domenica 3 giugno 2012

Sformatino soffice di carote e pistacchi con salsa di fragole






Ciao Amici miei, oggi è stata davvero una giornata calda, e non avevo voglia di accendere il forno. Avevo degli ospiti  a cena e non volevo rinunciare ad un fine pasto soffice e goloso, sapete cosa ho fatto? ho tirato fuori dallo stipetto la mia Acticook e mi sono messo all' opera. E' sorprendente quello che sono riuscito a fare oggi, e credetemi nessuno dei miei ospiti ha sospettato minimamente che il dolce che stavano mangiando era stato cotto in pentola a pressione. Chi di voi ha seguito i miei post precedenti sicuramente non si è fatto sfuggire il budino al cioccolato bianco, ma tranquilli non si tratta di un altro budino ma bensì di uno sformatino soffice ai pistacchi servito su uno specchio di delicatissima salsa alle fragole frutto sempre presente nella mia cucina, sopratutto in questo periodo!!

Ma veniamo alla ricetta!

Ingredienti: per 4 persone
70 gr di farina tipo 00
150 gr di burro a temperatura ambiente
15 gr di zucchero semolato
1 tuorlo
1 uovo intero
60 gr di carote
100 gr di pistacchi sgusciati e non salati
30 gr di  di mandorle con la pelle
30 gr di zucchero a velo
4 gr di lievito per dolci vanigliato
1 bustina di vaniglina


Per la salsa di fragole
250 gr di fragole fresche
70 gr di zucchero
1 buccia di limone
146 gr di acqua

Procedimento:
Imburriamo e infariniamo 4 stampini monodose in alluminio e teniamo da parte. Puliamo le carote e grattuggiamole con l' apposito attrezzo.



Nel Tritatutto del triblade mettiamo le mandorle e polverizziamole. Senza lavare il contenitore mettiamo dentro i pistacchi e tritiamoli.
Versiamo nella ciotola del KCC l' uvo intero, il tuorlo e lo zucchero a velo, montiamo la frusta a filo grosso e montiamo alla massima velocità per 5 minuti. Aggiungiamo adesso il burro morbidissimo, lo zucchero semolato, le carote, la farina di pistacchi, la farina 00 mischiata al lievito,la farina di mandorle e la vanillina ed amalgamiamo sempre con la frusta a filo grosso a vel. 4 fino ad ottenere un composto omogeneo.

Sistemiamo all' interno dell' Acticook lagostina il cestello per la cottura al vapore, versiamo alla dentro un' ecodose di acqua (250 gr) e mettiamo alla base del cestello un piattino da caffè capovolto (questo serve per far stare dritti i tortini. 

Distribuiamo all' interno degli stampi precedentemente imburrati e infarinati il composto, disponiamo gli stampini all' interno del cestello, copriamo con un foglio di alluminio, chiudiamo l' acticook e spostiamo il selettore sulla posizione 1 impostiamo il timer a 15 minuti e accendiamo la fiamma al massimo. Dal sibilo abbassiamo la fiamma e completiamo la cottura. Togliamo la pentola dal fuoco, scarichiamo il vapore ed estraiamo il cestello.

Senza lavare la pentola mettiamo dentro 146 gr di acqua, le fragole tagliate a pezzi, la buccia di limone e lo zucchero, chiudiamo la pentola e portiamo il selettore sulla posizione 1, impostiamo il timer a 10 minuti e accendiamo la fiamma al massimo. Dal sibilo abbassiamo la fiamma e completiamo la cottura. Togliamo la pentola dal fuoco, scarichiamo il vapore e versiamo le fragole senza la buccia del limone nel bicchiere del triblade e frulliamo il tutto.

Disponiamo la salsa a specchio su un piatto, estraiamo gli sformatini, spolverizziamoli con dello zucchero a velo e adagiamoli sopra la salsa, decoriamo con una fragola tagliata a ventaglio e qualche fogliolina di menta.


Lo sformatino è pronto!


Non mi resta che augurarvi Buon appetito




I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: per questa soffice invenzione di Francesco abbiamo bisogno di abbinare un vino bianco dolce aromatico, suadente al naso e delicato in bocca. Vanno bene tutti i vini dolci fermi (non frizzanti) a base di vitigni aromatici come il Moscato o la Malvasia, ammesso che non siano banali. Tutt'altro che banale è infatti un vino della tradizione toscana poco conosciuto, nato in una zona di grandi vini rossi e forse un pò oscurato da questo. Ci sono solo poche cantine che lo fanno ma il risultato è veramente straordinario. Mi riferisco al:

- Moscadello di Montalcino d.o.c.

  cantine consigliate: Col d'Orcia - La Poderina - Caparzo



Con affetto!
Francesco

6 commenti:

  1. Siamo ancora all'inizio del caldo, quindi ricette come queste sono più che interessanti. Bravo.

    RispondiElimina
  2. Francesco che ti devo dire? Sono in difficoltà!!!! Così bravi secondo me si nasce, non si diventa! Ci presenti sempre dei piatti originali con cotture originali. Immagino i tuoi ospiti faranno la fila per mangiare a casa tua. Un abbraccio e alla prossima!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Scusa, ma forse ho fatto un caos con i commenti....guarda se trovi nel libro degli ospiti il mio precedente....abbi pazienza!!

    RispondiElimina
  4. ciao Francesco, un dessert diverso e goloso pur essendo leggero! Bellissima idea, originale per un dessert dal gusto sorprendente.
    un bacione

    RispondiElimina
  5. carote anche tu oggi eh?
    carini carini!

    RispondiElimina
  6. Che bella idea!
    Asolta un pò...anche io possiedo una pentola a pressine Lagostina, ma la vecchia Clipsò.Faccio parecchie cose ma vorrei adattare questo tuo dolce.Come posso fare?
    IO ho solo il cestello che era incluso nella confezione, ma quello di cui parli tu è il cuocivapore?
    E posso stare tranquilla a m,ettere nella mia pentola un piattino o esploderà?
    Grazie

    RispondiElimina

Ciao, se sei arrivato fin qui vuol dire che il mio blog ti è piaciuto, lasciami pure un tuo pensiero, lo custodirò gelosamente nel mio angolo di paradiso...
Se Non hai un profilo e commenti come anonimo per favore firmati, sarò felice di poterti rispondere chiamandoti per nome!
Grazie
Francesco

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli