giovedì 29 novembre 2012

Pan brioches senza impasto morbidissimo

Buongiorno a tutti, avete dormito bene? Io questa mattina ho iniziato la mia giornata con due fettine di pan brioches e della marmellata di mele cotogne regalatami dalla mia amica Stefania. 
Il pan brioches che vado a proporvi oggi, è una delle cose più semplici e banali che io abbia fatto nella mia cucina e non sto scherzando credetemi. 
Giro spesso tra i blog dei miei amici per ammirare e commentare le loro creazioni, infatti la ricetta  di oggi proviene dal  blog della mia amica Mariabianca che stimo molto e che apprezzo per la sua cura e passione in cucina. Non servono grandi aiutanti come impastatrici e simili per ottenere questo pan brioches da "URLO", ma basta una semplice forchetta, una ciotola e....
eccovi la ricetta di oggi.
Ingredienti:
250 gr di farina manitoba
2 uova a temperatura ambiente
75 gr di acqua tiepida
100 gr di burro sciolto e freddo
50 gr di miele millefiori
12 gr di lievito di birra
un pizzico di sale
Per la finitura:
un tuorlo
Un po' di latte
granella di zucchero Q.b.
Procedimento:
Accendiamo l' abbattitore di temperatura "Fresco" e impostiamo la funzione lievitazione naturale a 26°.
Sciogliamo al microonde il burro a 350W  e facciamolo raffreddare.
Pesiamo in una ciotola di vetro la farina, uniamo le uova, il burro, il miele, e un pizzico di sale. 
In una ciotolina, sciogliamo il lievito nell' acqua tiepida e aggiungiamolo alla ciotola con gli altri ingredienti. Mescoliamo il tutto con una semplice forchetta fino ad ottenere un impasto senza grumi. 
Depositiamo l' impasto coperto con un telo bagnato nel fresco a 26° per 2 ore, poggiango sopra la griglia per non farlo volare.
Se non avete fresco con la funzione camera di lievitazione procedete così: accendete il forno a 250° per 3 minuti, poi spegnete e lasciate la luce accesa, infine inserite dentro l' impasto con una ciotolina di acqua calda e fate lievitare per due ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, togliete la ciotola dal fresco o dal forno, copritela con della pellicola per alimenti e riponetela in frigo a riposare dai 2 ai 5 giorni, io personalmente ho lasciato l' impasto in frigo a maturare per due giorni.
Imburriamo uno stampo da plum cake e foderiamo la base con della carta forno.
Togliamo l' impasto dal frigo, infariniamo il piano e rovesciamoci sopra l' impasto dandogli un paio di pieghe, dopo procediamo con la pirlatura o arrotondamento (consiste nel far roteare l' impasto sul piano infarinato per dargli la forma di una sfera) per dare forza all' impasto. 
Dividiamo l' impasto 12 palline grandi e 15 palline piccole e adagiamole nello stampo, 
infine depositiamo l' impasto così formato in fresco a lievitare usando la funzione camera di lievitazione per 2/3 ore circa fino a quando l' impasto non raggiunge il bordo. Se non avete fresco seguite le indicazioni per la lievitazione in forno che ho scritto sopra.
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 170° dopo, spennelliamo la superficie del pan brioches con il tuorlo leggermente sbattuto con un pizzico di latte e decoriamo con la granella di zucchero. 
Inforniamo a 170° per 25 minuti.
10 minuti prima della fine della cottura accendiamo fresco usando la funzione abbattimento rapido Sforniamo il pan brioches e passiamo a  raffreddare in Fresco per 1 ora togliendolo dallo stampo dopo 10 minuti di raffreddamento e lasciandolo sulla griglia.
Tagliate il pan brioches a fette regolari, io ho usato il taglia fette perfette (ringrazio Valeria per avermelo regalato) e portatelo in tavola!
Il pan brioches è pronto!
Spero vi piaccia
Buona colazione a tutti
Grazie Mariabianca!
Un abbraccio 
Francesco


martedì 27 novembre 2012

Coniglio alla mia maniera

Carissimi Amici, chi di voi mi segue da tempo, sà che le mie ricette nascono dalla necessità di dover smaltire qualche ingrediente presente nella mia dispensa. Oggi l' ingrediente primario della ricetta che vado a proporvi non si trovava in dispensa ma in freezer ed era del coniglio nostrano che mi era stato regalato qualche tempo fa, e che sapientemente avevo surgelato con fresco. Se notate dalle foto è rimasto perfetto sia nel colore che nell' aspetto, non so a voi ma a me quando capitava di dover mettere in freezer il coniglio, una volta scongelato cambiava proprio colore... con fresco questo non è successo!! ma veniamo alla ricetta di oggi...

Ingredienti: per 4 persone
1 coniglio già pulito e tagliato a pezzi
810 gr di pomodorini ciliegino sfiziosi sott' olio con capperi
1 spicchio d' aglio
200 gr di vino bianco secco
60 gr di olio EVO
1 rametto di rosmarino
peperoncino Q.b.
sale Q.b.
Basilico
Procedimento:
Laviamo il coniglio sotto l' acqua corrente, asciughiamolo e tagliamolo a pezzi. Facciamolo rosolare in maniera uniforme in una casseruola, insieme all' aglio sbucciato e lavato.
Quando il coniglio sarà ben dorato, sfumiamo con il vino, e facciamo cuocere a fiamma moderata per 6 minuti, 
dopo uniamo i pomodorini e il rosmarino. Insaporiamo con il sale e il peperoncino 
e facciamo cuocere a fuoco moderato e a recipiente coperto per 1 ora aggiungendo man mano che si asciuga poca acqua bollente.
Regoliamo di sale, disponiamolo in un piatto da portata e portiamolo in tavola ben caldo!
Il piatto è pronto!

I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni:


Alla prossima ricetta
Francesco

domenica 25 novembre 2012

Tortino di fondente dal cuore morbido con salsa alla menta verde

Ciao a tutti e buona Domenica. Quest' oggi inizia la mia organizzazione per le feste di Natale e grazie a Fresco, quest' operazione è semplice e veloce. Durante il periodo festivo capita spesso di avere ospiti a pranzo o cena, e per questo preferisco aver sempre una scorta di dolci da poter usare all' occorrenza. 
Questo tortino che vado a proporvi, sono anni che lo faccio e riscuote sempre un certo successo, ma immagino che voi tutti, almeno una volta l' abbiate assaggiato, vero? beh... se così non fosse cosa state aspettando? mettetevi all' opera e correte a prepararlo.
Eccovi la ricetta.
Ingredienti: per 18 tortini
800 gr di cioccolato fondente
100 gr di zucchero semolato
100 gr di burro morbido
6 tuorli
6 albuni
Per la salsa alla menta verde
250 gr di panna fresca
50 gr di sciroppo di menta
75 gr di zucchero

Procedimento:
Imburriamo e infariniamo 18 stampini da muffin monodose, io ho usato quelli in alluminio usa e getta.
In una casseruola spezzettiamo il cioccolato, uniamo il burro e sciogliamo il tutto a fiamma bassissima mescolando di continuo.
Separiamo i tuorli dagli albumi, in una ciotola del KCC versiamo i tuorli e lo zucchero e in un' altra versiamo gli albumi con un pizzico di sale.
Montiamo gli albumi alla massima velocità per 3,30 minuti, togliamo e mettiamo da parte. Montiamo adesso i tuorli con lo zucchero alla massima velocità per 5 minuti.
Uniamo il cioccolato fuso ai tuorli e amalgamiamo 1 minuto alla massima velocità, 
poi uniamo gli albumi montati poco alla volta facendoli amalgamare bene a vel. 1.
Versiamo l' impasto ottenuto negli stampini riempiendoli poco più della metà. 
Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 180°
Disponiamo i tortini in una placca da forno e inforniamo a forno caldo per 10 minuti. Sforniamo i tortini, disponiamoli nei piatti individuali e serviamoli in tavola.

Ps: se volete prepararne una buona scorta da avere sempre a disposizione, potete, una volta messo l' impasto negli stampi surgelarli rapidamente con fresco usando la funzione surgelazione rapida per 1,10 minuti, infine conservateli in freezer a -20°.
Quando vi servono, tirateli fuori dal freezer e metteteli direttamente in forno a cuocere a 200° per 12 minuti dopo di che diponeteli nei piatti e serviteli.


Per la salsa alla menta verde; ponete in un pentolino la panna, lo zucchero e lo sciroppo, accendete il fuoco e fate ridurre della metà mescolando, fino a quando non vela il cucchiaio.
Fate intiepidire la salsa, disponetela a specchio sul piatto e adagiate sopra il tortino, infine spolverate con lo zucchero a velo e decorate il piatto a piacere, io l' ho decorato con dei lamponi e qualche fogliolina di menta.
Il tortino dal cuore morbido è pronto!
Spero Vi piaccia

I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni:


Alla prossima ricetta
Francesco

Con questa ricetta partecipo al contest di La cuoca dentro


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli