lunedì 31 agosto 2009

Gelato alla fragola un' altra storia


Ciao a tutti,

l'estate è arrivata e con essa la voglia di cose fresche e il gelato è uno di quelli.
Dopo aver provato quello di katia, ho voluto provare questo...
Ditemi voi cosa ve ne sembra!!

Ingredienti

250 gr di latte intero
250 gr di panna
150 gr di zucchero
300 gr di fragole fresche
1 pizzico di sale

Procedimento
Nel boccale versiamo lo zucchero, 10 sec vel 10 aggiungiamo il latte il pizzico di sale e la panna cuociamo 10 min. 90° vel. 1 otteniamo questo composto che andremo a mettere in una ciotola a raffreddare.
Una volta freddo mettiamo nel boccale pulito le fragole e frulliamo 10 sec. vel 4.
versiamo a filo la crema fredda e mantechiamo 10 sec vel. 4
Versiamo il tutto in un contenitore d'alluminio e passiamo in freezer per un giorno.
Il giorno dopo tiriamo fuori dal freezer il composto lo rovesciamo su un tagliere e lo lasciamo a temperatura ambiente per 10 min.circa dopo di chè lo tagliamo a cubetti e lo mettiamo nel boccale (precedentemente freddato in frigo per almeno 30 min così è bello fresco).
Tritiamo 20 sec. vel 10 (gradualmente)spatolando.
Dopo versiamo un misurino di latte freddo e mantechiamo 3 min vel 4 sempre spatolando.

Che ne dite?
è un'altra variante ma a me piace molto!!In coppa misto a quello di pesca che buono!!!

gelato alla pesca


Ciao a tutti


l'estate è arrivata e con essa la voglia di cose fresche e il gelato è uno di quelli.
ho voluto provare questo...gelato alla pesca visto che sono iniziate ad arrivare e quelle che ho preso erano dolcissime
Ditemi voi cosa ve ne sembra!!

Ingredienti

250 gr di latte intero
250 gr di panna
150 gr di zucchero
300 gr di pesche fresche e possibilmente mature al punto giusto
1 pizzico di sale

Procedimento
Nel boccale versiamo lo zucchero,10 sec vel 1 aggiungiamo il latte il pizzico di sale e la panna cuociamo 10 min. 90° vel. 1
otterremo un composto che andremo a mettere in una ciotola a raffreddare.
Una volta freddo mettiamo nel boccale pulito le pesche e frulliamo 10 sec. vel 4. versiamo a filo la crema fredda e mantechiamo 10 sec vel. 4
Versiamo il tutto in un contenitore d'alluminio e passiamo in freezer per un giorno.
Il giorno dopo tiriamo fuori dal freezer il composto lo rovesciamo su un tagliere e lo lasciamo a temperatura ambiente per 10 min.circa dopo di chè lo tagliamo a cubetti e lo mettiamo nel boccale (precedentemente freddato in frigo per almeno 30 min così è bello fresco).
Tritiamo 20 sec. vel 10 (gradualmente)spatolando. Dopo versiamo un misurino di latte freddo e mantechiamo 3 min vel 4 sempre spatolando.

Che ne dite?
è un'altra variante ma a me piace molto!!
Nella foto in coppa con quello alla fragola decorato con un ciuffetto di panna e qualche perla colorata...che buono ragazze davvero credetemi!!

Pollo alla cacciatora


amanti del pollo,
Oggi avevo delle coscette di pollo da fare ed ero indeciso se farle ai peperoni o alla cacciatora...ho optato per quest'ultima....
Gli ingredienti usati sono gustosi e portano in tavola sicuramente i sapori vigorosi della tradizione contadina...
A me non piace la pelle la tolgo sempre e questo ha fatto si che due coscette si siano un pò aperte la prossima volta la lascio anche perchè in questo caso fa da paracolpi!! e mantiene salda la polpa delicata delle cosce.
Però il risultato è stato davvero eccellente!!
Ingredienti
6 cosce di pollo (ma potete usare anche un pollo intero a pezzi)
400 gr di pomodorini ciliegino (o in conserva)
80 gr di olive nere col nocciolo
20 gr di filetti d'acciuga sott'olio
1/2 bicchiere di vino (circa 120 gr)
uno spicchio d'aglio schiacciato
una carota media
una costola di sedano
un rametto di rosmarino (più uno per decorare)
30 gr di olio EVO
sale e pepe Q.b.

Procedimento

Peliamo la carota e laviamo il sedano
Mettiamo nel boccale carota e sedano 3 sec. vel 5 rimarrà qualche pezzetto di carota intero io l'ho tagliato a rondelle) aggiungiamo l'olio, le acciughe, l'aglio schiacciato e soffriggiamo 6 min. 100°vel.1 antiorario.
Aggiungiamo le coscette e un giro d'olio (circa 10 gr) e rosoliamo 4 min. vel 1 temp. varoma passati i primi 2 minuti aggiungiamo le olive.
Passato questo tempo bagnamo con il vino e continuiamo la cottura 2 min. temp. varoma vel 1.
Aggiungiamo i pomodori ben lavati e sgocciolati e il gli aghi di rosmarino saliamo pepiamo e proseguiamo la cottura per 20 min. circa temp. varoma vel. soft antiorario.
Passato questo tempo componiamo il piatto con 3 coscette irroriamo col sughetto di cottura qualche oliva tre foglioline di alloro fresco e qualche ago di rosmarino.
Il piatto è servito!!

Spero vi piaccia!!
Il sapore è proprio quello d' altri tempi!!
Ps: col sughetto avanzato domani condirò una pasta!!

Focaccia rustica di favette



Questa mattina mi sono dedicato a preparare una focaccia molto particolare naturalmente avvalendomi del nostro inseparabile amico!!BIMBY!!

Ingredienti

500 gr di farina 0
20 gr di lievito di birra fresco
450 gr di fave fresche (o surgelate)
15 gr di zucchero
70 gr di olio EVO
200 gr di acqua
100 gr di latte (mi son scordato di metterlo in foto)
Sale e pepe Q.b.

Procedimento
Nel boccale pulito versiamo 1 litro d'acqua con un cucchiaino di bicarbonato (serva ad accentuare il verde del fave)e portiamo a bollore 6 min. temp. varoma vel 1.
Quando l'acqua inizia a bollire inseriamo il cestello con le fave e scottiamo 10 min temp. varoma vel.1 con il misurino inserito.
Scoliamo le fave le passiamo sotto il getto d'acqua fredda (per fermare la cottura)
Priviamo le fave della pellicina e teniamo da parte.
Svuotiamo il boccale dall'acqua versiamo dentro lo scalogno intero e 30 gr di olio e tritiamo 3 sec. vel 6, raccogliamo il trito sul fondo versiamo le fave e pochissima acqua e cuociamo 10 min 100° vel soft antiorario e mettiamo da parte.
Con la spatola puliamo bene il boccale dai residui di fave e senza lavarlo mettiamo dentro il lievito i liquidi lo zucchero l'olio ed emulsioniamo 30 sec. vel 6.
Aggiungiamo la farina e per finire 15 gr di sale.
Impastiamo 2,30 min vel spiga quando manca 1 minuto aggiungiamo le fave e continuiamo ad impastare.
Lasciamo l'impasto dentro al boccale e lo lasciamo lievitare 40 min. con il misurino.(avendo fatto cuocere le fave prima di fare l'impasto otterremo la temperatura giusta di 37° sufficienti a rendere il boccale una culla tiepida per il nostro impasto)
L'impasto raggiungerà il foro del boccale a questo punto riimpastiamo 1 min vel spiga e versiamo l'impasto nella teglia grande del forno unta di olio d'oliva, aiutandoci con le mani inumidite stendiamo l'impasto sulla teglia copriamo con della pellicola per alimenti e facciamo lievitare un'oretta circa.
Una volta lievitato facciamo attenzione a rimuovere la pellicola.
Laviamo velocemente il boccale con l'autolavaggio per togliere i residui d' impasto.
Emulsioniamo 40 gr di olio e una presa di sale, distribuiamo l'emulsione sulla focaccia, schiacciamo la pasta con le punte delle dita, formando tante fossette, e passiamo in forno preriscaldato a 230° per circa 15/20 min.(dipende dal vostro forno)
Questa focaccia si può gustare tiepida o fredda accompagnata da salumi tipo salame e crudo o perchè no con del pecorino fresco che ben si sposa con le fave.

Che ne dite vi piace?
Spero di si!!
Credetemi è qualcosa di fenomenale, erano anni che non la facevo,un vero peccato perchè ieri ho capito cosa mi son perso!!!
Alla prossima ricetta...

polpettine di merluzzo e spinaci


Oggi a pranzo pesce bianco per rimanere in linea, ma con quel tocco in più che lo rende speciale!!
Voi che ne dite?

Ingredienti x 4 persone

400 gr di merluzzo fresco o surgelato
1 spicchietto d'aglio
1 ciuffetto di prezzemolo
100 gr di pane raffermo
50 gr di emmenthal
200 gr di spinaci freschi
sale e pepe Q.b.
50 gr di farina di mais (per polenta)
50 gr di pangrattato
50 gr di parmigiano

Procedimento
prepariamo la panatura:
Nel boccale mettiamo il grana a pezzetti e 50 gr di pane 10 sec. vel turbo e mettiamo da parte, aggiungendo 50 gr di pangrattato e 50 gr di farina di mais sale e pepe e mischiamo.
Inseriamo l'aglio e il prezzemolo nel boccale 5 sec. vel 7 raccogliamo il trito sul fondo, aggiungiamo i restanti 50 gr di pane e l' emmenthal e tritiamo 10 sec. vel 5.
Aggiungiamo gli spinaci 3 sec. vel 5 aggiungiamo i filetti di pesce saliamo pepiamo e tritiamo 30 sec vel 5 spatolando.
Con il composto prepariamo delle polpettina che andremo a passare nella panatura.
Accendiamo il forno e portiamo a temperatura 180. Adagiamo le polpette sulla placca da forno, le spennelliamo leggermente con dell'olio di semi e cuociamo 20 min a 180°.
Gli ultimi 6 min accendete il grill per farle dorare bene.
Serviamo il piatto accompagnandolo con una misticanza di insalatina fresca e qualche pomodoro disposto a ventaglio.
Il piatto è servito!!
Buon appetito a tutti!!
Francesco

venerdì 28 agosto 2009

Patate saltate


Ed eccoci nuovamente qui...
seguendo i consigli di Katia...per le sue patate saltate così buone pratiche e veloci che non si poteva fare a meno di aggiungerle al proprio blog.
Buone anzi buonissime si prestano bene per accompagnare piatti di carne arrosti o anche semplicemente una cotoletta...

Ingredienti

4 patate
20 gr di burro
20 gr di olio
aglio
Rosmarino
sale Q.b.
Insaporitore per arrosti Q.b.

Procedimento
Nel boccale mettiamo 1 litro d'acqua e portiamo a bollore 15 min. vel 1 temp.varoma.
Nel frattempo peliamo le patate le laviamo e le tagliamo a spicchi, adagiamo nel varoma e appena l'acqua bolle posizioniamo sul boccale e facciamo cuocere 20 min. tem varoma vel. 2
In un tegame mettiamo l'olio il burro lo spicchio d'aglio, gli aghi di rosmarino, appena le patate son pronte le versiamo nel tegame aggiungiamo l'insaporitore per arrosti e le saltiamo per 5/10 min.finchè non fanno la crosticina dorata spegniamo e serviamo.
Ed eccole pronte


Alla prossima!!
Ciao Ciao

Coniglio alla siciliana


oggi a pranzo visto che avevo un pò di tempo, ho voluto provare a fare il coniglio alla Siciliana all'interno del boccale del nostro ormai conosciutissimo BYMBY!!
Molti di Voi saranno scettici sulle Sue potenzialità specialmente quando si parla di fare delle pietanze dalle carni delicate come in questo caso.
Per smentire tutto/i ho voluto postare passo passo questa ricetta saporita e d'altri tempi.

Io sfruttando la cottura a piani nel varoma ho cotto le patate per poi saltarle e accompagnarle come contorno.

Ecco a voi la ricetta

Ingredienti:
per 4 persone
1 coniglio intero di circa 900 gr
50 gr di vino bianco secco
60 gr di brodo ottenuto con il dado bimby
50 gr di olio EVO
85 gr di olive verdi snocciolate
50 gr di olive nere snocciolate
200 gr di pomodorini ciliegino
1 cucchiaio di capperi in salamoia
1 pizzico di peperoncino fresco o secco
1 spicchio d'aglio privato dell'anima
sale e pepe Q.b.

Procedimento:
In una larga ciotola mettiamo dell'acqua con aceto e sale immergiamo i pezzi del nostro coniglio e lo lasciamo macerare 10 min. circa, dopo lo laviamo bene con le mani usando sempre l'acqua della ciotola e lo lasciamo scolare bene.
Nel boccale mettiamo lo spicchietto d'aglio e lo tritiamo 3 sec. vel. 7, raccogliamo con la spatola aggiungiamo le olive e tritiamo 3 sec. vel 5.
Aggiungiamo l'olio e il coniglio a pezzi e rosoliamo 10 min. temp. varoma vel.1 antiorario.
Aggiungiamo i capperi,(se necessario diamo una rigirata al coniglio passando i pezzi sotto sopra e viceversa) il peperoncino e continuiamo la cottura per altri 5 min. 100° vel. 1 antiorario.
A parte prepariamo il brodo in un bicchiere nel quale andremo ad aggiungere anche il vino.
Tagliamo i pomodorini a cubetti e passati i 5 min. li aggiungiamo al coniglio insieme al vino e al brodo, saliamo pepiamo e continuiamo la cottura 10 min. 100° vel. 1 antiorario e 30 min temp. varoma vel soft antiorario.
Se come nel mio caso volete accompagnare il coniglio con le patate saltate le tagliate e spicchi le adagiate nella campana del varoma e le cuocete 20 min. temp. varoma come Vi spiego Qui
Che ne dite?
Una volta pronto lo mettiamo in un piatto da portata irroriamo con la salsetta di olive e serviamo caldo in tavola...
...oppure direttamente nel piatto con le patate saltate...
Buon appetito a tutti!!!
A presto

mercoledì 26 agosto 2009

Frittata al forno con la pancetta al profumo di mentuccia




Ciao a tutti,
quanti di voi non conoscono uno dei più grandi classici della cucina italiana "La frittata".
Per rinfrescare le menti e i palati oggi ho voluto prepararne una variante cotta al forno, che risulta più leggera, ma non di certo meno saporita e profumata...

Ingredienti:
7 uova
Una patata lessa di circa 150 gr
100 gr di pancetta affumicata tagliata a dadini
200 gr di scamorza affumicata
100 gr di latte
20 gr di grana grattugiato
6 foglioline di menta
Sale Q.b.
Pepe per chi piace

Procedimento:
In un pentolino mettiamo a lessare la patata 20 min. una volta cotta la spelliamo da calda e la schiacciamo in un piatto con la forchetta e teniamo da parte.
Nel boccale mettiamo la scamorza tagliata a pezzi e la tritiamo 5 sec. vel 7. mettiamo da parte.
Senza lavare il boccale, mettiamo dentro le uova, il latte, il parmigiano e un pizzico di sale e sbattiamo 5 min. 37° vel 3.
Aggiungiamo la pancetta, la patata, la scamorza grattugiata e amalgamiamo 1 min. vel 2 antiorario, aggiungiamo la menta sforbiciata e mescoliamo altri 30 sec. vel. 2 antiorario, lasciamo riposare il composto in frigo per 10 min.
Se non avete uno stampo da plum-cake in silicone come il mio, imburratene e infarinatene uno della capienza di un litro, versiamo dentro il composto e passiamo in forno preriscaldato a 180° per 45 min.
Sformiamo la nostra frittata, decoriamo con qualche fogliolina di menta e portiamo in tavola.
Se vi piace potete accompagnare la frittata tagliata a fette con della rucola fresca condita con un filo d'olio sale e pepe...
Il piatto è pronto
Ps: questa frittata è buona anche fredda è può essere un'ottima idea per un picnic di fine estate...
Buon appetito a tutti!
Francesco

lunedì 24 agosto 2009

Salmone al graten


Bentrovati!!!
Oggi a pranzo avevo voglia di pesce così ho deciso di fare il salmone al graten con l'aiuto del bimby e del suo accessorio (che pochi forse usano) Il varoma!!

Ingredienti:
4 tranci di salmone (meglio la coda è più gustosa e si presta molto bene allo scopo)
50 gr di pane raffermo
30 gr di capperi in salamoia (lavati e strizzati)
un ciuffetto di prezzemolo fresco
1 spicchietto d'aglio privato dell'anima
50 gr di olio EVO
1 litro d'acqua
un cucchiaino di origano
3 foglie di salvia
1 foglia di alloro
5 foglie di basilico
Un pizzico di peperoncino
Sale e pepe Q.b.
2 zucchine
3/4 patate

Procedimento:
Laviamo il salmone, ungiamo d'olio il vassoio del varoma e vi adagiamo i tranci.
Nel boccale mettiamo gli aromi, il pane raffermo, i capperi sale e pepe e tritiamo 20 sec. vel. 6, aggiungiamo l'olio e amalgamiamo 10 sec. vel. 6, otterremo una concia piuttosto umida che andremo a spalmare sui tranci di salmone, (teniamone in parte un pò per condire le verdure.)
Senza lavare il boccale mettiamo dentro l'acqua e portiamo a bollore 7 min. 100° vel. 1, mentre aspettiamo che l'acqua bolle tagliamo le zucchine a rondelle e le patate a spicchi e le mettiamo nella campana del varoma.
Quando l'acqua bolle posizioniamo il varoma e cuociamo 20/25 minuti temp. varoma vel. 2.
Andiamo a preparare il piatto...
Adagiamo il salmone nel piatto accompagnandolo col le zucchine e le patate spolveriamo con la concia avanzata e serviamo...
Il piatto è pronto!!
Buon appetito a tutti!!
Francesco

Trudini all'arancia


Ciao a tutti, sabato, ho finito di lavorare alle 15, sono corso subito a casa per preparare la base del gelato al cioccolato "la mia versione!!!", e poi mi son detto visto che ci sono perchè non preparo qualcosa per la colazione di domattina? ed ecco che sfogliando il ricettario "Le merende della mamma" ho visto questa meravigliosa ricetta che vado a proporvi...

Ingredienti:
250 gr di farina 00
250 gr di farina manitoba
250 gr di latte intero
70 gr di zucchero
25 gr di lievito di birra
40 gr di burro
40 gr di margarina
1 uovo intero + un tuorlo per spennellare
Marmellata di arance Q.b.
La buccia di un'arancia
Zucchero in granella
Un pizzico di sale
Un cucchiaino di spumadoro reperibile al supermercato (nella ricetta non era previsto ma giù in Sicilia viene usata per aromatizzare le brioche)

Procedimento:
Preleviamo con il pelapatate la buccia dell'arancia (solo la parte colorata) e la mettiamo nel boccale con lo zucchero tritiamo 30 sec. vel 7.
Aggiungiamo il burro e la margarina 1 min. 60° vel.1 uniamo il latte l'uovo e il lievito sbriciolato e sciogliamo 10 sec. vel. 3. Aggiungiamo le farine ed il pizzico di sale e impastiamo 3 min. vel. spiga, stacchiamo con la spatola l'eventuale impasto dalle pareti del boccale chiudiamo il coperchio, mettiamo sopra il misurino e lasciamo lievitare 1 ora circa.
Riinpastiamo nuovamente 2 min. vel spiga.
Dividiamo l'impasto in palline da 150 gr e le lasciamo lievitare 30 minuti coperti con della pellicola per alimenti.
Da ogni pallina ricaviamo un rettangolo e tagliamo in tre strisce uguali, su ogni pezzo distribuiamo la marmellata, arrotoliamo la pasta con il ripieno e formiamo tre cilindri, che intrecceremo tra loro, dividendoli a sua volta in due (così otteniamo due trudini)
Lasciamo nuovamente lievitare 30/40 min.
Accendiamo il forno a 180°.
Prima di infornarli spennelliamo con il rosso d'uovo misto con un cucchiaio di latte, cospargiamo con lo zucchero in granella e inforniamo per 15/20 min. dipende dal forno
Naturalmente possiamo sostituire la marmellata con qualsiasi altra...
Sono davvero ottimi al mattino accompagnati da una buona tazza di latte.
Spero Vi piacciano
Alla prossima ricetta
Francesco

Gelato al cioccolato "la mia versione"


Eccomi nuovamente all'opera per realizzare un gelato cremoso e buono...
Qualche giorno fà mi trovavo in centro per una passeggiatina e visto che ero nelle vicinanze ho fatto una capatina in una antica drogheria del centro sicuro di trovare quello che cercavo "La farina di semi di carrube" addensante naturale che rende il gelato più cremoso e fa di limitare i fastidiosissimi cristalli di ghiaccio all'interno del gelato.
Ma non voglio dilungarmi oltre ecco a voi la ricetta!!!

Ingredienti:
3 uova
500 gr di panna fresca (io ho usato la oplà perchè in casa avevo quella)
500 gr di latte intero
200 gr di zucchero (se usate la panna oplà riducetelo a 100 gr)
10 gr farina di semi di carrube
15 gr di cacao amaro in polvere
100 gr di cioccolato fondente
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

Procedimento:
Nel boccale versiamo il latte e la farina di semi di carrube 12 min. 80° vel.3
In una tegamino a parte fondiamo a fiamma bassa il cioccolato fondente mescolando spesso, passati i 12 minuti di cottura della crema aggiungiamo il cioccolato e il cacao e mescoliamo 1 min. vel 4 quando mancano 10 sec. alla fine aggiungiamo anche la vanillina, mettiamo il composto in una terrina coperta con un piatto e lasciamo riposare 20 minuti.
Laviamo e asciughiamo il boccale, rompiamo dentro le uova e aggiungiamo lo zucchero e un pizzico di sale lavoriamo 5 min. 37° vel 3 fino ad ottenere una montatura soffice a questo punto aggiungiamo la cioccolata e cuociamo 5 min. 80° vel 4.
Lasciamo raffreddare nel boccale avendo l'accortezza di tanto intanto di dare un colpetto di 5 sec. a vel 4, questo per evitare che si formi sopra la pellicina tipica delle creme.
Una volta freddo aggiungiamo la panna con le lame in movimento 1 minuto a vel. 4.
Versiamo la crema in un contenitore d'alluminio e riponiamo in freezer per un giorno intero.
Il giorno dopo tiriamo fuori dal freezer il composto lo rovesciamo su un tagliere e lo lasciamo a temperatura ambiente per 10 min.circa dopo di chè lo tagliamo a cubetti e lo mettiamo nel boccale (precedentemente freddato in frigo per almeno 30 min così è bello fresco).
Tritiamo in due volte il gelato tagliato a tocchi 20 sec. vel 10 (gradualmente)spatolando.
Dopo versiamo un misurino di latte freddo e mantechiamo 3 min vel 4 sempre spatolando.
Ed eccolo pronto da versare nella vaschetta
Qui nella vaschetta per essere messo in freezer
Che ne dite?
è un'altra variante ma a me piace molto!!
Provatelo e sappiatemi dire...
...ci conto!!!
Al prossimo gelato
Grazie
Francesco

venerdì 21 agosto 2009

Timballo di fusilli alle zucchine, gamberetti e limone




Oggi a pranzo nonostante il caldo, ho deciso di accendere il forno per portare in tavola un piatto dai sapori freschi e profumati dati dalla zucchina e limone.
Questo timballo chiuso tra due foglie di pasta sfoglia contiene all' interno un ripieno cremoso e tenero a base di un formaggio che molti di voi conosceranno sicuramente!! Lo stracchino.

Ingredienti:
2 rotoli di pasta sfoglia gia pronta
250 gr di gamberetti sgusciati
200 gr di fusilli
3 zucchine
2 uova
100 gr di latte
250 gr di stracchino
5/6 foglie di basilico fresco
La buccia di un limone
20 gr di olio EVO
sale e pepe Q.b.
1 spicchietto d'aglio

Procedimento:
Tagliamo con la grattuggia apposita 2 zucchine a julienne mentre una la tagliamo a bastoncino e teniamo da parte
Nel boccale mettiamo l'olio e lo spicchietto d'aglio e facciamo rosolare 3 min. 100°vel 1.
Eliminiamo l'aglio uniamo le zucchine saliamo pepiamo e cuociamo 3 min. 100° vel. soft antiorario. Aggiungiamo i gamberetti e continuiamo la cottura per altri 4 minuti alla stessa velocità ma a temperatura varoma.
Scoliamo le zucchine e gamberi dall'eventuale liquido in eccesso e versiamo in una larga terrina aggiungendo la zucchina tagliata a bastoncino e mescoliamo.
Senza lavare il boccale versiamo 1 litro d'acqua e portiamo a bollore 7 min. 100° vel.1, quando bolle versiamo i fusilli e cuociamo 10 min. 100° vel 1 antiorario (la pasta deve rimanere al dente). Prima di scolare la pasta aggiungiamo dell'acqua fredda nel boccale per fermarne la cottura, scoliamo e versiamo nella ciotola con i gamberetti e le zucchine.
Asciughiamo il boccale con della carta da cucina mettiamo dentro la buccia di limone e tritiamo 15 sec. vel 10, aggiungiamo lo stracchino, il latte, le uova e il basilico e amalgamiamo 20 sec. vel 5.
Aiutandosi con il fondo della tortiera tagliamo un disco di pasta sfoglia.
Foderiamo una teglia del diametro da 26 con il primo strato di sfoglia riempiamo con la pasta e versiamo sopra il composto di uova e formaggio facendo in modo che penetri bene tra la pasta, copriamo con il disco di sfoglia e chiudiamo ermeticamente i bordi.
Con i ritagli di sfoglia avanzata potete fare come ho fatto io delle strisce e adagiarle sopra a griglia per dare l'effetto crostata.
Inforniamo a 200° per 25 min lasciamo intiepidire qualche minuto e serviamo ben caldo tagliandolo a spicchi...
Il piatto è pronto!!
Buon appetito
Francesco

giovedì 20 agosto 2009

Polpette in umido


Eccomi qui con un'altra ricetta stuzzicante e insolita fatta con una base di macinato di manzo e olive verdi denocciolate, un modo diverso per portare in tavola un piatto anche unico se vogliamo poichè accompagnato con del riso lessato, niente di meglio quando si vuol fare bene e veloce!!!
A voi la ricetta!!!

Ingredienti:
450 gr di olive verdi denocciolate
450 gr di polpa di manzo tritata
2 uova sode
1 uovo
2 spicchi d'aglio
20 gr di prezzemolo
30 gr di olio EVO
250 gr di passata di pomodoro
50 gr di acqua
50 gr di vino bianco
140 gr di riso (dose per 2 persone)
sale e pepe Q.b.

Procedimento:
In un pentolino a parte cuociamo le uova sode.
Mettiamo nel boccale 1 litro d'acqua e portiamo a bollore 6 min. 100° vel 1, quando l'acqua bolle buttiamo giù il riso a pioggia e cuociamo 12 min. 100° vel.1. antiorario, scoliamo passiamo sotto l'acqua fredda per fermare la cotura e teniamo da parte.
Asciughiamo il boccale con della carta da cucina, mettiamo dentro il prezzemoloe lo spicchietto d'aglio e tritiamo 5 sec. vel 7, aggiungiamo le olive 3 sec vel 6,aggiungiamo la carne, le uova sode, l'uovo intero saliamo e pepiamo e amalgamiamo 20 sec. vel.5.
Con l'impasto ottenuto formiamo delle polpettine che andremo ad adagiare all'interno del cestello.
Senza lavare il boccale mettiamo dentro il prezzemolo e il restante aglio e tritiamo 5 sec. vel 10. aggiungiamo l'olio e soffriggiamo 3 min. 100° vel.1 uniamo la passata l'acqua e il vino, inseriamo il cestello con le polpette e cuociamo 25 min. temp. varoma vel. 2.
Prepariamo il piatto...
in una ciotola versiamo le polpette e il sugo amalgamiamo il tutto con delicatezza aiutandoci con la spatola.
In un piatto piano mettiamo le polpette qualche fogliolina di menta, il riso bollito tenuto da parte e serviamo in tavola...
Che ne dite? è un piattino a mio avviso davvero appetitoso...
Lascio a voi il resto...
A presto
Francesco

Nuvola di pane



Ciao a tutti...
...questa mattina avevo voglia di sperimentare qualcosa, inizialmente ero combattuto sul da farsi... dolce salato? l'importante era mettersi all'opera e far qualcosa prima di andare al lavoro.
Preso il mio bimby e qualche ingrediente ho deciso di provare a fare un pane nuovo come si faceva una volta con la biga iniziale, ho solo accelerato un pò i tempi ma il risultato vi assicuro è stato splendido...
Ho deciso di dare questo nome "nuvola di pane" poichè una volta cotto è talmente leggero che sembra di tenere una nuvola tra le mani!!!

Ingredienti:
per la biga
50 gr di farina 00
25 gr di latte intero
10 gr di lievito fresco

per l'impasto

370 gr di farina manitoba
10 gr di sale
15 gr di lievito fresco
200 gr di latte intero
30 gr di burro a temperatura ambiente
30 gr di zucchero

Procedimento:
Versiamo nel boccale la farina con il sale e lo zucchero 10 sec. vel 4 togliamo dal boccale e mettiamo da parte in una ciotola.
Senza lavare il boccale, mettiamo dentro tutti gli ingredienti per preparare la nostra biga cioè il latte, la farina e i 10 gr di lievito, impastiamo 20 sec. vel 4, con l'aiuto della spatola raccogliamo il lievitino lo lavoriamo qualche istante con le mani e lo mettiamo a riposare 30 min. in una tazza coperto con della pellicola per alimenti.
Una volta pronto il nostro lievitino lavoriamo nel boccale la farina tenuta da parte, il latte il burro. il lievito sbriciolato e il lievitino 18 sec. vel 6, dopo programmiamo 3 min. vel spiga.
Estraiamo l'impasto dal boccale lo lavoriamo qualche minuto con le mani e lo mettiamo in una ciotola di vetro a lievitare per 60 min.
Passato questo tempo riprendiamo l'impasto lo sgonfiamo e rilavoriamo sul tavolo dandogli la forma di una palla, fatto questo spolveriamo una teglia foderata con carta da forno con della farina adagiamo sopra la nostra pagnotta pratichiamo delle incisioni spolveriamo ancora con della farina e copriamo con la ciotola di vetro, lasciando lievitare l'impasto per un'altra ora.
Quando mancano 30 min. alla fine della lievitazione accendiamo il forno a 250°, una volta caldo abbassiamo la temperatura a 180° e cuociamo 40 min. dopo i primi 15 abbassiamo ulteriormente la temperatura a 160° e completiamo la cottura.

lunedì 17 agosto 2009

Tiramisù al tè verde


Irrinunciabile finale di ogni pasto il dolce al cucchiaio...
In una variante piacevolmente esotica questa versione del tradizionale dessert casalingo acquista una freschezza inaspettata, eliminando mascarpone, cacao e caffè in favore di robiola e tè verde...

Ingredienti
4 pacchetti di pavesini
una bustina di tè verde
350 gr di robiola fresca
la punta di un cuchiaino di cannella in polvere
2 cucchiai da tavola di miele di acacia
150 gr di acqua
15 gr di zucchero di canna
la scorza grattugiata di un limone non trattato
una manciata di pistacchi al naturale tritati

Procedimento
In un pentolino versiamo lo zucchero e l'acqua e facciamo sciogliere a fuoco lento, uniamo il tè verde mescoliamo bene spegniamo e lasciamo raffreddare. Una volta freddo lo filtriamo con un colino a maglia fine e teniamo da parte.
In una ciotola raccogliamo la robiola e il miele e la lavoriamo con un cucchiaio di legno fino a renderla liscia ed omogenea. Profumiamo con la cannella e la scorzetta di limone grattugiata e continuiamo a mescolare.
Con l'aiuto di un coppapasta di 5 cm di diametro tagliamo i pavesini tenendo da parte gli angoli che ci serviranno per decorare alla fine il nostro dolce.
Bagnamo i pavesini nel tè verde e li sistemiamo sul fondo di 6 coppette, versiamo la crema dentro un sac a poche e facciamo tre strati alternando pavesini e crema.
A parte tritiamo i pistacchi, decoriamo l'ultimo strato con gli scarti di pavesini tenuti da parte bagnandoli leggermente nel restante tè e formiamo un fiore, guarniamo con il trito di pistacchi e passiamo in frigo qualche ora prima di servire..
Ed ecco il nostro insolito dessert...

Un vero lusso per i palati più esigenti!!!
Alla prossima golosità
Francesco

Galantina di pollo


Il caldo è tanto forse troppo...e per chi non ha voglia di accendere il forno ecco un piatto semplice e veloce per far cambiare forma e sapore alla più semplice e quotidiana delle carni...il petto di pollo!!

Ingredienti
per 6 persone
700 gr di petto di pollo
125 gr di crudo in un unica fetta spessa
150 gr di mortadella in un unica fetta
2 uova
10 foglie di basilico
Sale e pepe Q.b.

Procedimento
Mettiamo nel boccale 500 gr di petto di pollo tagliato a pezzi, 100 gr di mortadella, 75 gr di prosciutto crudo, le uova il basilico un pizzico di sale e un'abbondante macinata di pepe frulliamo 15 sec. vel 7. e mettiamo in una ciotola.
Tagliamo il restante pollo, prosciutto e mortadella a cubettini e lo uniamo al composto mescolando il tutto con la spatola.
Bagnamo due larghi fogli di carta da forno, strizziamo e li stendiamo sul piano di lavoro. Dividiamo l'impasto in 2 parti dandogli la forma di un salame arrotoliamo, chiudiamo le estremità a caramella e adagiamo i due rotoli nel vassoio del varoma.
Sciacquiamo con acqua calda il boccale e il coperchio e versiamo dentro 1 litro d'acqua, aromatizzandola con qualche fetta di limone e un paio di foglie di basilico. Posizioniamo su il varoma e cuociamo 50 min. temp. varoma vel. 1
Lasciamo raffreddare la galantina a temperatura ambiente e successivamente la passiamo in frigo a raffreddare.
Prima di servire la scartiamo, tagliamo a fette non troppo sottili e la serviamo su un letto d'insalata verde condita con poco sale olio e pepe, accompagnata da un paio di spicchi di limone che serviranno per insaporire il tutto...
Il piatto è pronto!!!
Buon appetito a tutti
Francesco

Fusilli al sapore affumicato


Per chi anche d'estate ama la pasta e non vuole rinunciarvi, ecco un piatto semplice e veloce dai toni freschi e colorati...da preparare anche senza bimby...

Ingredienti
per 4 persone

300 gr di fusilli
70 gr di speck a dadini
100 gr di scamoza affumicata a cubetti
3 zucchine novelle (solo la buccia)
1 spicchio d'aglio
basilico Q.b.
50 gr Olio EVO
sale e pepe Q.b.

Procedimento
In una pentola portiamo a bollore l'acqua per la pasta, salatela a pieno bollore.
Tagliamo aiutandoci con un pelapatate la buccia delle zucchine che andremo a tagliare a julienne, e teniamo da parte.
Tuffiamo i fusilli e cuociamo per il tempo indicato sulla confezione (nel mio caso 11 minuti).
Mentre i fusilli cuociono, scaldiamo in una padella abbastanza capiente l'olio e lo spicchio d'aglio e lo speck a dadini e facciamo dorare per 5 minuti a fiamma vivace e eliminiamo l'aglio. A questo punto aggiungiamo la buccia delle zucchine a julienne e continuiamo la cottura per 5/10 minuti.
Scoliamo la pasta e la versiamo nella padella aggiungiamo la scamorza e il basilico spezzettato saltiamo un paio di minuti e serviamo subito caldo in tavola...
Il piatto è pronto!!!
Buon appetito a tutti
Francesco

Budino di pelati con spiedino tricolore




Tempo d' estate, tempo di pomodori...
con il suo gusto inimitabile il re dell'orto è pronto per essere servito nei nostri piatti in un insolita versione da servire rigorosamente fredda!!

Ingredienti:
per 10 stampi monoporzione

150 gr di pane toscano leggermente raffermo
250 gr di pomodori pelati in scatola
1 litro di brodo vegetale fatto con dado bimby
5 gr di gelatina in fogli
1 spicchio d'aglio
Q.b. Basilico secondo il vostro gusto
45 gr di olio EVO
Sale e pepe Q.b.
Per gli spiedini

10 pomodorini cirietto
Q.b di ricotta salata tagliata a triangoli
Basilico in foglie

Procedimento
Tagliamo a cubetti il pane, e prepariamo il brodo vegetale con il dado bimby
Nel boccale rosoliamo lo spicchietto d'aglio 5 min. 100° vel.1. Eliminiamolo e aggiungiamo il pane i pelati spezzettati e insaporiamo 3 min. temp. varoma vel. 1 antiorario, bagniamo con il brodo bollente e proseguiamo la cottura per 35 min. 100° vel. 1
Regoliamo di sale se necessario.
Quando mancano 10 min. alla fine della cottura, a parte in una fondina ammorbidiamo la gelatina in acqua fredda e la incorporiamo al composto di pomodori mescolando 1 min. vel 2. aggiungiamo il basilico spezzettato e suddividiamo il composto negli stampi monoporzione.
Lasciamo raffreddare e poi passiamo in frigo a rassodare per almeno 4 ore (meglio se tutta la notte).
Al momento di servire prepariamo gli spiedini infilando su 4 stecchini lunghi la fogliolina di basilico fresco mezzo pomodorino la ricotta e a chiudere l'altra metà del pomodorino, sformiamo il budino irroriamo con un filo d'olio decoriamo con qualche foglia di basilico e serviamo con gli spiedini tricolore....

Buon appetito a tutti
Francesco

martedì 11 agosto 2009

Strudel di verdure


Eccoci nuovamente qui!!
Quest'oggi voglio proporvi uno strudel parecchio particolare, spesso abbiniamo la parola strudel al Trentino e alle sue mele, o comunque al dolce.
Spesso chi si accinge a fare uno strudel salato usa la sfoglia, veloce sbrigativa e perchè no anche buona indubbiamente.
Immancabilmente però, io sono alla ricerca di cose particolari, che lasciano il segno e questo strudel c'è proprio riuscito.
La particolarità stà nell'impasto fatto di farina e ricotta... e sopratutto non presenta lievito, ma non voglio dilungarmi oltre lascio a Voi largo spazio per dire la Vostra dopo aver visto il risultato...
Ingredienti per l'impasto
300 gr di farina 00
50 gr di farina manitoba (se non l'avete usate solo la 00, anche se secondo me da tono all'impasto)
350 gr di ricotta
50 gr di acqua
1 pizzico di sale

Per il ripieno:

1 melanzana
1 zucchina media
1 peperone (meglio se rosso fa contrasto)
200 gr di provola grattugiata (va bene anche l'affumicata)
30 gr di olio EVO
1 spicchio d'aglio
1/4 di cipolla
100 gr di pomodorini maturi
10 gr di basilico
sale e pepe Q.b.
semi di sesamo Q.b per decorare

Procedimento:
Mettiamo nel boccale l'acqua, la ricotta, la farina e infine il sale e impastiamo 30 sec. vel.6, mettiamo l'impasto in una ciotola e lo facciamo riposare 30 minuti coperto con della pellicola.
Tagliamo le verdure a tocchetti e teniamo da parte.
Senza lavare il boccale mettiamo l'aglio e il quarto di cipolla e tritiamo 6 sec. vel 7 raccogliamo il trito con la spatola, aggiungiamo l'olio un pizzico di sale e soffriggiamo 3 min. 100° vel soft antiorario, aggiungiamo i cubetti di verdura saliamo pepiamo e cuociamo 10 min. 100° vel. soft antiorario, uniamo i pomodorini tagliati in quattro il basilico a julienne e continuiamo la cottura per altri 6 min. a temp. varoma vel. soft. scoliamo dall'eventuale liquido di cottura e mettiamo da parte in una ciotola.
Lasciamo intiepidire prima di andare a preparare il nostro strudel.
Stendiamo l'impasto sul piano di lavoro e formiamo un rettangolo di 5 mm di spessore, A parte sbattiamo un uovo con un pizzico di sale e lo aggiungiamo alle verdure con più della metà di provola grattugiata e amalgamiamo.
Versiamo la farcia sull'impasto lo chiudiamo sigilliamo i bordi, spennelliamo con dell'olio d'oliva spargiamo sopra una generosa manciata di semi di sesamo e inforniamo 30 min. a 200°

Credetemi è super buono caldo ma altrettanto buono freddo, può essere un'idea stuzzicante anche per allestire un buffet
Che ne dite? Vi piace?
Alla prossima
Francesco
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ti potrebbero interessare...

Il guest Book degli angeli