martedì 22 novembre 2011

Corona di lasagnette impacchettate

Ciao a tutti, come state? come procedono le vostre prime giornate invernali?
Le mie procedono discretamente bene, come potete vedere voi stessi, tra un piatto e l' altro...
Quest' oggi voglio proporvi una ricetta che ho mangiato da una mia amica parecchio tempo fà... quando oggi l' ho chimata per dirle che l' avevo rifatta, quando le ho chiesto chi le aveva dato la ricetta, con mia grande sorpresa lei prontamente mi ha risposto: Benedetta Parodi!!
Eccovi la ricetta.
Ingredienti: per 4/6 persone
400 gr di lasagnette
250 gr di mozzarella per pizza
6 fette di prosciutto cotto
250 gr di panna fresca da cucina
100 gr di grana
Sale Q.b.
Procedimento:
Nel boccale pulito mettiamo il formaggio grana a tocchetti e grattugiamo 10 sec. vel. 10 togliamo e mettiamo in una capiente ciotola. Senza lavare il boccale, mettiamo dentro la mozzarella a pezzi e tritiamo 1 sec. vel. 7, togliamo e uniamo al grana.
Senza lavare il boccale aggiungiamo 1,500 lt di acqua e portiamo a bollore 12 min. 100° vel. soft antiorario,mentre aspettiamo che l' acqua raggiunga il bollore andiamo a foderare con le fette di prosciutto uno stampo a ciambella facendo debordare le fette di cotto.
Appena l' acqua raggiunge il bollore versiamo dentro le lasagnette e cuociamole 4 min. (devono rimanere al dente), scoliamole e versiamole nella ciotola con il grana e la mozzarella, aggiungiamo la panna e mischiamo bene aiutandoci con un cucchiaio e una forchetta. Sistemiamo le lasagnette così condite all' interno dello stampo e compattiamo bene con il dorso di un cucchiaio, ribaltiamo verso l' interno il prosciutto e passiamo lo stampo in forno a 180° per 15 min.
Sforniamo il nostro timballo e lasciamolo intiepidire 10/15 min. poi sformiamolo su un piatto da portata e serviamolo in tavola.
Il piatto è pronto!!

Buon appetito a tutti
Francesco

I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: per questo delizioso e delicato primo piatto vedo bene l'accostamento ad un vino bianco. Deve essere però un vino bianco caldo e avvolgente, con note fruttate e minerali al naso e una buona struttura e sapidità in bocca. Ci dobbiamo pertanto orientare verso un vino del Sud dell'Italia, in particolare pensavo al vitigno bianco siciliano per eccellenza, diventato famoso assieme al Grillo come base per il Marsala. L'interpretazione in chiave moderna di quest'uva, però, dà vini bianchi proprio adatti al nostro abbinamento. Mi riferisco al:


Catarratto I.g.t. Sicilia


- cantine consigliate: Castellucci Miano - Porta del Vento - Francesco Guccione

Con questa Ricetta partecipo al contest di Sonia del sito Oggi pane e salame, domani...

Buon appetito a tutti
Francesco

lunedì 21 novembre 2011

Frittata di cipolle e patate





Carissimi amici, a quanti di voi è successo di avere delle patate da smaltire e non sapere come farle? spesso si ricade sempre sulle stesse fatidiche scelte: lesse o fritte? in umido o al forno? beh a me oggi è successa una cosa molto strana, guardando le patate da smaltire ho fatto un salto indietro nel tempo, a quando ero bambino. Mia madre era solita fare una frittata di patate e cipolle molto ma molto buona, non abitando più coi miei da parecchi anni, avevo "quasi" rimosso quella frittata, oggi per qualche strano motivo è riaffiorata nella mia mente e con lei la voglia di rimangiarla...sapete cosa ho fatto? ho sbucciato le patate e...


Ingredienti: per 4 persone
200 gr di cipolle
60 gr di olioEVO
400 gr di patate
100 gr acqua
sale e pepe Q.b.
6 uova
40 gr di olio EVO per friggere


Procedimento:

Peliamo e laviamo le cipolle tagliamole a metà e mettiamole nel boccale, tritiamo 6 sec. vel. 4. Aggiungiamo l' olio e insaporiamo 7 min.temperatura veroma vel. soft antiorario.



Peliamo le patate e tagliamole a fettine; finito il tempo di cottura della cipolla, posizioniamo la farfalla. Aggiungiamo un misurino d' acqua, le patate a fettine, saliamo, pepiamo e cuociamo 13 min. temp. varoma vel. soft antiorario.



Togliamo le patate dal boccale e versiamole in una terrina, senza lavare il boccale, rimettiamo la farfalla e rompiamo dentro le uova aggiustiamo di sale e pepe e frulliamo 30 sec. vel. 3. Uniamo il composto di uova alle patate e mescoliamo bene aiutandoci con la spatola.



Scaldiamo 40 gr di olio EVO in una padella antiaderente e appena caldo versiamo dentro il composto di uova. Friggiamo lentamente finchè la frittata non sia ben dorata coprendo con un coperchio piatto che ci servirà per girare la frittata. Capovolgiamo la frittata e continuiamo la cottura. Togliamo la frittata dal fuoco e disponiamola su un piatto da portata.






Tagliamola in quarti e portiamola in tavola.






La frittata di patate e cipolle è pronta! non mi resta che augurarvi

Buon appetito



I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:


Considerazioni: non credo di andare distante dicendo che questo è uno dei miei piatti preferiti o forse in assoluto il mio preferito. La dolcezza della cipolla e la pastosità delle patate fritte richiedono necessariamente un vino rosso di buona struttura e spiccata nota acida, che esalti le caratteristiche del piatto. Possiamo quindi fare riferimento ad un vino del Sud dell'Italia, a patto che non sia eccessivamente alcolico. Mi sembra indicato quello che è ormai considerato il re dei vini siciliani, ovvero il:


Nero d'Avola (Sicilia i.g.t. o Eloro d.o.c.)


- Cantine consigliate: Marabino - Riofavara - Pupillo



Francesco

sabato 19 novembre 2011

Cupcake "primavera in fiore"


Carissimi Amici, non so se questo cupcakes sia l' ultimo o il primo di una lunga serie, ma, visto che l' estate ci ha abbandonati e l' inverno ormai è alle porte ho pensato "illudendomi" di postare questo cupcake nella speranza che la primavera torni presto a farci compagnia.

Ma veniamo alla ricetta.

Ingredienti: per 12 cupcakes
1 dose di cupakes base alla vaniglia
1 dose di crema di burro alla vaniglia
Colorante alimentare verde Q.b.
1 confezione di zuccherini colorati

Procedimento:
Prepariamo i cupcake come spiego nel mio post, dopo sforniamoli e facciamoli raffreddare completamente su una gratella.
Quando i cupcake saranno freddi procediamo alla guarnizione.

Finitura:
In una ciotolina mettiamo la crema al burro e aggiungiamo del colorante alimentare verde, la quantità necessaria ad ottenere il colore desiderato, poi, distribuiamo la glassa al burro sulla sommità delle tortine mediante un  beccuccio forato, facendo dei ciuffetti per ottenere l' effetto prato e infine guarniamo  con gli zuccherini colorati, disponendoli armoniosamente sui cupcakes come se fossero dei piccoli fiori.

Riponiamo i cupcakes così decorati in frigo fino al momento di servirli.


Il cupcake è pronto!!



Spero vi piaccia

Un abbraccio
Francesco

"Questa ricetta partecipa al Contest Best Design Cupcakes 2011 del blog Le Tortine"





Cupcake alla vaniglia con glassa al burro e zuccherini colorati


Carissimi Amici, i cupcakes sono diventati ormai molto popolari negli ultimi anni ed è facile capire perchè. Ogni tortina, con la sua soffice e morbida base e la dolce guarnizione, è la porzione di dimensioni perfette da offrire come affettuoso premio ai bambini che tra l' altro amano aiutare sia nella preparazione che nella decorazione, e il loro entusiasmo per il lavoro sembra non venire mai meno a patto che siano loro i primi a pasticciare....


Ma veniamo alla ricetta.

Ingredienti: per 12 cupcakes
1 dose di cupakes base alla vaniglia
1 dose di crema di burro alla vaniglia
1 confezione di zuccherini colorati

Procedimento:
Prepariamo i cupcake come spiego nel mio post, dopo sforniamoli e facciamoli raffreddare completamente su una gratella.
Quando i cupcake saranno freddi procediamo alla guarnizione; distribuiamo la glassa al burro con un movimento rotatorio sulla sommità delle tortine aiutandoci con una piccola spatola.

Guarniamo con gli zuccherini colorati tutta la superfice della tortina

Riponiamo i cupcake così decorati in frigo fino al momento di servirli.


Il cupcake è pronto!!



Spero Vi piaccia!!

Un abbraccio
Francesco

Cupcakes delizia di frutta


Carissimi Amici, i cupcakes sono diventati ormai molto popolari negli ultimi anni ed è facile capire perchè. Comodamente confezionati in pirottini di carta, i cupcakes sono incredibilmente versatili ideali per ogni occasione e sostituti  addirittura del dolce di fine pasto, basta aggiungere un po' di frutta e il gioco è fatto!!

Ma veniamo alla ricetta.

Ingredienti: per 12 cupcakes
1 dose di cupakes base alla vaniglia
1 dose di crema di burro alla vaniglia
1 confezione ribes freschi
1 confezione di mirtilli freschi


Procedimento:
Prepariamo i cupcake come spiego nel mio post, dopo sforniamoli e facciamoli raffreddare completamente su una gratella.
Quando i cupcake saranno freddi procediamo alla guarnizione; distribuiamo la glassa al burro con un movimento rotatorio sulla sommità delle tortine mediante un ampio beccuccio a stella, e infine guarniamo  con i ribes e i mirtilli freschi.

Riponiamo i cupcake così decorati in frigo fino al momento di servirli.


Il cupcake è pronto!!



Spero Vi piaccia!!

Un abbraccio
Francesco

Cupcakes al caffè e noci


Carissimi Amici, tra i tanti cupcakes che ho provato in questi giorni, quello secondo me che potrebbe essere amato di più per la sua fragranza sia nell' impasto che nella crema è quello che vado a proporvi oggi.

Intenso all' olfatto e cremoso al palato, questo cupcakes vale la pena di essere assaggiato!!

Ma veniamo alla ricetta.

Ingredienti: per 12 cupcakes
1 dose di cupcake base alla vaniglia
2 cucchiaini colmi di caffè solubile in polvere
2 cucchiaini d' acqua bollente
1 dose di crema di burro al caffè

Per decorare
Qualche perlin di zucchero color crema
12 noci

Procedimento:
Foderiamo uno stampo per cupcakes a 12 posti con i pirottini di carta. 
Andiamo a preparare l' impasto base alla vaniglia come spiego nel mio post precedente, ma essendo questo un cupcakes al caffè dobbiamo aromatizzarlo  aggiungendolo all' impasto, per cui sciogliamo il caffè solubile nell' acqua bollente, mescoliamo energicamente per farlo sciogliere completamente e infine aggiungiamolo all' impasto. Suddividiamo l' impasto nei pirottini di carta e inforniamo.

Prepariamo la crema di burro al caffè e teniamo da parte.

Quando i cupcakes sono completamente freddi, procediamo con la decorazione

Finitura
Spalmiamo la crema al burro sulle tortine aiutandoci con una tasca da pasticcere munita di bocchetta a stella e disegnamo una spirale sulla sommità del cupcakes. Decoriamo ciascuna tortina con una noce e qualche perlina di zucchero.

Conservazione
Conservate questi cupcake, con o senza glassa, fino a due giorni in una scatola chiusa ermeticamente oppure una settimana in un luogo fresco. Potete anche conservarli per due mesi in congelatore, senza glassa. Lasciateli scongelare completamente prima di guarnirli.

Il cupcakes è pronto

Spero vi piaccia...

Un abbraccio
Francesco

Crema di burro al caffè


Ciao a tutti, qualche tempo fà mi ero dato al cupcake, ne avevo provato uno di base molto leggero
Alla fine del mio post vi avevo promesso che mi sarei cimentato anche nelle creme al burro che ci vanno sopra, per abbellire questi splendidi dolcetti, beh! alla fine ci sono riuscito e son partito ormai da qualche giorno, questa è un' altra crema che ho provato " La crema di burro al caffè".
Questa crema  davvero deliziosa parte dalla base della crema al burro e poi viene aromatizzata con del caffè solubile in polvere .
Potete usarla sia per guarnire il cupcake base alla vaniglia, sia per il cupcake  base al cioccolato.

Eccovi la ricetta per la crema di burro alla vaniglia e caffè



Ingredienti: per 300 gr di glassa

100 gr di burro a temperatura ambiente
400 gr di zucchero a velo
60 gr di panna fresca da montare
1 pizzico di vaniglia in polvere o estratto di vaniglia
Caffè in polvere solubile Q.b. secondo il proprio gusto personale.


Procedimento:
Montiamo la frusta a filo e mettiamo nella ciotola del KCC il burro a temperatura ambiente con 200 gr di zucchero a velo, mescoliamo 30 secondi a vel. 3, spatoliamo i bordi e aggiungiamo 60 gr di panna e l' estratto di vaniglia. Mescoliamo 4 minuti sempre a velocità 3, dobbiamo ottenere un composto omogeneo e cremoso,
Uniamo nuovamente con la frusta in movimento a vel. 3, poco alla volta il rimanente zucchero a velo in tre risprese, sbattendo circa 1 minuto tra un' aggiunta e l' altra. 

A questo punto potete aggiungere il caffè solubile direttamente nella ciotola e continuate a montare il composto a velocità 3 fino a quando la glassa raggiungerà la consistenza ideale per essere stesa facilmente, oppure potete fare come ho fatto io, ho preso solo una parte di crema di burro alla vaniglia e l' ho mescolata con il caffè solubile.

Potete utilizzare questa glassa dopo circa 20 minuti di riposo per permettere al caffè solubile di incorporarsi bene alla crema, se non la usate subitro, potete  conservarla in una scatola chiusa ermeticamente, a temperatura ambiente, fino a tre giorni.

La glassa è pronta!! non vi resta che preparare i vostri cupcake dando libero sfogo alla vostra fantasia...

Un abbraccio
Francesco

Cupcakes alla vaniglia con corolla di fragole

Carissimi Amici, i cupcakes sono diventati ormai molto popolari negli ultimi anni ed è facile capire perchè. Ogni tortina, con la sua soffice e morbida base e la dolce guarnizione, è la porzione di dimensioni perfette da offrire come affettuoso premio. Inoltre i cupcakes attraggono grandi e piccini e con piccoli gesti e semplici ingredienti, possiamo dare vita davvero ad un piccolo capolavoro.

Eccovi la ricetta.

Ingredienti: per 12 cupcakes
1 dose di cupakes base alla vaniglia
1 dose di crema di burro alla vaniglia
1 cestino di fragole

Procedimento:
Prepariamo i cupcake come spiego nel mio post precedente, dopo sforniamoli e facciamoli raffreddare completamente su una gratella.
Quando i cupcake saranno freddi procediamo alla guarnizione; distribuiamo la glassa al burro con un movimento rotatorio sulla sommità delle tortine aiutandoci con una piccola spatola.

Tagliamo le fragole a fettine e distribuiamole, sovrapponendole parzialmente sulla sommità di ogni dolcetto. Tagliamo tre fragole della stessa misura  in 4 lasciando la corolla verde attaccata e mettiamola al centro di ogni tortina.
Riponiamo i cupcake così decorati in frigo fino al momento di servirle.


Il cupcake alla fragola è pronto!!

Spero Vi piaccia!!

Un abbraccio
Francesco

venerdì 18 novembre 2011

Cupcake al cioccolato con glassa al cioccolato e nocciole

Carissimi Amici, i cupcakes sono diventati ormai molto popolari negli ultimi anni ed è facile capire perchè. Ogni tortina, con la sua soffice e morbida base e la dolce guarnizione, è incredibilmente versatile, ideale per ogni occasione, dal tè di tutti i giorni a una festa per un avvenimento speciale, che merita un dolce speciale e il cupcake lo è proprio credetemi!!

Eccovi la ricetta.

Ingredienti: per 12 cupcakes
1/2 dose di cupakes base al cioccolato
1 dose di crema di formaggio al cioccolato
12 nocciole
50 gr di granella di nocciole caramellate

Procedimento:
Prepariamo i cupcake come spiego nel mio post precedente, dopo sforniamoli e facciamoli raffreddare completamente su una gratella.
Quando i cupcake saranno freddi procediamo alla guarnizione; distribuiamo la glassa di formaggio al cioccolato con un movimento rotatorio sulla sommità delle tortine aiutandoci con una sacca da pasticcere munita di beccuccio a stella, infine guarniamo i cupcakes, con una nocciolina e cospargiamo con la granella di nocciole.

Riponiamo i cupcake così decorati in frigo fino al momento di servirle.


Il cupcake  è pronto!!

Spero Vi piaccia!!

Un abbraccio
Francesco

Cupcake base al cioccolato con glassa di formaggio al cioccolato


Carissimi Amici, sono sicuro che non ne potrete già più di leggermi, hum, potebbe essere proprio lui questa volta? Il cupcake. E' tanto buono quanto quello alla vaniglia con la glassa alla vaniglia, ma, è al cioccolato questa volta!! ricco e intenso sono sicuro che vi conquisterà!!


Ingredienti: per 24 cupcake
75 gr di cacao in polvere
300 ml di acqua bollente
3 uova
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
280 gr di farina 0
300 gr di zucchero semolato
8 gr di lievito per dolci
190 gr di burro a temperatura ambiente
Per decorare:
1 dose di glassa di formaggio al cioccolato

Procedimento:
Preriscaldiamo il forno a 160°

In una ciotola mescoliamo il cacao con l' acqua bollente, poco per volta onde evitare di formare grumi e mescoliamo fino a quando il cacao sarà sciolto, poi teniamo da parte.Mescoliamo in un altra ciotola, le uova con 1/4 del cacao all' acqua e l' estratto di vaniglia.

Montiamo la frusta a filo grosso e versiamo nella ciotola il resto degli ingredienti secchi e misceliamo un minuto a vel. 3. Incorporiamo il burro, il resto del cacao all' acqua e mescoliamo a velocità 4 fino a quando tutti gli ingredienti non saranno inumiditi. Alziamo la velocità a cinque e montiamo per 2 minuti. Stacchiamo la miscela dalle pareti poi aggiungiamo il composto di uova, in due tempi, sbattendo sempre a velocità 5 per 30 secondi dopo ogni aggiunta. Stacchiamo nuovamente la miscela eventualmente depositatasi nelle pareti della ciotola e sbattiamo altri 30 secondi.

Riempiamo con il composto ottenuto i pirottini di carta con l' aiuto di un cucchiaio. Inforniamo a 160° per 20/25 minuti. prima di sfornarli facciamo la prova coltello se la punta ne uscirà asciutta i cupcake sono pronti.

NB: Questo tipo di cupcake si gonfierà durante la cottura e si affloscerà leggermente raffreddandosi.


Finitura
Guarnite i cupcake con la crema di formaggio al cioccolato, con l' aiuto di una tasca da pasticcere munita di bocchetta scannellata. Volendo potete decorarlo alla base con dello zucchero di canna scuro come ho fatto io, vi basterà togliere il pirottino di carta e immergere la base in una ciotolina con lo zucchero.

Conservazione
Conservate questi cupcake, con o senza glassa, fino a due giorni in una scatola chiusa ermeticamente oppure una settimana in un luogo fresco. Potete anche conservarli per due mesi in congelatore, senza glassa. Lasciateli scongelare completamente prima di guarnirli.

Spero vi piacciano!!

Un abbraccio
Francesco

Glassa di formaggio al cioccolato


Carissimi amici, continuano le mie prove sulle glasse con cui ricoprire i cupcake, per chi non avesse letto i miei post precedenti, vi ricordo che oltre al cupcake di base naturale molto leggero o provato anche il basilare alla vaniglia e il basilare al cioccolato tutti davvero ottimi e naturalmente da rifare.
Questa crema che vado a proporvi è semplicissima da fare e molto ma molto buona!! tant'è che quella avanzata è stata letteralmente divorata a cucchiaiate...

Ma veniamo alla ricetta.


Ingredienti: per 250 gr di glassa al formaggio
70 gr di formaggio spalmabile
70 gr formaggio Quark
100 gr di crema di nocciole
10 gr di cacao amaro

Procedimento:
In una ciotola mettiamo i due tipi di formaggio, mischiamo velocemente con il cucchiaio, dopo aggiungiamo la crema di nocciole e amalgamiamo bene, infine setacciamo il cacao amaro e aggiungiamolo al composto mischiando delicatamente e facendo attenzione a non formare grumi.

Riponiamo la crema in frigo per circa 20 minuti prima del suo utilizzo.

La glassa è pronta!! non vi resta che preparare i vostri cupcake dando libero sfogo alla vostra fantasia...

Un abbraccio
Francesco

Cupcake base alla vaniglia con glassa alla vaniglia

Ciao a tutti, ormai sono entrato nel girone dei cupcake e delle relative glasse, quello che vado a proporvi oggi è il cupcake per eccellenza! ricco e delizioso, ancora migliore dopo uno o due giorni dalla sua preparazione.
Vi ricordo prima di iniziare la ricetta, di preparare gli stampi da cupcake rivestendoli con dei pirottini di carta e di preriscaldare il forno. Sul mercato ormai esistono stampi e pirottini di varie grandezze e forme. Naturalmente i cupcake più carini sono quelli piccoli...ma a voi la scelta.

Eccovi la ricetta.


Ingredienti: per 12 cupcake
95 gr di burro a temperatura ambiente
217 gr di farina 0
8 gr di lievito chimico
la punta di un cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
200 gr di zucchero
150 gr di latticello (in mancanza mischiate la sera prima 75 gr di latte intero e 75 gr di yogurt magro e lasciate in frigo per 24 ore)
2 uova
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 dose di crema di burro alla vaniglia

Procedimento:
Preriscaldiamo il forno a 170°.
Setacciamo in una ciotola la farina, il lievito, il bicarbonato e il sale e teniamo da parte.
Montiamo la frusta a filo grosso, e versiamo il burro nella ciotola del KCC, sbattiamo a vel. 5 per 3 minuti, poi aggiungiamo lo zucchero poco alla volta e continuiamo a sbattere sempre a vel. 3 per altri 3 minuti circa, fino ad ottenere un miscuglio leggero e spumoso. Aggiungiamo le uova, uno alla volta, sbattendo sempre a velocità 3 per 20 secondi fra un uovo e l' altro, stacchiamo la miscela rimasta nei bordi del contenitore e amalgamiamo ancora qualche secondo.

In una ciotola, mescoliamo il latticello e la vaniglia. Aggiungiamolo al composto di burro e zucchero, in tre riprese, alternado gli ingredienti secchi setacciati con il latticello vanigliato (iniziamo e terminiamo con gli ingredienti secchi). Mi raccomando, mescoliamo il necessario.

Disponiamo i pirottini di carta all' interno degli stampi e riempiamo con un cucchiaio abbondante di composto. Passiamo i cupcake in forno per 30/35 minuti, prima di sfornarli controlliamoli facendo la prova coltello, se la lama viene fuori asciutta il cupcake è pronto.


Finitura
Questo cupcake può essere nappato con la crema di burro alla vaniglia, con l' aiuto di una tasca munita di una grande bocchetta liscia come ho fatto io o scannellata a cinque punte.

Conservazione
Questo cupcake è ancora migliore se preparato il giorno prima rispetto alla glassa. Si conserva, con o senza glassa, in una scatola chiusa ermeticamente per 2 giorni e fino a una settimana in frigorifero. Senza glassa, potete conservarlo per 2 mesi nel congelatore.

Spero vi sia piaciuto!!

Un abbraccio
Francesco

Crema di burro alla Vaniglia


Ciao a tutti, qualche tempo fà mi ero dato al cupcake, ne avevo provato uno di base molto leggero
Alla fine del mio post vi avevo promesso che mi sarei cimentato anche nelle creme al burro che ci vanno sopra, per abbellire questi splendidi dolcetti, beh! alla fine ci sono riuscito e son partito ,questa è la prima crema che ho provato " La crema di burro alla vaniglia".
Non contento, dopo aver provato quello al naturale molto leggero,  ho voluto provare ben altre due basi di cupcake, il basilare alla vaniglia, e il basilare al cioccolato.

Intanto Eccovi la ricetta per la crema di burro alla vaniglia...


Ingredienti: per 300 gr di glassa

100 gr di burro a temperatura ambiente
400 gr di zucchero a velo
60 gr di panna fresca da montare
1 pizzico di vaniglia in polvere o estratto di vaniglia

Procedimento:
Montiamo la frusta a filo e mettiamo nella ciotola del KCC il burro a temperatura ambiente con 200 gr di zucchero a velo, mescoliamo 30 secondi a vel. 3, spatoliamo i bordi e aggiungiamo 60 gr di panna e l' estratto di vaniglia. Mescoliamo 4 minuti sempre a velocità 3, dobbiamo ottenere un composto omogeneo e cremoso,
Uniamo nuovamente con la frusta in movimento a vel. 3, poco alla volta il rimanente zucchero a velo in tre risprese, sbattendo circa 1 minuto tra un' aggiunta e l' altra. 

A questo punto potete aggiungere il colorante nel caso la glassa vi servisse colorata, altrimenti continuate a montare il composto a velocità 3 fino a quando la glassa raggiungerà la consistenza ideale per essere stesa facilmente.

Potete utilizzare questa glassa immediatamente o conservarla in una scatola chiusa ermeticamente, a temperatura ambiente, fino a tre giorni.

La glassa è pronta!! non vi resta che preparare i vostri cupcake dando libero sfogo alla vostra fantasia...

Un abbraccio
Francesco

mercoledì 16 novembre 2011

Sformatini di patate e broccoli con code di gamberi






Carissimi amici, come ben sapete con largo anticipo mi guardo attorno per trovare dei piatti che mi permettano di fare bella figura per i prossimi sfavillanti pranzi delle feste. L' antipasto che vado a proporVi oggi può essere preparato anche il giorno prima e infornato la mattina stessa. Per il piacere di cucinare con calma e gustarsi solo il buono della festa.

Ma Eccovi la ricetta.

Ingredienti: per 6/8 persone
400 gr di broccoli
2/3 patate piccole e rotonde
6/8 gamberi
1 uovo
200 gr di latte
200 gr di vino bianco
20 gr di burro
50 gr di grana
3 foglioline di alloro
sale e pepe Q.b.

Per la salsa d' accompagnamento:
100 gr di olio EVO
100 gr di vino bianco secco
50 gr di latte
1 scalogno
1 ciuffetto di prezzemolo (circa 10 gr)
6 fili di erba cipollina
1/2 cucchiaino di aneto secco
sale e pepe Q.b.

Procedimento:

Nel boccale mettiamo il grana a pezzetti e grattugiamo 10 sec. vel. 8 togliamo e mettiamo da parte. Tagliamo lo scalogno a rondelle. Senza lavare il boccale versiamo dentro il vino bianco secco e lo scalogno affettato e cuociamo 13 min. 100° vel. soft. antiorario, togliamo e mettiamo da parte.



Nuovamente senza lavare il boccale versiamo dentro acqua sufficiente a coprire le lame, dividiamo i broccoli in cimette, disponiamoli nel cestello, adagiamolo dentro al boccale e cuociamo 25 min. temperatura varoma vel. 2; togliamo il cestello dal boccale, svuotiamolo dall' acqua e asciughiamolo bene, mettiamo il cestello coi broccoli da parte e facciamo raffreddare.



Ammolliamo nel latte la fetta di pancarrè senza crosta tagliata a cubetti ,per qualche minuto, poi strizziamolo leggermente. Mettiamo nel boccale asciutto il prezzemolo e l' erba cipollina e tritiamo 3 sec. vel. 7 aggiungiamo il pancarrè strizzato, l' aneto, sale, pepe e 50 gr del vino allo scalogno freddo, 100 gr di olio EVO e frulliamo 10 sec. vel. 8, apriamo il boccale spatoliamo i bordi e frulliamo nuovamente 20 sec. vel. 8 togliamo e mettiamo da parte.



Peliamo le patate, e tagliamole a rondelle spesse 3 mm. Raccogliamole in un tegame con 200 gr di vino e 200 gr di latte, 20 gr di burro, un pizzico di sale e le foglioline di alloro; cuociamo per 5 min. dal bollore e lasciamole raffreddare nel loro liquido.



Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 190°.



Senza lavare il boccale versiamo dentro poco più della metà dei broccoli, 150 gr di liquido di cottura delle patate, 1 uovo, il grana grattugiato, sale e pepe e frulliamo 30 sec. vel. 4.



Imburriamo 6/8 stampini a semisfera; distribuiamo sul fondo i broccoli tenuti da parte tagliati al coltello, versiamo dentro il composto e chiudiamo con le patate, fredde, sgocciolate. Inforniamo a 190° per 45 min.. Sforniamo gli sformatini e sformiamoli dagli stampi dopo circa 20 min. di riposo.


Puliamo i gamberi: stacchiamo le teste ed eliminiamole; sgusciamo le code senza togliere la codina ed eliminiamo il budellino interno nero. Disponiamo le codine nel cestello, mettiamo acqua sufficiente a coprire le lame inseriamo dentro il cestello e cuociamo 10 min. temp. varoma vel. 2.



Togliamo gli sformatini dallo stampo, adagiamoli nei piatti indivduali, completiamoli disponendo un gambero sulla sommita e la salsa in parte. Decoriamo a piacere con delle foglioline di prezzemolo e serviamo.






Il piatto è pronto!!





I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:


Considerazioni: questa squisita entrè delle occasioni non può non essere accompagnata ad uno spumante italiano di qualità. Naturalmente sceglieremo uno spumante "Metodo Classico" di una zona vocata della nostra penisola. Tra i tanti eccellenti spumanti italiani uno dei miei preferiti è il:


Franciacorta Brut Satèn d.o.c.g.


- Cantine consigliate: Bellavista - Uberti - Monte Rossa



Buon appetito a tutti

Francesco


Cioccolatini con pralina alla cannella



Carissimi Amici, come state? state trascorrendo una buona settimana? io mi auguro di cuore di si. 
Oggi è venuta a trovarmi la mia amica Alice, era tanto tempo che parlavamo di trovarci per pasticciare un po' assieme, ma, non riuscivamo mai a far combaciare i nostri orari, così visto che in questo periodo sono a casa in malattia, abbiamo preso la palla al balzo ed eccoci qui a far cioccolatini.

E' stata davvero una giornata divertente, abbiamo pasticciato bene, e dopo parecchio tempo che le dicevo che il KCC tempera il cioccolato alla perfezione eccomi qui a dimostrarglielo.

Detto questo, prima di passare alla ricetta voglio darvi qualche consiglio, nel caso anche voi decideste di cimentarvi in questa preparazione.
  • Il cioccolato può essere lavorato (sciolto e riscaldato) un numero infinito di volte. E' importante pero che non si raggiungano temperature troppo elevate.
  • Il cioccolato non deve mai venire a contatto con gocce d' acqua e vapore.
  • Lavoriamo il cioccolato preferibilmente quando ci sono giornate soleggiate e secche, perché pioggia e umidità potrebbero renderlo opaco.
  • Se l' ambiente è umido o non abbastanza freddo e fate fatica a sformare i cioccolatini, passate gli stampi qualche minuto in freezer.
  • Gli stampi da cioccolatini, in policarbonato devono essere preferibilmente puliti. Prima dell' uso passateli con cotone idrofilo. Il cioccolato risulterà alla fine piu lucido.
  • Recuperate i residui di cioccolato non utilizzato nelle lavorazioni precedenti grattando accuratamente con una spatola gli stampi e la ciotola. Rimettiamo a fondere i residui raccolti e procediamo nella creazione di nuovi cioccolatini.
Detto questo, passiamo alla ricetta

Ingredienti: per 80 cicoccolatini circa
1 kg di cioccolato fondente al 74%
per la pralina alla cannella:
87 gr di latte intero
7 gr di cannella
175 gr di copertura di cioccolato al 74%
37 gr di cioccolato fondente
34 gr di burro
9 gr di tremolina (in mancanza usate dello zucchero invertito)

Procedimento:
Montiamo il gancio a mezzaluna e versiamo nella ciotola del KCC il cioccolato, impostiamo la temperatura a 50° velocità di mescolamento 1, fino a sciogliere il cioccolato, quando il cioccolato sarà sciolto completamente abbassiamo la temperatura a 30° gradi e continuiamo a mescolare fino a che la temperatura non è segnalata nel display, dopo spostiamo il selettore della temperatura a 32 gradi e aspettiamo che venga raggiunta, continuando a mescolare sempre a velocità 1.

Mentre il nostro aiutante di cucina tempera il cioccolato andiamo a preparare la pralina alla cannella che ci servirà per farcire i nostri cioccolatini; in un pentolino mettiamo a scaldare il latte, appena caldo versiamo dentro la cannella e lasciamo in infusioneper 3 minuti circa, dopo, aiutandoci con un colino filtriamo il tutto e aggiungiamo del latte fino a raggiungere il peso di 87 gr. Mettiamo il latte a scaldare in microonde e appena caldo versiamolo nel cioccolato e mescoliamo con un cucchiao di legno fino a farlo sciogliere completamente 
( se necessario mettiamo la ciotola in microonde qualche secondo per facilitarne lo scioglimento), quando il cioccolato sarà sciolto completamente aggiungiamo il burro e facciamolo incorporare bene, dopo uniamo la tremolina e mescoliamo. La pralina alla cannella è pronta!

Una volta temperato il cioccolato e aver preparato la pralina per farcire i cioccolatini procediamo al confezionamento; versiamo il cioccolato temperato all' interno degli stampi. Con una spatola in metallo spostiamo il cioccolato e pareggiamolo uniformemente. Passiamo un paio di volte la spatola sullo stampo per togliere il cioccolato in eccesso, che faremo cadere in un vassoio pulito per recuperarlo. Sbattiamo lo stampo sul tavolo, più volte, per eliminare le eventuali bolle d' aria, capovolgiamolo e facciamo colare il cioccolato in eccesso sbattendo più e più volte lo stampo, passiamo nuovamente la spatola sullo stampo per togliere il cioccolato in eccesso. Lasciamo raffreddare. Rigiriamo lo stampo, inseriamo al centro dei " gusci" di cioccolato solidificati il ripieno di pralina alla cannella. ritemperiamo il cioccolato e versiamolo sullo stampo fino a coprire completamente i bordi delle sagome. Sbattiamo lo stampo sul tavolo, più volte per eliminare le eventuali bolle d' aria. Lasciamo raffreddare. Quando la base dello stampo apparirà trasparente, i cioccolatini sono pronti da sformare. Rovesciamo lo stampo sbattendolo sul tavolo con un colpo secco per "liberare" i cioccolatini.

 

Ecco che in un lampo i nostri cioccolatini sono pronti, non ci resta che disporli su un vassoio e portarli in tavola, o perchè no, sistemarli in una graziosa scatola e regalarli ai nostri amici per Natale.
Un abbraccio a tutti

Con affetto
Francesco

giovedì 10 novembre 2011

Tagliatelle al nero di seppia




Carissimi Amici, buon pomeriggio,

oggi riguardando le tante ricette fatte e non ancora pubblicate, mi è saltata all' occhio questa ricetta con la pasta fresca che vado a proporVi.

Per la sua realizzazione ho usato non solo il KCC ma anche la sfogliatrice e la tagliapasta, accessori optional ma utilissimi e insostituibili come in questo caso, che rendono la preparazione di questo piatto davvero facile e veloce.



Ma veniamo alla ricetta.


Ingredienti: per 4 persone
Per la pasta;
200 gr di farina di grano duro
1 uovo e 1 tuorlo
2 bustine di nero di seppia
1 cucchiaio d' olio EVO
1 cucchiaio d' acqua

Per il condimento;
300 gr di seppioline fresche
1 spicchio d' aglio in camicia
200 gr di pomodorini ciliegino
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 ciuffetto di prezzemolo
40 gr di olio EVO
Peperoncino rosso a piacere
sale Q.b.

Procedimento:

Mettiamo nella ciotola del KCC la farina di grano duro, le uova, un pizzico di sale, l' olio e le due bustine di nero sciolte in un cucchiaio d' acqua, impastiamo con il gancio a spirale, 5 min. a velocità minima e successivamente altri 5 min. a velocità 2. Al termine l' impasto dovrà risultare liscio e omogeneo. Togliamolo dalla ciotola, avvolgiamolo nella pellicola per alimenti e facciamolo riposare in frigo per 1 ora.



Montiamo la sfogliatrice nella parte frontale del KCC, tagliamo l' impasto in due pezzi e passiamo l' impasto nel rullo partendo dalla tacca numero 1 fino alla tacca numero 6. Sistemiamo le sfoglie ottenute sul piano di lavoro infarinato e facciamole asciugare 15 minuti, dopo togliamo la sfogliatrice e montiamo il tagliapasta (in questo caso quello delle tagliatelle) e confezioniamo le tagliatelle, adagiamole su un vassoio e facciamole asciugare.



Puliamo le seppioline, togliamo l' osso centrale, laviamole bene e togliamo la pellicina superficiale; laviamo i pomodorini e tagliamoli in 4.



Montiamo il gancio a mezzaluna, nella ciotola del KCC versiamo l' olio, aggiungiamo l' aglio in camicia e facciamolo rosolare3 min. 140° vel. di mescolamento 2. Uniamo le seppioline e facciamole rosolare 2 min. 140° vel. di mescolamento 2. Sfumiamo con il vino e facciamo evaporare 3 min. alla stessa temperatura e velocità. Uniamo i pomodorini tagliati, regoliamo di sale e facciamo cuocere 6 minuti 140° vel. di mescolamento 2. Al termine uniamo il prezzemolo tritato e il peperoncino, mescoliamo e versiamo il tutto in una capiente padella.(Ho preferito saltare la pasta in padella perchè secondo me prende molto più gusto)



Senza lavare la ciotola, versiamo dentro 3 lt di acqua e portiamo a bollore senza nessun gancio 10 min. 110° vel. di mescolamento 2. Lessiamo le tagliatelle al nero di seppia , scoliamole bene e saltiamole in padella con la salsa di seppioline. Trasferiamo nei piatti individuali e serviamo subito.






Il piatto è pronto!!








I vini consigliati dall' enologo Calogero Statella sono:

Considerazioni: classico esempio che dimostra che l'assioma pesce-vino bianco non può funzionare sempre. Questo è un primo che va accostato per apprezzarlo al meglio ad un vino rosso di media struttura, non invecchiato ma sufficientemente complesso da contrastare l'intensità del piatto. Senza andare a prendere vini importanti, possiamo scegliere un vino di una zona rinomata ma non necessariamente il top; penso ad esempio a tanti vini a base di Sangiovese, che non si chiamano Chianti o Brunello ma che sono altrettanto buoni e sicuramente più adatti al nostro piatto. Mi viene in mente il fratello minore del Brunello, ovvero il:


Rosso di Montalcino d.o.c.

- Cantine consigliate: Col d'Orcia - Uccelliera - Pertimali







Buon appetito a tutti



Francesco



Con questa Ricetta partecipo al contest di Sonia del sito Oggi pane e salame, domani...


giovedì 3 novembre 2011

Torta soffice di mele senza burro



Carissimi Amici, come mi ha detto qualcuno tenermi fermo è un' impresa, questa mattina nonostante io non sia ancora autonomo e abbia bisogno delle stampelle per deambulare avevo voglia di svagarmi e rilassarmi un po'. I giorni che sono stato in ospedale, ho avuto modo di girovagare tra le varie ricette postate e, mi sono imbattuto nella ricetta della torta di mele senza burro postata da maruzzella. Incuriosito e divertito da questa variante mi sono deciso a farla.

EccoVi la ricetta.

Inredienti: per una tortiera di 22 cm di diametro
3 uova medie
1 pizzico di vaniglia pura in polvere
120 gr di zucchero
130 gr di farina 00
70 gr di fecola di patate
il succo di mezzo limone
300 gr di yogurt bianco magro con lo 0,1% di grassi
8 gr lievito istantaneo per dolci
2 mele medie
30 gr di zucchero a velo vanigliato per decorare

Procedimento:
Nella ciortola del KCC mettiamo lo zucchero, le uova e un pizzico di vaniglia pura in polvere, inseriamo la frusta a filo grosso e montiamo il composto 20 min. a velocità 5. Mentre aspettiamo priviamo le mele del torsolo, sbucciamole e tagliamole a pezzetti, infine irroriamole con il succo di 1/2 limone e lasciamole macerare, ( questo serve a non far ossidare le mele che altrimenti diventerebbero nere).

Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 180° statico

Misceliamo nel setaccia farina, la fecola di patate, la farina e il lievito. Appena le uova sono ben montate, togliamo la ciotola e incorporiamo delicatamente il composto di farina&Co aiutandoci con una spatola con dei movimenti dal basso verso l' alto, dopo sempre delicatamente uniamo lo yogurt bianco e per ultimo le mele tagliate a dadini. Imburriamo uno stampo antiaderente di 22 cm e versiamo dentro il composto.


Inforniamo la torta di mele a facciamo cuocere 60 minuti a 180° forno statico.

Sforniamo la torta lasciamola intiepidire circa 10 minuti, dopo sformiamola su una gratella e faciamola raffreddare bene.


Poco prima di servirla spolveriamola di zucchero a velo.


La torta è pronta!!


Buon appetito a tutti...

Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli