lunedì 28 giugno 2010

Buon Compleanno alla "Cucina degli Angeli"



Carissimi Amici, il tempo passa veloce e tra una ricetta e l'altra, un post e l'altro è passato un anno da quando ho iniziato questa mia fantastica avventura in cucina...
...nella Mia cucina degli Angeli...

Molti di Voi entrando nel mio blog si saranno chiesti...ma come mai la cucina degli angeli?? ebbene Voglio svelarVi l'arcano...sin da bambino son sempre stato attratto da queste creature celesti, ho letto tanto su di loro, mi sono affezionato e c'ho creduto così tanto, da decidere di circondarmi di questi esseri plasmati da Dio!!
Ognuno di noi ne ha uno al Suo fianco, ma spesso ci si dimentica di averlo..eppure lui è sempre li e veglia su di Noi, a volte ha paura per noi quando stupidamente osiamo o facciamo delle cose pericolose.
Bene, nel mio cammino ne ho incontrati tanti, ognuno di loro ha lasciato dentro di me qualcosa...un pò come tutti Voi che quotidianemente lasciate un segno del Vostro passaggio, che non solo rendono i miei post piacevoli, ma riempiono il mio cuore di gioia.
Casa mia, come il mio blog, è un "pochino" a tema, ho solo la bellezza di 600 angeli sparsi qui e là...mi danno serenità, mi infondo coraggio, mi coccolano in un certo modo.
Quando sono a casa mia, nella mia "cucina degli Angeli" mi sento protetto...
e Voglio che lo siate anche Voi...

....Per questo carissimi amici e a Voi che Voglio dire dal profondo del cuore...

Peperoni ripieni di riso



Amici,
chi di Voi non ha fatto almeno una volta nella vita i peperoni ripieni? Versatili nell'utilizzo, con la loro polpa carnosa, fanno spesso da scrigno per accogliere golosi ripieni, i più comuni sono quelli di carne ma oggi Voglio condividere con Voi questi che ho fatto ieri a pranzo ripieni di riso.
Ecco a Voi la ricetta!!

Ingredienti: per 6 persone
300 gr di riso parboiled
2 peperoni rossi
2 peperoni verdi
2 peperoni gialli
2 tuorli
600 gr di pomodori sodi e maturi
80 gr di pecorino
2 spicchi d'aglio
un ciuffetto di prezzemolo
80 gr di Olio EVO
sale e pepe Q.b.

Procedimento:
Nel boccale asciutto e pulito mettiamo il pecorino a pezzetti e grattuggiamo 15 sec. vel. 10 togliamo e mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale mettiamo dentro il prezzemolo e tritiamo 5 sec. vel. 7, togliamo e mettiamo da parte anche questo.
Nuovamente senza lavare il boccale aggiungiamo 1,5 lt di acqua, saliamo e portiamo a bollore 10 min. 100° vel.2.

Mentre aspettiamo che l'acqua bolle, tagliamo la calotta ai peperoni e teniamola da parte mondiamoli laviamoli e appoggiamoli capovolti su un tagliere.

Accendiamo il forno a 180°

Prendiamo i pomodori, laviamoli, priviamoli dei semi e tagliamoli a dadini.
Quando l'acqua bolle inseriamo il cestello con dentro il riso e lessiamo 12 min. (deve rimanere al dente altrimenti poi in forno scuoce), scoliamolo, versiamolo in una capiente ciotola, condiamolo con 80 gr di Olio Evo e lasciamolo intiepidire.
Quindi uniamo la metà dei pomodori, metà del prezzemolo tritato, i tuorli e 70 gr di pecorino amalgamiamo bene il tutto aiutandoci con la spatola.

Ungiamo una pirofila abbastanza grande da contenere i peperoni in piedi;versiamo alla base i restanti pomodori, distribuiamo qui e la l'aglio tagliato a fettine, e il prezzemolo saliamo e pepiamo.

Spennelliamo l'interno dei peperoni con l'olio, saliamoli leggermente, riempiamoli con il riso e chiudiamoli con la loro calotta, adagiamoli sui pomodori, cospargiamo con il restante pecorino, copriamo con dell'alluminio e passiamo in forno a 180° per 60 min. Quando mancano 10 min. alla fine alziamo la temperatura a 200° e scaduto questo tempo togliamo l'alluminio e proseguiamo la cottura per altri 10 min.
Sforniamo i peperoni e serviamo in tavola...
Che ne dite?


Spero Vi piacciono...
Un abbraccio
Francesco

liberamente tratta da "sale&pepe" giugno 2010

domenica 27 giugno 2010

Crostata di zucchine



Ciao amici della cucina degli Angeli,
girovagando tra i vari post e ricette su cook mi sono imbattuto nelle crostate di luxus, incuriosito dalla frolla salata all'olio, ho voluto provare a farla, naturalemente facendomi aiutare dal bimby per impastare, anche se è talmente semplice che anche a mano si può fare tranquillamente...

Io l'ho realizzata con stracchino e zucchine ma voi seguendo il procedimento potete sbizzarrirvi tranquillamente con gli ortaggi che più preferite, dalle patate, ai peperoni...ecc...

Ingredienti: per una tortiera da 26
250 gr di farina 00
100 gr di acqua
100 gr di olio di semi di arachide
5 gr di sale
4 gr di lievito secco per torte salate
100 gr di stracchino a temperatura ambiente
2 zucchine medie
Aglio in polvere Q.b.
Origano Q.b.
sale e pepe Q.b.

Procedimento:
Nel boccale versiamo l'acqua e scaldiamola 1 min. 37° vel 2, aggiungiamo il lievito e sciogliamo 30 sec. vel. 2 senza temperatura, uniamo a questo punto l'olio, la farina e per ultimo il sale e impastiamo 2 min. vel. spiga.
Accendiamo il forno a 200°
Infariniamo una tortiera da crostate stendiamo con le mani l'impasto rialzando leggermente i bordi, affettiamo le zucchine sottili sottili, spalmiamo alla base della crostata lo stracchino, adagiamo sopra leggermente sovrapposte e in maniera circolare le zucchine disposte a spirale, condiamo con un filino d'olio, una spolverata di pepe e sale e per finire dell'aglio in polvere e dell'origano secco.
Inforniamo a 200° per 40 min. circa
Sforniamo lasciamo intiepidire e serviamo!!


Buon appetito a tutti
Francesco

Torta di mele



Carissimi amici Buona domenica!!
in questa giornata di riposo assoluto mi son messo in cucina a preparare una buonissima torta di mele...soffice soffice come quella che la mia mamma mi faceva da bambino...
Da ingredienti semplici e genuini nasce questa torta...
ecco a Voi la ricetta...

Ingredienti:
2 grosse mele renetta o golden
1 limone succo e buccia
200 gr di zucchero
50 gr di nocciole
3 uova
125 gr di yogurt bianco
70 gr di margarina vegetale
200 gr di farina
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito vanigliato
zucchero di canna Q.b.

Procedimento:
Con il pelapate preleviamo la buccia del limone, tagliamolo a metà spremiamolo e teniamolo da parte.
Togliamo il torsolo dalle mele con il levatorsoli, sbucciamole e affettiamole sottilmente, mettiamole in un contenitore basso e irroriamole con il succo del limone.
Accendiamo il forno a 180°
Nel boccale versiamo lo zucchero, le nocciole e la buccia del limone tritiamo 10 sec. vel. 7, raccogliamo il trito con la spatola, aggiungiamo le uova, lo yogurt, la margarina, la farina il pizzico di sale e il lievito e impastiamo 30 sec. vel. 5
Imburriamo e infariniamo una tortiera da 26 cm, versiamo all'interno metà dell'impasto,


sistemiamo le mele affettate a cerchio, copriamo con il rimanente impasto

-0-

e sistemiamo le mele avanzate a cerchio come se stessimo facendo una crostata, spolveriamo con lo zucchero di canna

-0-

e inforniamo a 180° per 40 min. circa.

Sforniamo la nostra torta e lasciamola raffreddare completamente prima di servirla...



La torta è pronta!!



Buona merenda a tutti
Francesco

Liberamente tratta dal libro "io e il mio bimby"

domenica 13 giugno 2010

Dorata alle erbette




Amici, ieri mi sono dilettato a fare una torta salata, avevo notato la ricetta postata da chiaragiubbo qui e mi ero promesso di farla.
Io ho fatto qualche piccola modifica sui passaggi (io l'ho fatta tutta nel bimby). il risultato è stato sorprendente...troppo buona!!!
A voi la ricetta!!

Ingredienti:
Per la pasta:
300 gr di farina
50 gr di olio EVO
150 gr di acqua
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
450 gr di erbette miste surgelate
1 spicchietto d'aglio intero
80 gr di grana
60 gr di mollica di pane
70 gr di latte
30 gr di olio EVO
1 mazzettino di maggiorana fresca
Sale e pepe Q.b.

Per la crosta:
400 gr di patate
10 gr di burro
200 gr di latte
Sale Q.b.

Procedimento:
Come prima cosa dobbiamo grattugiare il grana, perciò inseriamolo nel boccale e tritiamo 15 sec. vel. 10 e mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale andiamo a preparare la pasta; versiamo tutti gli ingredienti e impastiamo 3 min. vel. spiga, togliamo l'impasto dal boccale, lavoriamolo con le mani fino ad ottenere una bella palla liscia, adagiamolo nella pellicola e riponiamolo in frigo a riposare per 60 min.
Mettiamo a bagno la mollica di pane nel latte per 10 min. dopo di chè strizziamola e teniamola da parte.
Nuovamente senza lavare il boccale, andiamo a preparare il ripieno; versiamo l'olio nel boccale, aggiungiamo l'aglio e rosoliamo 3 min. 100° vel. 1, eliminiamo l'aglio, uniamo le erbette e cuociamo 10 min. 100° vel. 1 e 10 min. temp. varoma vel.1. A fine cottura saliamo, pepiamo e tritiamo 10 sec. vel. 5, aggiungiamo la mollica di pane strizzata, le foglioline di maggiorana fresca 70 gr di grana e amalgamiamo 20 sec. vel. 4 antiorario, togliamo dal boccale e teniamo da parte.
Peliamo e tagliamo a tocchetti le patate, e adagiamole nel cestello.
Adesso laviamo velocemente il boccale per togliere tutti i residui di erbette, versiamo all'interno acqua sufficiente a coprire le lame saliamo, inseriamo dentro il cestello e cuociamo 20 min.temp. varoma vel. 2, togliamo il cestello e svuotiamo il boccale.
Inseriamo nel boccale la farfalla, aggiungiamo le patate, il latte e il burro e montiamo il purè 1 min. vel. 4.

Accendiamo il forno a 200°

Tiriamo fuori la pasta dal frigo e stendiamola in un disco di 30 cm circa di diametro, foderiamo una teglia rotonda del diametro di 28 cm con la pasta, ribaltiamo all'interno l' eccesso rinforzando i bordi, versiamo il composto di erbette all'interno, livelliamo con la spatola, copriamo con il purè di patate, spolveriamo con il grana rimasto, decoriamo i bordi con i rembi di una forchetta e inforniamo a 200° per 30 min. dopo abbassiamo la temperatura a 180° e completiamo la cottura per altri 15 min.

Sforniamo la nostra torta, lasciamola intiepidire e portiamola in tavola....



Il piatto è pronto!!



Buon appetito a tutti...

Francesco

venerdì 11 giugno 2010

Barchette di melanzane alla Norma



Carissimi amici,
rileggendo i miei post mi sono accorto che da buon siciliano non avevo ancora inserito
la "pasta alla norma".
Piatto presente molto spesso sulle tavole Siciliane, è composto da ingredienti semplici quali: pomodoro fresco, basilico, melanzana fritta e un'immancabile grattata di ricotta salata!!

La variante che vado a proporVi consiste nel preparare il piatto e poi servirlo all'interno delle melanzane svuotate, se non avete in casa uno scavino, potete togliere la polpa delle melanzane con un cucchiaino, oppure fare come ho fatto...che per facilitare l'operazione, ho inciso prima tutto il perimetro con la punta di un coltello, e dopo ho prelevato la polpa.
Non si rischia così di rovinare la buccia e avrete delle barchette perfette per contenere il ripieno di pasta anche durante la cottura.

Ingredienti: per 2 persone
1 melanzana lunga
140 gr di spaghetti
450 gr di pomodori freschi da sugo
1 spicchio d'aglio intero
30 gr di olio EVO
4 foglioline di basilico
Ricotta salata siciliana Q. b. a piacere
sale Q.b.
Peperoncino a piacere

Procedimento:
Con un coltello tagliamo la melanzana per il lungo, lasciando il picciolo attaccato in maniera tale che la barchetta dopo la cottura non si apra.
Accendiamo il forno a 170°
Con un coltello incidiamo la polpa lungo tutto il perimetro ed estraiamola, tagliamo quest'ultima a dadini, disponiamoli in un colapasta, spolveriamo con del sale grosso e lasciamo che perdano l'acqua di vegetazione per 20 min.
Saliamo e spennelliamo d'olio le barchette, sistemiamole in una teglia, copriamo con dell'alluminio e cuociamo in forno caldo a 170° per 30 min.Quando son cotte tiriamole fuori e alziamo la temperatura del forno a 220°.
Nel boccale versiamo l'olio e lo spicchio d'aglio e rosoliamo 5 min. 100° vel. 1 antiorario, eliminiamo l'aglio, uniamo i pomodori tagliati a cubetti, il basilico e cuociamo 15 min. 100° vel. 1 antiorario.Quando il pomodoro è pronto abbiamo due possibilità, o lo omogenizziamo come ho fatto io o lo lasciamo così com'è...io l' ho omogenizzato 20 sec. vel. 10. Togliamo e mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale, inseriamo dentro 2 litri d'acqua e portiamo a bollore 10 min. 100° vel.1 antiorario, saliamo e scaduto questo tempo versiamo gli spaghetti dal foro e cuociamo 10 min. 100° vel. soft antiorario.
Mentre aspettiamo versiamo un filo d'olio in una capiente padella, quando è in temperatura aggiungiamo le melanzane strizzate e rosoliamole qualche minuto fino a farle diventare dorate, togliamole e mettiamole in parte.
Quando la pasta è pronta scoliamola e versiamola nella padella dove avevamo fritto i cubetti di melanzana, aggiungiamo 3/4 di salsa di pomodoro e saltiamo, aggiungiamo quasi tutte le melanzane tenute da parte e spolveriamo con una generosa grattata di ricotta salata (grattuggiandola con la grattugia dalla parte coi fori grossi).
Togliamo la padella dal fuoco e aiutandoci con un cucchiaio e una forchetta adagiamo armoniosamente gli spaghetti all'interno delle melanzane, nappiamo con la rimanente salsa, grattuggiamo sopra ancora un pò di ricotta e sistemiamo qui e la le melazane tenute da parte.
Passiamo le nostre barchette in forno a 220° per 10 min.
Mentre aspettiamo andiamo a preparare il piatto: adagiamo a specchio un cucchiaio di salsa e una volta pronte le melanzane adagiamole sui piatti individali e portiamo in tavola...

Il piatto è pronto!!



Spero vi piaccia!!

Buon appetito a tutti!!

Francesco

giovedì 10 giugno 2010

Maionese ai tre sapori senza uova



Amici miei, quanti di Voi spesso rinunciano a fare la maionese in casa per via delle uova?
ebbene ieri ho voluto provare a farla senza...
Ho suddiviso la maionese ottenuta in tre ciotole e aromatizzato una parte con delle erbette fresche (timo, maggiorana, origano, basilico e menta), e le altre due con paprika e curry, poi ho farcito dei voul-au-vent, che ho servito insieme al danubio come antipasto per una cena improvvisa con degli amici!!

Eccovi la ricetta!!

Ingredienti:
150 gr di latte parzialmente scremato
300 gr di olio di semi di arachide
5 gr di erbette aromatiche solo le foglioline di timo, maggiorana, basilico, menta e origano
1/2 cucchiaino di sale
Un cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaino di paprika
1 cucchiaino di curry

Procedimento:
Laviamo e facciamo asciugare bene le erbette.
Pesiamo l'olio e il latte e teniamo da parte, quando le erbette sono ben asciutte inseriamole nel boccale e tritiamole 3 sec. vel. 8 raccogliamole con la spatola e teniamole in parte.
Laviamo velocemente il boccale per togliere i residui di erbette, asciughiamolo con della carta, versiamo dentro il latte e il sale e scaldiamo 1 min. 37° vel. 4 con il misurino inserito.
Azioniamo il bimby a vel. 5 per 3 min a 37° e versiamo lentamente a filo con il misurino inserito l'olio.
Apriamo il boccale aggiungiamo il succo di limone e amalgamiamo 10 sec. vel.3.
Togliamo la maionese dal boccale e suddividiamola in tre ciotole, aggiungiamo in una il curry, in una le erbette tenute da parte e nell'ultima la paprika, mescoliamo bene e passiamo in frigo fino al momento di servire....

Potete accompagnare questa maionese aromatizzata con dei crostini, con delle patatine fritte, del pesce al vapore, oppure farcire come ho fatto io dei voul-au-vent che poi ho decorato con delle fettine di cetriolo, qualche filetto di buccia di limone e dei pomodorini tagliati a julienne...
Ecco qui quello che ho fatto io....


Il piatto è pronto!!



Buon appetito a tutti

Francesco

Gelato alla liquirizia


Carissimi amici, chi di voi non sente il bisogno in questi giorni di rinfrescarsi con un buon gelato?
Qualche giorno fà mi trovavo a Treviso, e passando con degli amici in una gelateria ci siamo fermati a prendere un gelato....io che dal canto mio adoro la liquirizia ho scelto quello, me lo sono gustato talmente tanto che ho deciso di rifarmelo a casa mia!!
Ho ottenuto davvero un buonissimo gelato, con il vantaggio di gustarmene più di una pallina e spendendo naturalmente meno!!

Ecco a Voi quello che ho fatto!!

Ingredienti:
500 gr di latte parzialmente scremato + un misurino di latte per mantecare
100 gr di liquirizia (tipo tabù) ATTENZIONE: a me piaceva forte e ne ho messo 100 gr se ha voi piace un sapore più delicato riducete il quantitativo di liquirizia dai 50 agli 80 gr .
150 gr di zucchero
250 gr di panna fresca
10 gr di farina di semi di carrube, oppure neutro, oppure agar agar.
Procedimento:
Mettiamo il boccale a freddare 15 min. in frigo (meglio se nella parte bassa).
Togliamo il boccale dal frigo inseriamo la farfalla, versiamo la panna e montiamo 2 min. vel.3, togliamola dal boccale, riponiamola in un contenitore e teniamola in frigo.

Laviamo e asciughiamo il boccale, versiamo dentro lo zucchero e la liquirizia e polverizziamo 10 sec. vel. 9, aggiungiamo il latte e la farina di semi di carrube e cuociamo 12 min. 90° vel. 3.
Lasciamo raffreddare completamente il composto all'interno del boccale.
Una volta freddo, incorporiamo delicatamente la panna montata dal basso verso l'alto aiutandoci con la spatola.
Versiamo il composto dentro una vaschetta d'alluminio e riponiamo in freezer per almeno un giorno.
Passato questo tempo, tiriamo fuori la base dal frigo, lasciamola a temperatura ambiente circa 10 min. tagliamola a cubetti e versiamo il tutto nel boccale, tritiamo 20 sec. vel. 6 spatolando, aggiungiamo un misurino di latte freddo da frigo e mantechiamo 2/3 min a vel. 4 sempre spatolando.
Togliamo il gelato dal boccale e serviamo...

Nel caso dovesse risultare troppo morbido passiamolo in freezer 30 min. prma di servire...



Il gelato è pronto!!
Buona estate a tutti!!
Francesco

Il danubio


Amici!! come si può tramutare una serata improvvisa con gli amici in una serata speciale? beh presentando dei buoni piatti potrebbe essere un buon inizio!!
ieri sera con solo qualche ora di preavviso son venuti a trovarmi degli amici, che si sono fermati a cena...così senza lasciarmi prendere dal panico ho aperto il frigo e ho dato uno sguardo, pensando a cosa avrei potuto fare...da tempo tenevo questa ricetta del danubio sottomano..così mi son detto quale migliore occasione di questa per provarlo?
Che dirVi il risultato è stato molto gradito...

A voi la ricetta!!

Ingredienti: per 6 persone
550 gr di farina manitoba
220 gr di latte
50 gr di olio EVO
30 gr di zucchero
10 gr di sale
10 gr di lievito di birra
1 uovo intero più un tuorlo e latte per spennellare

Per farcire: quanto basta di...
Salsiccia tipo napoli
speck a fette
gruviera o emmental
pomodorini ciliegino

Procedimento:
Nel boccale asciutto e pulito versiamo il latte, l' olio, lo zucchero, il lievito,un uovo intero e misceliamo 20 sec. 37° vel. 4, aggiungiamo la farina e per ultimo il sale e impastiamo 6 min. vel. spiga.
Togliamo l'impasto dal boccale, lavoriamolo qualche minuto con le mani per renderlo bello liscio, adagiamolo in una capiente ciotola di vetro e lasciamolo lievitare coperto con della pellicola per 90 min. circa.

-0-

Passato questo tempo sgonfiamo l'impasto con le mani e dividiamolo in pezzature da 30 gr. circa,

-0-

stendiamo il pezzettino di pasta sul tavolo infarinato aiutandoci con le dita, farciamo a piacere

-0-

e chiudiamo bene per non fare uscire la farcia in cottura.


Adagiamo le palline ottenute in una teglia rotonda foderata con carta forno (io ne ho usate 2 una da 22 cm e una da 26 cm) copriamo con della pellicola e lasciamo lievitare altri 40 min.

-0-

Accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 180° quando il danubio è pronto prima di infornarlo, spennelliamo con il tuorlo sbattuto con 2 cucchiai di latte


e inforniamo a 180° per 25 min.

Sforniamo lasciamo intiepidire e portiamo in tavola...



Il danubio è pronto!!non ci resta che gustarlo...



Buon appetito a tutti...

Alla prossima ricetta
Francesco

Polpette di carne e fave con l'ovetto a sorpresa



Amici miei, perdonatemi se per qualche giorno sono stato assente ma purtroppo mi hanno tolto il dente del giudizio, e tra il dolore e la faccia gonfia non avevo proprio voglia di scrivere...

Oggi vi posto una ricetta che fa primavera, delle polpettine con dentro l' ovetto di quaglia, simbolo del risveglio della natura, che porta in tavola una vera ventata di freschezza...
ma veniamo alla ricetta!!

Ingredienti: per 6 persone
500 gr di carne tritata
450 gr di fave fresche o surgelate
18 uova di quaglia a temperatura ambiente
4 uova
90 gr di pecorino romano
200 gr di pangrattato per la panatura
3 cucchiai di paprika
1/2 spicchio d'aglio privato dell'anima
sale e pepe Q.b.
Olio di semi di arachide per friggere
Un ciuffetto di prezzemolo

Procedimento:
La prima operazione che dobbiamo fare è quella di lessare gli ovetti di quaglia, percio nel boccale del bimby inseriamo 2 litri d'acqua saliamo e inseriamo dentro il cestello con le uova (molto importante le uova devono essere a temperatura ambiente altrimenti si crepano) e cuociamo 20 min. 100° vel. 2, una volta cotte togliamo il cestello e passiamo le uova sotto il getto dell'acqua fredda sgusciamole e teniamole da parte.

-0-

Senza svuotare il boccale dall'acqua reinseriamo il cestello con le fave e cuociamo 15 min. 100° vel. 2

-0-

scoliamole e mettiamole in un piatto per farle intiepidire, priviamole della pellicina e teniamole da parte.


Svuotiamo il boccale dall'acqua e asciughiamolo bene, inseriamo all'interno il pecorino,il prezzemolo, lo spicchio d'aglio e grattuggiamo 15 sec. vel. 10, aggiungiamo le fave spellate e tritiamo 20 sec. vel. 5, aggiungiamo la carne, 2 uova saliamo, pepiamo e amalgamiamo 30 sec. vel. 5 spatolando bene.

Apriamo il boccale e amalgamiamo bene l'impasto dal basso verso l'alto.
Prepariamo in una fondina le 2 uova rimanenti sbattendole con una forchetta, e in un contenitore invece misceliamo il pangrattato con la paprika.

-0-

Con le mani inumidite, formiamo delle polpette rotonde, e inseriamo all'interno l'ovetto di quaglia sodo.

-0-

Passiamo le polpette prima nell'uovo sbattuto, poi nel pangrattato miscelato con la paprika e mettiamole man mano in un vassoio.


Io per friggerle ho usato la friggitrice, e le ho fatte cuocere 8 min. ma Voi se ne siete sprovvisti potete friggerli in una padella con abbondante olio caldo, una volta pronte adagiamole ad asciugare su carta assorbente e portiamo in tavola...

Il piatto è pronto!!



Buon appetito a tutti...

Alla prossima ricetta
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli