lunedì 26 aprile 2010

Polpettine con zucchine all'acciuga e pomodorini






carissimi amici, la dieta continua ma Livio deve pur mangiare, così visto che l'addetto al pranzo/cena sono io, ecco che oggi gli ho preparato queste polpette intriganti e sfiziose, come ha detto lui stesso "una polpetta tira l'altra"...

Ingredienti:
500 gr di tritato misto
200 gr di zucchine
5 acciughe sott'olio
1 uovo
20 gr di pangrattato
20 gr di pecorino
1 mazzetto di timo
uan manciata di aghi di rosmarino
50 gr di pomodori secchi sott'olio
1/2 spicchio d'aglio
1/2 bicchiere di vino bianco
20 gr di burro
Farina 00 Q.b. per infarinare
Olio Evo q.b.
Sale e pepe Q.b.

Procedimento:
Nel boccale inseriamo l'aglio, il rosmarino e i pomodorini secchi sgocciolati e asciugati dall'olio di conservazione, tritiamo 3 sec. vel 7, togliamo il trito dal boccale e versiamolo in una larga padella.
Senza lavare il boccale mettiamo dentro il pecorino e le foglioline di timo e grattuggiamo 15 sec. vel. 10, aggiungiamo la carne, le zucchine a pezzi, l'uovo, le acciughe scolate dall'olio di conservazione e il pangrattato, saliamo e pepiamo e amalgamiamo 20 sec. vel. 5.
Dall'impasto ottenuto formiamo delle polpettine oblunghe cioè non con la solita forma schiacciata ma leggermente allungata, e passiamole nella farina.
Aggiungiamo nella padella con il trito di pomodorini un filo d'olio e il burro facciamo fondere e appena inizia a sfrigolare rosoliamoci le polpette, quando sono dorate da un lato giriamole dall'altro e appena prendono colore sfumiamo con il vino bianco , copriamo e lasciamo cuocere altri 5 min.

Il piatto è pronto per essere portato in tavola ancora fumante...


Buon appetito a tutti!!
Un abbraccio
Francesco

PS: Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Nanny

domenica 25 aprile 2010

Torta di rose



Ciao a tutti, per chi non lo sapesse ancora mi son messo a dieta perciò pubblicherò meno nel prossimo mese...ma ieri avevo troppa voglia di far qualcosa così visto che qualcuno mi aveva chiesto di pubblicare la torta di rose mi son deciso a farla...

ecco a voi il procedimento passo passo!!

Ingredienti: tortiera da 26
per la pasta
350 gr di farina 00
30 gr di olio EVO
3 tuorli d'uovo
1 bustina di lievito di birra secco o 25 gr di lievito di birra fresco
150 gr di latte
1 pizzico di sale
20 gr di zucchero
la scorza di un limone

per la farcitura
100 gr di burro a temperatura ambiente
100 gr di zucchero
Zucchero di canna grezzo Q.b. (questa è una mia variante)

Procedimento:
Nel boccale asciutto e pulito inseriamo lo zucchero e la scorza del limone tritiamo gradualmente 10 sec. da vel 1 a vel. 8 (questo per evitare che la scorza venga lanciata alle pareti senza essere tritata).
Aggiungiamo il latte, il lievito, i tuorli, l'olio, la farina e un pizzico di sale e impastiamo 5 min. vel. spiga.
Togliamo l'impasto dal boccale lavoriamolo sul piano di lavoro ben infarinato e stendiamolo in un lungo rettangolo, infarinando bene onde evitare che la pasta si attacchi sul piano.
Senza lavare il boccale versiamo dentro lo zucchero e il burro a pezzetti (a temperatura ambiente) e lavoriamo 1 min. vel. 3.
Togliamo la farcia dal boccale e con l'aiuto di una spatola stendiamola uniformemente sulla pasta, spolveriamo con lo zucchero di canna grezzo


e arrotoliamo su se stessa, formando un lungo cilindro.


Con un coltello affilato tagliamo la pasta a tronchetti di 4-3 cm al massimo, prendiamo ogni singolo tronchetto e chiudiamo delicatamente la parte inferiore spingendo verso l'esterno la pasta per ottenere la classica forma della rosellina.


Foderiamo uno stampo con della carta forno (io non l'ho fatto ma vi consiglio di farlo così il burro non andrà sul fondo della teglia ma verrà assorbito dalla pasta rendendola morbida e profumata), sistemiamo i tronchetti nella teglia e lasciamo lievitare da 60 a 120 min.


quando le rose son belle gonfie l'impasto è pronto, ma il tempo è indicativo poichè dipende molto dalla temperatura che abbiamo in casa, in ogni caso mettiamo a lievitare coprendo lo stampo con della pellicola alimentare.
Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione accendiamo il forno impostando la temperatura a 180°, scaduto il tempo di lievitazione spolveriamo le rose con dell'altro zucchero di canna (questo farà si che le rose prendano un bel colore ambrato e lo zucchero dia l'effetto brina) e inforniamo la torta di rose e cuociamo per 30 min.

Sforniamo e lasciamo raffreddare...


La torta di rose è pronta!!!


Buona degustazione a tutti!!!

Francesco

mercoledì 14 aprile 2010

Margherita di pane al riso





Ciao a tutti, come molti di Voi ormai sanno mi diletto a panificare direi ormai anche con ottimi risultati...
Quest'oggi ho voluto provare a fare un pane al riso dandogli quel tocco in più per deliziare oltra al palato anche la vista.

Come sapete la farina di riso non può essere usata tutta al 100% poichè è priva di glutine però si può mischiare alla farina 0 o 00 per ottenere un pane più soffice e buono!

A voi la ricetta:

Ingredienti:
170 gr di farina di riso
500 gr di farina 0
25 gr di lievito di birra fresco
350 gr di acqua
15 gr di sale
10 gr di malto o miele (io ho messo il miele)
40 gr di Olio EVO

Procedimento:
Nel boccale versiamo l'acqua, il miele e il lievito sbriciolato e mescoliamo 1 min. 37° vel. 3, aggiungiamo le farine, l'olio e per ultimo il sale e impastiamo 6 min. vel. spiga.
Togliamo l'impasto dal boccale diamogli la forma di una palla adagiamolo in una terrina di vetro capiente, copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo lievitare 40 min.
Tagliamo l'impasto in pezzature da 30 gr circa,

-0-

formiamo delle piccole palline ( circa 35 ) che andremo ad adagiare sul tavolo

-0-

una volta finite tutte riprendiamole nuovamente e lavoriamole con il palmo della mano fino a farle diventare belle lisce.


Foderiamo uno stampo da 22 cm con della carta forno ( io ne ho fatto anche uno rettangolare) e adagiamo all'interno le palline in maniera circolare e una vicina all'altra fino a riempire tutto lo stampo,


copriamo con della pellicola e lasciamo lievitare per altri 60 min.
Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione, accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 200°, quando il pane è lievitato inforniamo a 200° per 40 min.
Sforniamo lasciamo intiepidire su una gratella e portiamo in tavola...

La nostra margherita di pane al riso è pronta!!



Buon appetito a tutti...

Francesco

domenica 11 aprile 2010

Fegato alla Veneziana




carissimi amici miei...

Sicuramente Vi starete chiedendo magari ridendo anche....ma come fà un siciliano a fare piatti veneti?
Semplice, dopo anni vissuti tra Verona e Venezia ho imparato qualcosa anche io, ed ecco che oggi timidamente Vi posto la ricetta...

Questa volta non ho usato il bimby ma un' ottima padella, l'ideale per un risultato eccellente!!!

Ingredienti: per 4 persone
500 gr di fegato di vitello tagliato a striscioline
2 cipolle rosse tipo tropea
80 gr di olio EVO
30 gr di aceto di vino bianco
20 gr di burro
4 foglioline di salvia
sale e pepe Q.b.
Procedimento:
Puliamo e affettiamo molto sottile le cipolle, in una capiente padella versiamo l'olio, aggiungiamo il burro, la salvia e le cipolle e facciamo appassire 5 min. a fiamma vivace e altri 5 min. a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto.
Passato questo tempo aggiungiamo il fegato irroriamo con l' aceto saliamo pepiamo e cuociamo a fiamma alta per 5 min.
Togliamo la padella dal fuoco, adagiamo il fegato nei piatti individuali irroriamo con il fondo di cottura decoriamo e serviamo caldissimo in tavola....

Il piatto è pronto!

Buon appetito a tutti

Francesco

Ricci di cioccolato





Buon giorno amici miei, quanti di Voi si sono trovati ad andare in pasticceria per prendere dei dolcetti che accontentassero un pò tutti?
Ieri ero invitato a cena da una mia carissima amica e per non incappare nel solito dolce banale ho voluto realizzare questi simpatici dolcetti che vado a proporVi...

Ingredienti: per 70 ricci
250 gr di biscotti OSWEGO
250 gr di zucchero
50 gr di cacao amaro
100 gr di burro a temperatura ambiente
2 uova intere
1 pizzico di sale
30 gr di rum

per decorare:
40 gr di pistacchi
40 gr di nocciole tostate
50 gr di codette di cioccolato

Procedimento:
Inseriamo nel boccale il pistacchio e riduciamolo in granella 5 sec. vel. 6 mettiamo da parte, inseriamo adesso le nocciole e riduciamole in granella come i pistacchi 5 sec. vel. 6 e mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale inseriamo lo zucchero e riduciamolo al velo 15 sec. vel. 10, aggiungiamo i biscotti interi e sbricioliamo 10 sec. vel. 4, uniamo il burro, il cacao, le uova, un pizzzico di sale e il rum e impastiamo 20 sec. vel. 4 .
Togliamo l'impasto dal boccale, mettiamolo in una ciotola e passiamolo in frigo a rassodare circa 4 ore.
Passato questo tempo, togliamo l'impasto dal frigo con l'aiuto di uno scavino otteniamo delle palline più o meno della stessa misura, passiamole nella granella di mandorle, nocciole e codette adagiamole nei pirottini di carta e riponiamo in frigo fino al momento di servire.

I nostri ricci sono pronti!!!



Un abbraccio

Francesco






venerdì 9 aprile 2010

Timballini di tagliatelle al nero di seppia con misto mare e cozze








Carissimi amici, questa mattina voglio darvi un'idea deliziosa e scenografica per il pranzo di oggi.

Ieri, entrando in un pastificio mi sono lasciato conquistare da dei tagliolini al nero si seppia davvero profumatissimi, così mi son deciso a prenderli, dal freezer la sera prima avevo tirato fuori una confezione di misto-mare per risotti, volevo inizialmente fare quello, ma poi ho deciso di cambiare, per una volta accantonare (per un giorno) il bimby e spadellare un pò...

Ecco qui quello che ho combinato in cucina....



Ingredienti: per 5 persone
250 gr di tagliolini freschi al nero di seppia
1 confezione da 300 gr di misto-mare per risotti
20 valve di cozze surgelate o fresche
100 gr di mozzarella a filetti o cubetti
1 conf. di pomodorini in conserva
1/4 di cipolla bianca
1 noce di burro
olio EVO Q.b.
sale e pepe Q.b.

Procedimento:
Mettiamo sul fuoco a bollire una pentola con l'acqua.
Accendiamo il forno a 200°
Tritiamo la cipolla e facciamola appassire in una larga padella, quando s'è imbiondita aggiungiamo il misto-mare lavato e sgocciolato e facciamo rosolare 3 min. aggiungiamo i pomodorini sgocciolati schiacciamoli con il cucchiaio, saliamo, pepiamo e lasciamo sobbollire per 5 min. e spegniamo.
Quando l'acqua per la pasta bolle lessiamo i tagliolini per 3 min., scoliamoli e condiamoli in una capiente ciotola con la mozzarella a filetti, gran parte del sugo preparato (dal quale avremo tolto le cozze che ci serviranno per decorare) e la noce di burro, imburriamo degli stampi da muffin preleviamo gli spaghetti con una forchetta e un cucchiaio, arrotoliamoli su sè stessi e mettiamo dentro gli stampi, pressando leggermente.
Adagiamo i nostri timballini in una teglia a bordi alti aggiungiamo acqua sufficiente a raggiungere più della metà degli stampi, copriamo con l'alluminio e cuociamo a bagnomaria nel forno per 30 min.

Facciamo riposare i timballini per 5 minuti, sformiamoli sui piatti individuali, guarniamo con le cozze, qualche ciuffetto di prezzemolo e un cucchiaio di sughetto tenuto in caldo che io ho servito in una conchiglia...





Il piatto è pronto!!
Spero Vi piaccia
Francesco

mercoledì 7 aprile 2010

Il pane di Francesco82





Un piacere semplice...
Può esserci un piacere più semplice e puro di quello che ci dà una forma di pane appena sfornata?
Il profumo dà vita alla casa.Il suo sapore è già di per sé memorabile, ma riesce ad arricchire il gusto dei cibi a cui si accompagna; il contrasto tra mollica e crosta solletica il palato.
Fatto a regola d' arte, il pane è un vero e proprio tesoro.
Preparato come ve lo propongo oggi può rendere speciale anche il pranzo più semplice e impreziosirlo al tempo stesso...
A grande richiesta oggi condivido con Voi tutti la ricetta del pane che ho preparato per il giorno di Pasqua, spero vivamente che lo proviate e che mi sappiate dire cosa ne pensate!!!

Ingredienti:
500 gr di farina 0
100 gr di farina di semola di grano duro
50 gr di olio EVO
100 gr di latte
200 gr di acqua
12 gr di lievito di birra fresco o 20 gr se avete intenzione di surgelarli.
20 gr di miele
15 gr di sale
Procedimento:
Pre-raffreddiamo "Fresco" usando la funzione surgelamento rapido. Questo accorgimento serve a far creare all' interno della camera l' umidità che serve per far lievitare l' impasto in maniera corretta senza che in superficie si crei la pellicina, infatti vedrete che quando andremo a metterlo all' interno di fresco per la lievitazione  a differenza di quando facciamo lievitare a temperatura ambiente non copriremo l' impasto.
Prepariamo l' impasto; Versiamo nel boccale l'acqua, il latte, miele e il lievito sbriciolato, mischiamo 30 sec. 37° vel.3 aggiungiamo adesso l'olio, le farine e per ultimo il sale, impastiamo 5 min. vel. spiga. (potete effettuare questa operazione in una qualsiasi impastatrice o se ne siete sprovvisti fatelo a mano).
Togliamo l'impasto dal boccale, lavoriamolo qualche minuto con le mani, diamogli la forma di una palla e adagiamolo in un recipiente di vetro, copriamo con della pellicola per alimenti e lasciamo lievitare 1 ora. Nel mio caso ho impostato nel fresco la funzione lievitazione  naturale a 28° e lasciato lievitare per un' ora.

Passato il tempo della prima lievitazione sgonfiamo l'impasto con le mani, preleviamone un pezzetto e stendiamolo sul tavolo infarinato, tiriamolo sottile fino ad ottenere un rettangolo,


con la rotella tagliamolo a triangoli e arrotoliamo per ottenere i classici cornetti,

-0-


dopo preleviamone ancora un pezzetto che divideremo in tre parti, arrotoliamoli e formiamo dei cilindri che intreccieremo per ottenere una treccia che divideremo in due,

-0-

con la restante pasta potete sbizzarrirvi come volete e arricchirla come vi piace, io una parte l'ho condita con dell' erba cipollina, e un' altra con della cipolla liofilizzata...
Se i panini ci servono subito, passiamoli sulla placca da forno e spennelliamoli con una miscela di latte, olio e un pizzico di sale,

-0-

decoriamoli a piacere con i semi di sesamo e papavero e mettiamoli a lievitare coperti con della pellicola per altri 60 min.


Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione accendiamo il forno e impostiamo la temperatura a 200° quando è caldo inforniamo 1 placca alla volta nella parte centrale del forno e cuociamo per 15 min. sforniamo, lasciamo intiepidire e portiamo in tavola...

NB: se volete potete prepararvi una buona scorta di pane da tenere in congelatore, per fare questo, dopo aver dato la forma ai panini adagiateli su delle placche e mettetele in fresco impostando la funzione surgelazione rapida per 1,30 h, dopo staccate i paninetti dalla placca, metteteli nei sacchetti e riponeteli in freezer. All' occorrenza togliete i panini dal freezer e lasciateli scongelare e lievitare dentro fresco usano la funzione lievitazione naturale a 28° per 2,5  ore circa, dopo spennellateli con la miscela di lette e olio, decorateli e infornateli per il tempo indicato nella ricetta.

Credetemi questo pane va letteralmente a ruba, più ne mettete in tavola più ve ne chiederanno...



Che ne dite vi piace?

Un abbraccio
Francesco

lunedì 5 aprile 2010

La mia tavola di pasqua e menù 2010

Ciao, dopo un giorno di lavoro ieri non c'è l'ho fatta a postare le foto...
Eccovi la mia tavola per la pasqua di quest'anno con annesse le portate!!
La tavola




Il centrotavola



Il segnaposto


Un particolare



Il menù comprendeva le seguenti:



Primo




Secondo






Amari caffè e distillati

Ho lavorato tanto ma la soddisfazione è stata immensa!!!
Alla prossima Tavola...

Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli