lunghezza desiderata. Man mano che vengono fuori tagliamoli con l' apposito braccio e facciamoli cadere su un vassoio infarinato.
  Vi consiglio di aspettare a buttar dentro altro impasto nella tramoggia fin quando non intravedete l' elica. Continuiamo così fino alla fine dell' impasto.
 Ecco finalmente anche le caserecce,

inutile dirvi che la soddisfazione è stata grandissima, ringrazio Daniele per la sua splendida ricetta, sicuramente mi cimenterò a fare anche gli altri formati di cui ho già preso le trafile.
 che ne dite? 
A domani con un' altra splendida ricetta: 
Le caserecce trafilate al torchio con verdurine ed erbe aromatiche
Baci
Francesco

domenica 28 aprile 2013

Torta sofficie alla panna con il crisp

Buongiorno Amici, oggi finalmente una splendida giornata di sole che mette allegria e voglia di fare. Mi sono alzato da poco ed era una splendida giornata fino a quando non ho realizzato che avevo finito il dolce per la colazione. Non sono il tipo che si dispera facilmente così ancor prima di lavarmi il viso mi sono messo a fare la torta che vi propongo oggi. 
Sento già qualcuno di voi che dice che non ho tutti i venerdì apposto (visto che l' ho anche fotografata) ma io sono fatto così!
Questa torta è di Anaroma, la prima volta che l' ho provata non avevo ancora Fresco e obiettivamente non mi era piaciuta una volta fredda. Se qualcuno di voi ha già realizzato dei dolci con il crisp, può confermare che  sono accettabili se mangiati subito, ma già dopo qualche ora iniziano a diventare collosi e gommosi. Raffreddando velocemente la temperatura con Fresco blocchiamo l' evaporazione e la sovracottura del dolce per cui rimane soffice per giorni come quello che realizziamo in forno, ma con il vantaggio che a farlo abbiamo impiegato solo 8 minuti e non 40 minuti come quando usiamo il forno tradizionale. Ho provato a fare questo dolce anche sostituendo la panna con del latte fresco e il risultato è stato eccezionale pensate che era venuto così morbido che l' ho tagliato a metà e l' ho farcito con della crema pasticcera.
Ma veniamo alla ricetta di oggi.
Ingredienti: per una tortiera crisp alta da 26 cm di diametro
210 gr di zucchero semolato
3 uova medie (60 gr l' uno)
200 gr di farina 00
50 gr di farina di nocciole o farina di mandorle
250 gr di panna fresca o 250 gr di latte fresco
1 bustina di lievito per dolci da microonde
1 pizzico di sale
Procediemnto:
Montiamo nel KCC la frusta a filo, versiamo dentro lo zucchero e le uova e montiamo alla massima velocità per 5 minuti.
Uniamo adesso tutti gli altri ingredienti e amalgamiamo  40 sec. a Vel. 3
 Spruzziamo la tortiera con del burro liquido o in mancanza di quello imburriamola e infariniamola, poi versiamo dentro il composto e livelliamolo con la spatola
Pre raffreddiamo  fresco e impostiamo la funzione abbattimento rapido.
 Passiamo la torta a cuocere nel whirlpool 6th sense con la funzione crisp per 8 minuti, poi lasciamola 2 minuti ancora dentro al forno.
Sforniamola e passiamola in Fresco a raffreddare per 40 minuti, (togliamola dallo stampo e capovolgiamola sulla griglia dopo 15 minuti dall' inizio del raffreddamento) poi spolverizziamola di zucchero a velo e gustiamola
 La torta è pronta!
 Spero vi piaccia!
Buona colazione a tutti!
e alla prossima ricetta
Francesco

lunedì 22 aprile 2013

Torta di asparagi

Carissimi Amici, ben trovati. Quest' oggi nel mio frigo c' erano degli asparagi, inizialmente l' idea era quella di fare i classici asparagi e uova magari accompagnati con una salsina, poi frugando bene nel frigo avevo della ricotta e delle uova così ho deciso di fare la torta che vado a proporvi oggi.
Questa torta ha un gusto delicato e un guscio croccante e si presta molto bene sia come antipasto per una cena chich (se lo realizziamo monoporzione) oppure visto che tra qualche giorno sarà il 25 Aprile come torta da portare via per il pic nic voi che ne dite?
Eccovi la ricetta di oggi!
Ingredienti: per 8 persone tortiera da 24 cm di diametro

Per la pasta:
200 gr di farina 0
100 gr di burro a temperatura ambiente
150 gr di ricotta di pecora
1 cucchiaino di sale fine
pepe Q.b.
Per la farcia:
30 gr di parmigiano reggiano a pezzetti
50 gr di scamorza affumicata
1 mazzetto di asparagi
100 gr di ricotta di pecora
3 uova
sale e pepe Q.b.
Qualche foglia di basilico fresco
Procedimento:
Accendiamo Fresco e impostiamo la funzione abbattimento rapido.
Peliamo gli asparagi con un pelapatate, laviamoli e disponiamoli nella campana e nel vassoio del varoma e teniamo da parte.
Versiamo nel boccale del bimby, la farina, il burro, la ricotta, il sale e il pepe e impastiamo velocemente 20 sec. vel. 6
 Togliamo l' impasto dal boccale, lavoriamolo qualche minuto sul tavolo dandogli la forma di una sfera, appiattiamolo leggermente e avvolgiamolo nella pellicola per alimenti
 Passiamolo in fresco a raffreddare per 20 minuti circa 
 Senza lavare il boccale versiamo dentro acqua sufficiente a coprire le lame, uniamo qualche fogliolina di basilico, chiudiamo con il coperchio, adagiamo sopra il varoma e cuociamo 20 minuti temperatura veroma Vel. 2
Imburriamo uno stampo da crostata con il fondo amovibile di 24 cm di diametro
Passato il tempo di cottura degli asparagi togliamoli dal varoma e passiamoli in fresco a raffreddare rapidamente per 15 minuti (questo processo bloccherà la cottura degli asparagi, l' evaporazione, la proliferazione batterica e l' ossidazione per cui i nostri asparagi rimarranno belli verdi per ben 7 giorni)
 Laviamo il boccale, mettiamo dentro il grana e tritiamo 10 sec. vel. 10
 Aggiungiamo 100 gr di asparagi a tocchetti, la scamorza e amalgamiamo il tutto 4 sec. vel. 8
Aggiungiamo la ricotta, le uova, il sale e il pepe e mescoliamo 15 sec. vel. 4
 Prendiamo l' impasto e tiriamolo in una sfoglia del diametro più grande della tortiera
Foderiamo la tortiera con la pasta pressando bene i bordi e togliendo con le dita la pasta in eccesso
Versiamo alla base il composto di asparagi 
 Tagliamo gli asparagi della misura della teglia e dividiamoli a metà
Decoriamo la torta con gli asparagi formando una raggiera
Inforniamo a 180° per 50/60 minuti a seconda del vostro forno.
 Sforniamo e se non consumiamo subito  la torta, passiamola  in fresco a raffreddare per 45 minuti usando la funzione abbattimento rapido. pensate alla comodità di avere fresco, possiamo preparare questa torta già oggi e averla pronta come appena fatta fino a 7 giorni! non male vero?
Eccola  pronta da gustare  
 che ne dite? vi piace? io l' ho trovata deliziosa e poi in prossimità del 25 aprile si presta davvero bene anche da portare via!
La fetta!



I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: i piatti con asparagi richiedono sempre dei vini bianchi con una importante intensità aromatica. A me piace molto l'abbinamento con un vino molto aromatico prodotto in Alto Adige. Mi riferisco al:

- Gewurtztraminer Alto Adige d.o.c.

cantine consigliate: Terlano - Ritterhof - Baron Di Pauli


Alla prossima ricetta
Buon appetito a tutti e buon inizio settimana!
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli