giovedì 5 settembre 2013

Arrosto di Maiale al vino rosso e mirtilli cotto a bassa temperatura.

Carissimi, bentornati nella mia cucina. Quest' oggi voglio condividere con voi questa succulenta ricetta semplice e al tempo stesso speciale. Come sapete l' abbattitore di temperatura Fresco ha anche la funzione cottura lenta che rende qualsiasi carne davvero morbida esaltandone il gusto  e preservandone tutti i nutrienti e sopratutto il peso. La carne che ho usato oggi è un' arista di maiale, carne diciamo piuttosto difficile da far rimanere morbida e succosa ma fatta in questo modo vi lascerà a bocca aperta.
Eccovi la ricetta...
Ingredienti: per 6 persone
800/1000 kg di lonza di maiale legata
1 cipolla rossa di tropea
8 foglie di alloro
8 foglie di salvia
4 rametti di timo
400 gr  di vino rosso Negramaro
1 cestino di mirtilli freschi
1 cucchiaino di bacche di ginepro
Olio EVO
sale e pepe Q.b.
Procedimento:
La sera prima; tritiamo  gli aromi finemente in un cutter.
Disponiamo la lonza su un foglio di carta forno e massaggiamola da tutti i lati con il trito; pepiamola e avvolgiamola nel foglio di carta. 
Passiamola in frigorifero a riposare per una notte intera..
Accendiamo l' abbattitore di temperatura Fresco e impostiamo la funzione cottura lenta a bassa temperatura a 75°. (se non avete fresco accendete il forno e impostate la temperatura a 160°)
Scaldiamo in una casseruola 3 cucchiai d' olio, aggiungiamo la lonza e rosoliamola, 
poi uniamo la cipolla affettata, le bacche di ginepro; 
saliamo e cuociamo per 10 minuti circa finche la cipolla diventa quasi trasparente. 
Bagniamo la carne con il vino rosso, lasciamo sfumare a fiamma vivace e cuociamo per altri 10 minuti a fuoco medio, girando la carne sul fondo di cottura.
Trasferiamo la carne nella teglia con il suo fondo di cottura e cuociamola in Fresco a 75° per 3 ore circa, (oppure passatela in forno caldo a 160° per 30 minuti, poi uniti i mirtilli  e proseguite la cottura per altri 40 minuti).
dopo 30 minuti di cottura uniamo 1 cestino di mirtilli e continuimo a cuocere fino a quando la temperatura al cuore non raggiunga i 65° - 70°.
Trasferiamo la carne in un piatto da portata affettiamola e accompagnamola con i mirtilli.
Il piatto è pronto!
Non mi resta che augurarvi buon appetito.

PS: Se non servite la carne subito  fatela raffreddare impostando fresco sulla funzione abbattimento rapido per 2 ore, potrete averla come appena fatta per 7 giorni oppure se avete una macchina per il sottovuoto potete conservarla sottovuoto in frigo per ben 21 giorni. Se invece volete surgelarla, potete tagliare a fette la carne, porzionare la salsa ai mirtilli e surgelarla con fresco usando la funzione surgelazione rapida per 2 ore, al momento del servizio mettete la salsa ancora surgelata in un tegame, fatela sciogliere a fuoco vivace e adagiatevi sopra le fette di arrosto ancora surgelate, fatele cuocere qualche minuto rigirandole un paio di volte e portatele in tavola.

 I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni:

Alla prossima ricetta
Francesco

4 commenti:

  1. Immagino che sapore!!!!

    pastaenonsolo.it

    RispondiElimina
  2. noooo!!!!!! adoro il maiale cucinato con la frutta!!!!! ma quì i mirtilli non esistono....come li sostituisco???
    bacioni!!!

    RispondiElimina
  3. Che bontà!!! Anche io Cucino l'arrosto a basse temperature...è la migliore soluzione per un ottimo risultato, bravissimo! Alla prossima ciaooo

    RispondiElimina
  4. Straordinario. Interessante l'accostamento ginepro-cipolla rossa. Quanto ai frutti rossi in riduzione, è i geneer che adoro su questo tipo di carni !

    RispondiElimina

Ciao, se sei arrivato fin qui vuol dire che il mio blog ti è piaciuto, lasciami pure un tuo pensiero, lo custodirò gelosamente nel mio angolo di paradiso...
Se Non hai un profilo e commenti come anonimo per favore firmati, sarò felice di poterti rispondere chiamandoti per nome!
Grazie
Francesco

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli